A - Giallo erotico dell'estate, Introduzione

Scritto da , il 2022-08-03, genere dominazione

Sei in sala, le gambe raccolte all'indietro, seduta sulla grande sedia di vimini di fianco alla porta finestra. Sei assorta nello studio, ripassi per il compito di storia di giovedì. Mi accosto a te, e poso un bacio leggero sulle tue labbra.
"Ciao fidanzatino".
"Ciao Billie, come va lo studio?"
"Mmhh..."
Appoggio la borsa, mi accomodo in poltrona. Ti osservo in silenzio. Sei incantevole, come sempre. Il viso delicato, il corpo snello, mi sembra quasi fragile così magro, le gambe abbronzate, lunghe, splendide. Oggi indossi dei pantaloncini di jeans cortissimi, non te li avevo mai visti, e la classica camicetta, tre bottoni slacciati, niente reggiseno, a cui non resisto. Mi perdo nella tua scollatura, ad ammirare la curva delle tue magnifiche tettine, sperando in un movimento che mi faccia scorgere i capezzoli.
"Vuoi qualcosa da bere? Altra giornata torrida là fuori".
Ad un tratto chiudi il libro di storia.
"Micky, mi sono innamorata".
"Si, lo so quanta passione provi per me".
"Sciocchino. Per te provo un mix fra affetto e leggera repulsione".
"Ah, speravo un po' meglio."
"Che ci vuoi fare, voi adolescenti siete teneri ma volgari, respingenti".
"Ma scusa, non sei anche tu un'adolescente?"
"Ma ti sembra? Io l'ho saltata di netto l'adolescenza"
"Ah, ecco qual'è il tuo segreto. Ma svelami anche il secondo. Se non sei innamorata di me, dov'è che hai conosciuto questo tuo nuovo amore?
"In edicola"
"Te l'avevo detto di stare alla larga da quel posto e dai giornalacci che ci prendi. Ti sei innamorata del Michele allora? Non è un po' troppo maturo per te?"
"E chi cazzo è il Michele? E occhio che se fai lo stronzo le mie mutandine le vedi col binocolo, altroché fidanzatino. Cosa dovrei leggere, le riviste dei lecchini del poteri forti che ti prendi tu?"
Mi butto ai tuoi piedi in un gesto melodrammatico. "Chiedo perdono sua maestà! Non era mia intenzione farla innervosire! La prego, non potrei mai vivere senza la visione delle sue mutandine"
Ti metti a ridere. "Dai, suddito. Un veloce bacio ai piedi e sei perdonato, tirati su."
Ubbidisco sorridente e torno a sedermi.
"E allora, se non è il giornalaio, di chi è che ti sei innamorata in edicola?"
Ti si illuminano gli occhi. "Micky, è stata un'apparizione! Bellissima, alta, bionda, un viso Hollywoodiano."
"Beh, bellissima. Sarà mica più bella di te, impossibile."
"Micky, è una vera strafiga, molto più bella di me"
"Sarà... E come si chiama?"
"E che ne so?"
"Ma quanti anni ha, la nostra età?"
"È più grande di noi, non so, forse 25? Quasi 30? Così sofisticata, ed elegante, difficile da dire."
"E abita in paese?"
"Ero curiosa e l'ho seguita un po', è entrata in una delle villette in via Milano"
"Mmh, ci sono alcune seconde case li, alcune vengono affittate, chissà. Dobbiamo darci da fare a scoprire qualcosa di più."
"Eh, già, ma come? Mica la posso pedinare, o passare ore in edicola aspettando che ci torni"
"Ok, ho un'idea, passiamo a trovarla!"
"Ma sei scemo? Così, le citofoniamo? Scusa, ti ho visto in edicola, mi fai entrare?"
"Ah-ah, ma no, ascolta. Ci inventiamo un progetto di fine anno della scuola. Un questionario, di sociologia, per studiare il rapporto fra la gente del posto e chi viene da fuori, qualcosa nel genere. E poi si, le citofoniamo e le chiediamo se ha cinque minuti per aiutarci con sto progetto della scuola. Se non è proprio stronza vedrai che ci fa entrare, due studentelli di buone maniere bisognosi di un aiuto. Magari anche lei vuole farsi un'amica qua. Che ne pensi?"
"Mmh, sai che potrebbe funzionare? Lo sapevo che prima o poi saresti tornato utile, bravo Micky!"
"Sempre a tua disposizione."
"Lo so. A proposito, è da quando l'ho vista in edicola che mi è venuta una certa voglia... Andiamo in camera va', sei stato brillante con la tua idea, dopo ci lavoriamo al questionario. Ma prima voglio una bella leccatina, te lo sei meritato un premio. E chissà, se ti impegni e riesci a farmi venire con la lingua magari te lo faccio anche pucciare. Dai Micky, spogliati veloce e andiamo di la prima che cambi idea."
Mi spoglio in un attimo, tu mi guardi. Sorridi, ti avvicini e mi dai un bacio, poi mi prendi per mano e mi accompagni in camera a ritirare il primo premio.

(Continua...)

Fa sempre piacere ricevere commenti, suggerimenti, critiche etc, per due chiacchiere la mail è
iosonoimmaginario @ pm.me

Se quanto hai letto ti è piaciuto, puoi continuare a leggere i miei racconti acquistando su Amazon l'ebook o il libro cartaceo "Giochi per coppie"

https://www.amazon.it/dp/B0B7F8CFRS

edito dalla casa editrice Sogni Piccanti e lo potrai anche trovare cliccando direttamente su:
https://www.sognipiccanti.it/libreria.html

Questo racconto di è stato letto 9 9 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.