Sborrami ancora fratellino -11 -Saghe, Amori e perversioni di famiglie incestuose.

Scritto da , il 2021-06-12, genere incesti

Claudia e Lorella erano entrambe gravide con una differenza tra loro di un mese e tuttavia, il loro aspetto florido e felice, le rendeva del tutto simili agli occhi di chi le guardava.

Claudia aveva in grembo l'anelato frutto dell'amore per suo fratello mentre Lorella, che in una sprazzo di pentimento per come tradiva il marito, aveva deciso, con un espediente messo in atto col suo ginecologo, di farsi ingravidare almeno una volta anche da lui.

Così era convinta di aver fatto.

La lunga frequentazione tra Claudia e Lorella e la loro complicità, le aveva rese somiglianti persino nell'aspetto truccandosi allo stesso modo ed indossando abiti simili che andavano a scegliere insieme in negozio ed anche le loro movenze ed i loro atteggiamenti erano del tutto simili.

Era anche capitato spesso che nei camerini di prova dei negozi, si facessero chiavare dallo stesso commesso

La loro vita sessuale si svolgeva con grande, soddisfazione per entrambe godendo della massima libertà da parte dei mariti uno dei quali assente nelle pretese coniugali e l'altro proprio assente fisicamente a causa della sua trasferta lavorativa in medio oriente.

Dunque, Lorella scopava regolarmente col padre ed il suocero mentre Claudia veniva egregiamente soddisfatta dal fratello che tra l'altro, l'aveva anche sverginata e ingravidata al suo rientro dal viaggio di nozze.

Insieme poi e talvolta anche con la complicità di Fulvio, andavano a caccia di cazzi "una botta e via".

L'estate si stava avvicinando ed il loro ginecologo Renzo, le aveva invitate a passare una settimana nella sua casa alle Cinque Terre ,sito ligure noto per la famosa "Via dell'Amore".

La casa per quanto non molto spaziosa(In quella zona sono tutte piccole e ricavate in grotte o case di pescatori), aveva 6 posti letto e tutti i confort.

Comunque, quel rustico affacciava direttamente sul mare offrendo uno scorcio mozzafiato chiaro invito all'amore.

Sei posti letto e sei erano le persone in quanto, oltre ai 4 ospiti e il ginecologo, vi era anche sua figlia, una splendida ragazza innamorata del padre.

Quella presenza, non era casuale nelle intenzioni del padre il quale sperava che la figlia andasse d'accordo con Fulvio e che la simpatia reciproca potesse sfociare in altra cosa più importante.

E' utile ricordare che Renzo (Il ginecologo) aveva già manifestato la sua intenzione di essere il primo a fare l'amore con la figlia ed il primo a ingravidarla.

Dunque, in quel momento e per tutto il Week end la ragazza sarebbe certamente rimasta illibata.

I letti naturalmente, erano stati distribuiti secondo gli amori incestuosi dei presenti:

Claudia col fratello - Lorella col padre e il ginecologo con la figlia.

Stranamente, benché così vicini, quella prima notte, ognuno aveva fatto l'amore col proprio partner ed anche il ginecologo si era dato da fare con la figlia nonostante fosse ancora vergine.

Naturalmente, essendo medico, chi meglio di lui poteva sapere come farla godere traendone lui stesso piacere senza lacerarla nell'onore.

Il giorno successivo, tutti avrebbero capito che il vero scopo di quell'incontro non era tanto favorire delle ammucchiate a letto che pure si potevano fare ma c'erano 2 priorità che il ginecologo avrebbe svelato la sera successiva a cena.

Una delle due priorità si era messa in moto da sola nel momento che a tavola per oltre un'ora non erano presenti Fulvio e Lucy che evidentemente avevano cercato un poco di intimità per conoscersi meglio.

L'altro argomento sicuramente più succoso, era stato affrontato dal ginecologo quando anche gli altri ragazzi erano rientrati sedendosi anche loro a tavola.

-Provate a guardarvi ed esaminare con attenzione le persone sedute a questo tavolo e cosa rappresentano per se stessi e per il gruppo?-

Colti alla sprovvista da quella inattesa domanda, erano rimasti tutti senza parole e istintivamente cercavano negli sguardi degli altri le risposte che non avevano.

