La degustazione coi asiatici

di
genere
orge

come detto firmano il contratto,
con la clausa che ad ogni vendemmia vogliono controllare il prodotto.
Ormai perdo ogni moralità
la valigetta sul tavolo con un terzo del pattuito di questo lotto di 25000 bottiglie
Mi rende totalmente troia
Faccio distendere il giapponese ancora vestito col il cazzo dritto sul tavolo
da zoccola consumata
lo cavalco come una fossernata
il cinese me lo ofre da succhiare
mentre il terzo mi sculaccia e mi martiorizza i miei seni
mi prende dai capelli tirandomi via dal suo connazionale
sono sballotata dai tre distesa sul tavolo mi tirano mi penetrano mentre succhio il cazzo di turno
in posizioni scomeda
poi vengo tirata con la testa fuori dal tavolo
il cinese usa la mia bocca come una fica
mi scopa la gola non lo ha largo ma è lungo
riesco ad ingoiarlo senza grosse dificolta
i giapponesi mi penetrano con le dita fica e culo
vorrei urlare ma sono impedita dal cazzo in gola
il giapponese inserisce 3 dita ad uncino
mi masturbata furiosamente colpendo con schiaffi il clitoride
scosse elettriche mi arrivano al cervello
il cinese incurante continua a scoparmi la gola
i miei seni sono succhiati è morsi dal secondo giapponese
ho orgasmi mi piscio sotto
sono stravolta
Ormai priva di ogni resistenza sono alla loro merce
sembrano inssaziabili hanno una resistenza incredibbile altri al loro posto erano spompati
mentre ancora devono venire per la prima volta
il primo a venire e il cinese che si svuota nella mia gola
ora i due giapponesi si prendono cura di me
mi prendono in doppia urlo orgasmi
il cinese si versa un calice di vino brindando da solo
alla troia italiana
i giapponesi sono al culmine uno mi inonda la fica l'altro mi riempe il culo
si siedono per riprendesi
Io sono disorientata sono stata colpita da un ciclone
sto per scendere dal tavolo
che il cinese mi mette a 90 col il petto sul tavolo penetrandomi fica e culo alternandoli
il culo non viene risparmiato da sonori schiaffi
Ormai ho perso il conto dei orgasmi
anche il cinese mi viene in fica
non faccio in tempo a rialzarmi che vengo penetrata da giapponese
non ho tregua ora loro si intercambiano per riprendere fiato
con la conseguenza che io non ho pause ormai è un tour di cazzi
mi scopano e mi inculano in continuazione
sono esausta grido basta
con la conseguenza che ora mi prendono in tre per non farmi urlare
vengono per la seconda volta pretendono che ingoio il loro succo
li vedo accasciarsi sulle sedie io sono lì distesa sul pavimento sfinita
penso che sia finita quando il cinese mi prende dai capelli e mi ordina di succhiarlo
non pensare che siamo sazzi
lo guardo lo inploro che sono distrutta
si alza e in un italiano accentuato mi dice ok allora strappare mio contratto
gli urlo aspetta gattono ai suoi piedi gli bacio le scarpe
e gli succhio il cazzo fino a farlo diventare duro
poi mi giro e gli offro il culo a pecora
che prontamente se lo prende scopandolo con violenza
Ormai non so se è dolore o piacere
il giapponese mi alza la testa da terra tirando i dai capelli ofrendomi il cazzo da rianimare
guardo di sfuggita l'ora
sono più di due ore che sono in balia di loro
Ormai sono un sacco svuotato
appoggiata su una sedia di pancia per essere sorretta continuano a scoparmi fica culo boca
e il loro terzo orgasmo
che me lo riversano sul volto
si parlano tra loro in inglese comprendo poco cosa si dicono
Io provo ad rialzarmi ma mi cedono le gambe mi adagio e sul pavimento
li vedo guardarmi e ridere mentre mangiano e bevono,
provo gattonando a raggiungere le scale per sottrarmi ad un'altra sicura monta
sono quasi alle scale quando vengo presa dalla caviglia e trascinata ai loro piedi
pretendono che rianimi i loro cazzi
e ricomincia la giostra
dalle scale compare Peppe che vedendo la scena torna
su sento mio marito chiamarmi
dio penso se mi vede così è finita
peppe e Oreste inpediscono mio marito a scendere
urla il mio nome io
sono con un cazzo in culo uno in fica uno in bocca inpedendomi di chiedere aiuto,.
che cazzo si prendono questi asiatici per essere così resistenti
Mi fanno ingoiare la loro 4 sborrata
mi adaggiano sul tavolo ormai non ho più forze
uno mi tiene dalle spalle uno mi serra larghe le caviglia il terzo mi infila tre dita ad uncino
comprendo le loro intenzioni urlo di non rifarlo
poi comincia a masturbarmi con vigore ho un orgasmo che schizzo umori bagnando i due
non riesco più ad urlare tremo come se ho scariche elettriche
perdo i sensi.
Quando mi riprendo sono sul tavolo immerso a uno schifo
Mio marito che piange Oreste cerca di calmarlo peppe mi aiuta ad rialzarmi sorretta da lui mi dirigo da mio marito ci abracciamo senza dirci nula,
peppe mi aiuta a risalire e mi fa distendere sul letto
chiedo dei soldi e del contratto,non vorrei che i tre pervertita se lo siano ripreso
peppe mi tranquillizza che è tuto apposto
pensa solo a riposarti ora.
scritto il
2023-09-19
2 . 8 K
visite
0
voti
valutazione
0
il tuo voto
Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.