Preside 1

Scritto da , il 2022-11-05, genere orge

Oggi sono felice,mi sono seduta nel mio ufficio di preside di liceo,quante ne ho passate!!!!ho iniziato con le elementari,ragazzi ancora piscia sotto,dopo aver chiesto a tutti sono riuscita a passare alle medie,ragazzi spara seghe o carezze alla figa ma basta,non ne potevo più.
E così con incontri con i vari commissari sono riuscita a arrivare dove volevo,scuola con ragazzi e ragazze con tempeste ormonali al massimo che di sicuro ai bagni o alla ricreazione riescono a spompinarsi a farsi fare seghe o meglio a sfondarsi la figa o forse anche il culo.
ovviamente per arrivare a qui anch’io ho dovuto mollare i miei buchi e non a bei fustoni con cazzi da competizione ma a vecchi bavosi che mi volevano in due o tre per farmi di tutto.
Volevano subito vedermi nuda e mi volevano figa spalancata e dita dentro mentre loro tiravano fuori i loro cazzi ormai flosci che mi facevano leccare fino a venirmi in bocca con due gocce di sborra,di chiavarmi o di incularmi neanche a pensarci con quei cazzi ormai ai minimi termini e così mentre si menavano o mi strizzavano le tette chiamavano il bidello di turno che appena mi vedeva nuda e vogliosa mi sistemava figa o culo fino a farmi godere.
Qualche volta mi hanno detto di andare a trovarli a casa e mi trovavo con due o tre commissari con le relative mogli. non mi spogliavo io ma le donne,sapendo cosa avevano fatto i mariti,mi levavano i vestiti e iniziava una leccata generale,anche loro si spogliavano e ero obbligata a leccare tette cadenti o fighe puzzolenti e sfatte mentre i mariti si menavano i loro cazzetti.
Non contente di farmi leccare tutto spesso si spalancavano la figa e mi inondavano di piscia baciandosi tra di loro e i mariti a vedere cosa mi facevano avevano quasi una erezione e si sparavano seghe sino a sborrare addosso alle mogli.
Queste cose erano subite solo per l’avanzamento nella graduatoria e quando uscivo ero insoddisfatta così durante il fine settimana organizzavo con amici e amiche incontri,tutti sapevano come andavano a finire e l’accettavano felici di scaricare le loro voglie su noi.
Dopo essermi organizzata chiamo la segretaria che si chiama Angela,sapevo il suo nome e basta e quando entra in ufficio mi meraviglio,è una signora di mezza età ma con un corpo asciutto ma con le curve al punto giusto.
“ben arrivata preside sono molto contenta del suo arrivo e sono a sua disposizione”
“benissimo mi chiamo Franca e tra di noi eliminiamo il lei e diamoci del tu,dobbiamo lavorare insieme e dobbiamo cooperare,dimmi ci sono elenchi dei ragazzi?ci sono anche dei commenti o problemi avvenuti in questi ultimi anni?”
“ma certo preside ohhh scusami Franca la precedente aveva messo tutto sul PC ragazzi e ragazze,voti note di merito e di demerito insomma era una rompiballe ma aveva fatto un buon lavoro adesso lo accendo e ti do le chiavi di lettura”
Si avvicina e si china sul PC e inizia a smanettare,mi è molto vicina e gli occhi vanno sulla camicetta,intravedo una tetta dura e sicuramente morbida senza reggiseno,cazzo inizio a pensare che sia anche senza mutandine e la cosa mi eccita dato che anch’io da anni non porto intimo.
In ogni caso non faccio niente anche se avrei voglia di metterle la mano sotto la gonna,ho tanto tempo e poi mi interessa sapere le notizie sui ragazzi sperando di trovare razzi o ragazze vogliose della mia figa e del mio culo.
Inizio a guardare le prime e la seconde,nomi,foto ma niente di interessante anche la terza non mi eccita più di tanto ma appena arrivo alle quarte e quinte la cosa si fa estremamente interessane.
Subito c’è una nota a Anna che durante l’intervallo ha fatto vedere il seno alle amiche,un’altra Gina si è baciata con una sua amica e le ha messo le mani dentro i pantaloni.
Sento già la figa scaldarsi ma il massimo arriva con una di quinta ,Beatrice,che è stata sorpresa nei bagni dei maschi praticamente nuda e due alunni che la toccavano,che bello sono nel mio luogo ideale,e non resisto così spalanco le gambe e mi masturbo fino a venirmi in mano mentre altre note appaiono sul PC con sempre ragazzi e ragazze impegnati e descritti in burocratese ma a me paiono descrizioni di sesso in tutti i modi,vorrei capire chi erano perché dopo dei nomi che mi sono marcata gli altri sono descritti ma senza nomi dei ragazzi.
Ci impiego un paio di giorni e leggere tutto mi accorgo che non solo le quarte e quinte sono dei gran porcelli ma spesso leggo di ragazzi grandi che si divertono con le piccole,piccole per modo di dire,sempre fighe sono.
Finito il controllo di tutto il PC vorrei capire chi ha visto e dettato tutte queste notizie alla precedente preside che mi dicono ultra settantenne e in pensione e non certo in visita a tutta la scuola da sola così per capire la cosa chiamo Angela che arriva subito sempre con la camicetta slacciata e una gonna striminzita
“Mi dica preside…o scusa dimmi Franca cosa vuoi sapere??”
“Angela ho letto tutto quello che aveva scritto la vecchia preside ma non capisco chi le ha detto tutte quelle cose degli studenti,tu ne sai qualche cosa?? Ovviamente a riguardo delle bravate fatte con maschi e femmine o anche tra di loro,insomma c’è roba da chiusura della scuola allora cosa mi dici”
“Franca ti parlo francamente,certo sono stata io che durante la ricreazione o nei bagni andavo a controllare,posso dirti cosa volevo fare?? Non ti offendi!!!??? A vedere quelle ragazze e ragazzi avvinghiati e fare quello che tu immagini volevo partecipare anch’io,siiiii volevo leccare,baciare e accarezzare tutto e tutti ma con quella preside bacchettona non mi permettevo di farlo ma solo lo pensavo adesso hai capito???”
“Lo immaginavo vieni qui vicino e slacciati quella camicetta voglio vederle quelle tette che immagino meravigliose,vieni!!!certo cara anch’io mi sono sbattuta a leggere quelle cose ma da domani vedrai che non solo le leggeremo ma le faremo insieme alle porcelle che circolano nella scuola,vieni cara lasciati andare sei in buone mani”
Un sorriso e corre a chiudere la porta si gira e quasi si strappa la camicetta mettendo in mostra due pere da sogno che mi dà subito in bocca.
“Siiiii Franca sono tue fammi di tutto sono anni che sogno una preside come te fammi vedere anche le tue”
Mentre le lecco i capezzoli infilo una mano sotto la gonna credendo di trovare le mutandine e invece metto la mano su una figa depilata e fradicia di umori,non mi trattengo più le sollevo la gonna e le infilo due dita nella figa e le accarezzo il culo
“siiiiiiiii Franca sei splendida sono in un lago fammi leccare le tue e poi voglio vederti figa e culo uhhhhh che bella depilata come la mia passeremo giornate splendide aspetta apri bene la voglio baciare e leccare”
“Angela tieni è tutta tua leccala e leccami il culo mi piace da impazzire vedrai che coinvolgeremo quei porcelli delle classi,passeremo un anno stupendo”


Questo racconto di è stato letto 4 0 1 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.