-La risposta è ovvia...troppo facile ed è per questo che siete così titubanti.

La risposta è semplice...siamo 3 coppie che si amano.

Ognuno di noi è innamorato del proprio partner e.....non lo possono dire al mondo!

Il nostro è un amore vero e tuttavia nessuno deve venire a saperlo!

Il nostro è un amore puro, sincero e disinteressato al punto che possiamo condividerlo con quelli come noi senza rivalità, senza gelosie eppure, nell'obbligato silenzio della clandestinità.

Il nostro è un amore che fa scandalo!

E chi si scandalizza di questo amore?

"Gli ipocriti - I Farisei- I sepolcri imbiancati" avrebbe detto Cristo!

Noi siamo innamorati ed abbiamo messo al mondo dei figli dei quali siamo innamorati e che ci ricambieranno con lo stesso amore, la stessa passione e lo stesso desiderio e ci daranno dei figli che potranno perpetrare ed alimentare la saga delle nostre famiglie allargate.

Diventeremo una comunità!

Credo che un giorno sarà così per tutti, non solo per noi che sembriamo già avviati per quella strada!

Le famiglie saranno impostate sull'amore senza pregiudizi di razza, genere, colore della palle e.....del sangue!

Esistono già comunità improntate se quasti principi e purtroppo, da quello che ne so, sono state anch'Esse strumentalizzate da gente senza scrupoli animati solo da manie di potere e sete di denaro.

Perché vi dico queste cose?

Perché ho delle notizie che possono dimostrare come l'ipocrisia imperante possa creare mostri che sfuggono al controllo di chi le vive.

Non parlo certo della miserabile ipocrisia che vediamo tutti i giorni davanti ai nostri occhi.

Parlo di qualcosa di più pregnante, squallida e crudele!

Parlo di tradimento e non di corna!

Parlo del tradimento degli affetti e della fiducia.....parlo della mamma che tradisce i propri figli.

-Tua madre per esempio.-

Rivolgendosi a Lorella sotto lo sguardo preoccupato del padre:

-Tua madre era innamorata di suo padre ed ha voluto che fosse lui a farti concepire e poi, ha affidato la tua preparazione alla vita proprio a lui tenendosi in disparte per il tempo necessario col risultato che tu oggi sei una donna meravigliosa,
felice e con tanto da dare ancora ai tuoi genitori ed ai tuoi figli:-

-E' vero!-

Aveva risposto Lorella stringendosi al padre che la copriva di baci e le accarezzava i capelli.

-La stessa cosa non si può dire della famiglia di tuo marito.

Una famiglia crudele, ipocrita e composta da veri pervertiti....una perversione fisica e mentale.

Hai fatto bene tu Lorella a non farti ingravidare la prima volta da tuo marito e/o da suo padre.

Non è mia abitudine spiare le persone soprattutto davanti a casi così particolari.

Sai anche tu quanto voglia apparire buona, devota e rispettosa dei comandamenti della sua religione la mamma di tuo marito.

Ebbene, se io credessi nelle superstizioni, potrei affermare che si tratti di una vera strega.

Lei è l'amante del parroco e proprio da lui ha avuto quel figlio(Tuo marito) che poi gli ha offerto come sacrificio sessuale.

Tuo marito è stato offerto al parroco per soddisfare le sue perversioni ed anche oggi da adulto e sposato,lo usa per i suoi vizi sessuali.

Il loro rapporto malato è improntato su una spiccata blasfemia e comportamenti satanici e pedofili.

La prima vittima di quella loro perversione è il figlio(Tuo marito) che nel nome di dio è stato allevato condizionandone i comportamenti e modificandone la personalità.

Tuo marito viene usato indifferentemente dai due complici blasfemi e quando è lei a volerne abusare incestuosamente, viene imbottito di Viagra e quando al contrario, è lui a volerlo usare come femmina, gli rinchiudono il membro in una gabbia di plastica ed a turno, il prete col cazzo e la mamma con una protesi di lattice, se lo inculano.

Dalle mie informazioni non è chiaro se il marito sia a conoscenza di tutto questo o se, addirittura faccia parte anche lui di questo gioco percerso.

segue

Questo racconto di è stato letto 3 3 3 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.