Nonni 3

Scritto da , il 2022-09-06, genere incesti


“brava la mia porcella adesso vieni qui e mi racconti cosa ti hanno fatto le due maiale”
Mi siedo vicino a lui e gli racconto cosa è successo nel negozio,mentre parlo istintivamente gli metto una mano sulla patta e lui subito ha la mano sulle tette e mi apre la camicetta per vederle e accarezzarle
“ma davvero ti sei fata tre cazzi????!!!! E ti è piaciuto??? Uhhhh dai tiralo fuori e menalo mi hai eccitato di sicuro si sono scatenate tua nonna e la sua amica vero??”
Mi aiuta e gli sfilo i pantaloni,anche il nonno mi aiuta e siamo nudi tutti e due e subito siamo attaccati,lingua in bocca e mani da tutte le parti
“cara mi dispiace ma ho un solo cazzo ma è tutto tuo hai ancora voglia o sei scarica?”
“nonno sono ancora calda da quello che mi ha raccontato la nonna e la sua amica e poi l’ammucchiata mi ha fatto venire anche dal culo ma oggi voglio sapere tutto,dimmi come hai conosciuto la nonna e cosa avete fatto da giovani,dai raccontami tutto che poi ti faccio un pompino con ingoio”
“ma non sei ancora sazia????? Ti hanno riempita in tutti i buchi hai fatto indigestione di sborra e ancora hai in mano il cazzo del nonno non ti pare di esagerare???”
“Moglie smettila se mia nipote vuole il mio cazzo lo prende e tu cosa fai ancora vestita dai levati tutto e vieni qui che voglio palpare le tue tettone e poi Chiara vuole sentire come ci siamo incontrati e io di sicuro le dico tutto”
Messi comodi nonno inizia a raccontare che lui e la nonna frequentavano la stessa scuola lui era in terza e la nonna era in prima,subito la aveva puntata per il corpo e per quelle tette che già allora aveva belle grosse mentre le sue compagne avevano dei foruncolini.
Voleva attaccare discorso e conoscerla ma era sempre insieme alla sua amica Anna che non la mollava mai,cominciava a pensare che erano amanti,e infatti le aveva,di nascosto, a baciarsi in bocca e a palparsi sotto le gonne.
“pensa che quello scemo pensava non avevo capito che mi piaceva e facevo apposta a farmi vedere in pose spinte con la mia amica sperando che si decidesse a farmi vedere cosa aveva sotto i pantaloni ma lui niente così un giorno ci sediamo su una panchina,io e Anna e apriamo le gambe,eravamo senza mutandine;il nonno che era nascosto a vederci così credo si sia sparata una sega,dai dimmelo te lo sei menato??”
“nonno ma davvero non riuscivi a incontrarla?e ti sfogavi a seghe? Povero nonno adesso la tua nipotina te ne fa una e assaggia la tua sborra ma poi voglio sapere tutto,nonna fammi godere!!!!”
Inizio una sega a due mani al nonno che si attacca alle tette mentre la nonna mi infila dita nel culo e nella figa,il racconto mi ha fatto scaldare e subito scarico umori
“basta piccola altrimenti ti lavo le tette e la faccia,quando avremo finito di raccontarti avrai le voglie e il mio cazzo sarà pronto per il tuo culo”
“zitto adesso le dico io cosa è successo,dunque tuo nonno capivo che mi voleva ma non aveva il coraggio di chiedermi così presi la palla al balzo per brutti voti in matematica gli chiedo se mi vuole dare delle ripetizioni,gli occhi gli brillano e credo altre cose e così il pomeriggio arriva a casa mia.
Sono sola,i mie genitori sono al lavoro e mi presento con una tutita e sotto niente,per scaldarlo gli do un bacio sulla guancia e lui è al settimo cielo.
Per farla breve in un ora mi insegna e riesco a capire i vari problemi ma non fa niente e così sono io che mentre è seduto a scrivere mi avvicino e praticamente gli metto in bocca una tetta che avevo già liberato,mi guarda estasiato e mentre ci guardiamo ci baciamo lingua in bocca”
“uhhhh nonno ma eri così timido? E poi dai dimmi cosa è successo uhhh ho voglia di ingoiarmi il tuo cazzone ma aspetto la fine della storia, nonna datti da fare ho culo e figa che colano dammi le tue leccate meravigliose dai nonno vai avanti”
“piccola era il mio sogno da mesi e subito metto la mano sulla tetta e sul capezzolo che sento duro e ho il cazzo che ancora scoppia nei pantaloni ma tua nonna,che credevo inesperta,inizia a accarezzarlo e mi apre la patta e lo piglia in mano,non ci crederai ma appena lo accarezza le sborro subito in mano”
