Una vacanza indimenticabile

di
genere
tradimenti

Vedere la mia ragazza che attira
sguardi
crea in me una eccitazione
facendomi sentire invidiato
pultroppo in una vacanza sulla neve
succede sempre qualcosa che cambiera
il nostro rapporto per sempre.
contro i consigli decidiamo di fare un fuori pista.
Di colpo scende una fitta nebbia
Ciao Mi chiamo Nadia io perdo la visione del mio ragazzo
inizio chiamare per cercare di individuare la sua posizzione
con la scarsa visibilità perdo l'orientamento
scendo e mi ritrovo in una valle,
son costretta a togliermi i sci per avanzare
inizia anche a nevicare
ora inizio a preoccuparmi
ho paura il sole tramonta
ora si che ho paura morirò assiderata
presa dal panico vagheggio urlando in cerca di aiuto.
Vedo una luce nel buio
mi dirigo verso di essa
avanzo con molta dificolta nella neve fresca
Raggiungo la luce,
una piccola casa di legno,
dal camino esce del fumo
ora mi sento più tranquilla c'è qualcuno potrò chiedere aiuto ospitalità e un pasto caldo,
aspettando i soccorsi che mi ragiungono.
Ora mi viene in mette se il mio ragazzo è stato altrettanto fortunato.
busso si apre la porta compare
un uomo grosso e nudo
dopo il primo inbarazzo chiedo ospitalità per la notte,
Mi osserva,sei tutta bagnata spogliati ed entra.
lo guardo dicendo che non ci penso minimamente,
anzi ribadisco di mettersi addosso qualcosa.
Per tutta risposta mi chiude la porta in faccia.
Questo è pazzo
mi guardo intorno è buio nevica sento ullulati dei lupi
presa dal panico busso con tutte le forze pregandolo di farmi entrare
lui dal altro lato ribadisce che mi devo spogliare nuda
vinta dalla neccisita per non morire assiderata mi spoglio lasciando l'intimo addosso.
dico che mi sono spogliata tremo come una foglia
apre vedendomi in intimo richiude
urlo mi dispero
Lui NUDA
Costretta dal esigenza di cercare calore mi spoglio dei ultimi indumenti
FATO SONO NUDA
apre mi guarda dicendomi 200 euro
cerco di entrare ma mi spinge indietro cado sulla fredda neve
lui ora mi guarda con uno sguardo allupato e in erezzione
il bastardo si è ecitato dalla situazione
Lo prego di farmi entrare che morirò assiderata
ho addosso i primi segni di assideramento
lui 200 euro o paghi in natura.
Non ho soldi li darò appena potrò
lui sta per richiude
disperata dico ok in natura
mi fa entrare,
Finalmente un caldo mi investe c'è il cammino acceso
solo ora noto altre persone
tutte nude difronte al cammino
dico se anno qualcosa da mangiare
Lui
Serio se vuoi mangiare inizia a succhiare
sono in 5 intorno al cammino
non ho nessuna intenzione di farlo
sono tutti seduti
che stai aspettando?
lui si alza dicendo fai quello che voliamo altrimenti puoi anche andartene.
Senza scelta mi inginocchio e inizio a succhiare quei cazzi
lui accarezzandomi la testa mi dice che l'unica cosa che posso mangiare sarà la loro sborra
con le lacrime ai occhi succhio e ingoio la loro sbora
esserndo in 5 quando ero arrivata al ultimo pompino
il primo era di nuovo in tiro pronto per scoparmi,
una roulette russa di cazzi si son presi ogni mio buco,
guardavo fuori sperando che il tempo migliorasse
Passarono 6 giorni quando i soccorritori mi trovano.
Avrei dovuto denunciarli
non lo ho fatto perché
dopo i primi inbarazzi
ho passato i miei migliori giorni di sesso della mia vita ,
Non ho mai goduto così tanto con quei 5 boscaioli
che con un ingnobbile ricatto mi anno fatto di tutto facendomi cambiare come donna
lasciandomi un ricordo indelebile.
Nel momento che me ne vado delle lacrime rigano il mio viso
Ero contenta di tornare nella civilta
nello stesso tempo triste di perderli per sempre.
in tutto questo avevo ignorato il mio ragazzo.
Mi abracci dicendomi che ha avuto paura per me.
mentre andavamo via mi giravo salutandoli.
un pezzo del mio cuore era rimasto la.
scritto il
2024-03-03
3 . 9 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.