“hai capito che affamato era il nonno,ma ormai anch’io ho voglia e così inizio a leccarmi la mano mi chino e ingoio il cazzo che subito ritorna duro e pronto,la gioventù e la voglia hanno fatto il miracolo ma il sua voglia del mio corpo è insaziabile e così mi dice che una tetta non gli basta ma mi vuole vedere tutta e così mi guarda nuda”
“Nipote!!!!!!tua nonna era uno splendore e così mi butto su di lei baciandola e leccandola tutta,non lascio niente,tette figa e culo ma non solo,collo,bocca ,insomma il suo corpo mi eccita ma anche la nonna non stà ferma così quando il mio cazzo le si avvicina lo ingoia o lo mena e anche lei mi dà delle leccate ai coglioni che quasi mi fanno scoppiare”
“insomma da quello che ho capito eravate dei porcelli che si sono incontrati vero??”
“certo nipotina da quel giorno ogni momento era buono per farci tutto quello che ci veniva in mente,pensa che dopo la figa,che era già aperta e pronta per i cazzi,mi ha chiesto di metterlo nel culo,cosa che ho fatto con estremo piacere e poi tutto quello che puoi immaginare”
“ma da quel giorno siete stati sempre insieme???”
“certo cara in poco tempo ci siamo fidanzati ufficialmente così lui mi poteva venire a trovare tutti i giorni,veniva di pomeriggio quando i miei erano fuori,io lo vedevo arrivare e mi levavo tutto così quando aprivo la porta mi presentavo nuda davanti a lui che partiva in quarta erano leccate di figa e di cazzo con sborrate da tutte le parti,mi chiavava in modo sublime e io venivo sempre e alla fine mi sborrava sulla pancia o sulle tette e allora quando mi sborrava addosso bastava una leccata di cazzo o di coglioni che era subito pronto,pensa che un pomeriggio ha sborrato tre volte”
“e bravi i miei nonni porcelli ma penso che siate andati avanti a scaricare il tuo cazzo e a riempirti di sborra fino al matrimonio e poi cosa avete fatto??dai finisci il racconto che poi voglio una indigestione di cazzo.
Ma nonna scusa e la tua amica??avete fatto porcate insieme??”
“ma scherzi!!!!!!certo e non solo con lei ma con suo fratello,la prima volta ci troviamo per andare al cinema,io il nonno lei e il fratello.
Prima di sederci io e Anna andiamo in bagno,non per pisciare ma per levarci le mutandine, così saremo pronte.
Ci sediamo e subito ho una mano sotto la gonna e una mano che mi fa appoggiare alla patta.
Tiro fuori il cazzo non del nonno ma del fratello di Anna e inizio a segarlo,mi giro e la vedo già con il cazzo infilato in bocca e le tette fuori,per farla breve per tutto il film ci siamo scambiate i cazzi e abbiamo fatto anche la doppia per poi ricevere due sborrate in bocca.
Scaricati i coglioni e finito il film usciamo ma hanno delle idee molto porche,ci fanno entrare nei bagni,ci fanno alzare le gonne e con i cazzi in mano ci pisciano addosso dicendoci che vogliono vedere che la beviamo.
“ma nonna davvero hai bevuto la piscia????ma ti è piaciuto???”
“non crederai ma all’inizio mi faceva schifo ma dopo,visto che Anna beveva e ingoiava,ho provato e quasi ho goduto senza toccarmi,se vuoi e quando sei decisa ti faccio provare”
“basta nonna dai e dopo vi siete sposati ovviamente”
“certo piccola e la prima notte ho rimirato come sempre tua nonna nuda ma dopo una bella leccata da tutte le parti,incluso il culo ho affondato il cazzo nella figa che era bollente,prima le sborravo sulle tette o sulla pancia ma da sposati le ho riempito la figa di sborra bollente,la nonna ha goduto urlando ma ero così eccitato che mi son fatto pulire il cazzo e lo chiavata ancora una volta con relativo riempimento di sborra,e così è rimasta incinta e ho visto tua mamma piccola appena nata,tenerezza infinita e amore a prima vista”
“allora nonno hai fatto il bravo con mia mamma o hai fatto il porcello come hai fatto con me”
“a dire il vero me la sono coccolata per anni e così quando era vicina ai 18 anni l’abbiamo festeggiata con una settimana di mare,uhhh adesso basta altrimenti mi scoppia il cazzo guarda come è ridotto con le tue carezze e leccatine fammelo scaricare e dammi quel culo meraviglioso,nonna leccala tutta mentre mi svuoto i coglioni”

Questo racconto di è stato letto 4 5 2 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.