Ragazzo,accompagna tua madre sul letto nuziale a fare l'amore.....senza preservativo stavolta! - Cap.4°

Scritto da , il 2021-03-28, genere incesti

Fortunatamente,l'era del covid era di la da venire ed il tempo della liberazione di Mary dalla sua patologia alle ovaie e dalle sue ossessioni sessuali si stava avvicinando.

La cura imposta dall'amica e ginecologa Sandra,pareva dare ottimi risultati.

La terapia naturalmente,era applicata su tre fronti;Quello strettamente medico,quello psicologico(Negli studi in medicina di Sandra,vi erano stati anche aluni corsi di psicopatologia sessual)e quello affettivo in cui erano coinvolti il marito e il figlio.

Ovviamente,la cosa più difficile da curare era la perdurante ossessione per il cazzo che,per quanto oramai sotto controllo da alcuni mesi,era sempre pericolosamente latente.

Certo,erano lontani i tempi in cui ad ogni maschio che incontrava chiedeva:Vuoi chiavare? Vuoi che ti faccia un pompino? Chissà che cazzo che hai...vuoi la mia fica? Vuoi il culo? Mmmm...che maschione...ti succhierei il cazzo quì in mezzo a tutti.......!

Ed erano i tempi che aspettava i maschi nei cessi degli uomini nei luoghi pubblici o si faceva accompagnare dal marito nei parcheggi frequentati da guardoni segaioli o in cerca di coppie e mogli da scopare.

Per non parlare le volta che si era fatta accompagnare nei locali per scambisti o i pornoshop attrezzati per quel tipo di incontri....non si ricorda neanche lei quanti cazzi ha succhiato e quanta sborra ha bevuto dentro quei box col buco dai quali uscivano cazzi di sconosciuti.

Suo marito come già detto,conoscendo la sua dipendenza dal sesso,cercava di accompagnarla sempre per proteggerla da malintenzionati e accertarsi che usasse il preservativo che lui stesso le procurava.

Spesso,ero la stessa amica ginecologa a prendere il posto del marito quando lui era impossibilitato e lei smaniava dando segni di voglie incontrollabili.

Non erano rari i casi in cui anche l'amica si concedeva a qualche maschio o coppia con lei lesbica.

Tutto questo disordine era fortunatamente sotto controllo da quando la malattia glielo aveva imposto e da quando,nella sua turbolente vita erotica era subentrato suo figlio.

Da quel momento,tutte le sue voglie venivano soddisfatte dal ragazzo(fotunatamente in gran forma,ben dotato e sempre voglioso di accoppiarsi con la mamma anche se alquanto insofferente all'uso del preservativo)e dagli incontri che Sandra organizzava nel suo studio o in qualche albergo fuori mano.

Al ragazzo non pareva vero di avere allargato il giro che comprendeva oltre che sua madre e Sandra, anche tutte le mogli dei cornuti che frequentavano il suo studio medico.

Mary stava guarendo!

Le medicine facevano effetto e i suoi disturbi,i suoi dolori e tutte le sue funzioni ormonali compreso il ciclo,erano tornate a posto.

Psicologicamente,pareva aver ritrovato un equilibrato rapporto di moglie col sempre paziente e innamorato marito col quale aveva anche ripreso ad avere qualche rapporto a letto.

Col figlio le cose andavano alla grande ed il ragazzo non la lasciava mai insoddisfatta.

A riprova di quegli importantissimi miglioramenti,vi era il fatto che,anche se qualche giorno non faceva l'amore e dunque non scaricava le sue tensioni erotiche,non le venivano più quelle emicranie da astinenza ed anche il suo carattere non dava segni di insofferenza rimanendo dolce ed affabile come sapeva essere nei suoi momenti migliori.

Il marito era entusiasta di quei cambiamenti della moglie e non finiva mai di ringraziare Sandra per quel miracolo completamente merito suo.

Una sera era addirittura successo che in assenza del figlio fuori dal paese per motivi di università,Mary avesse chiesto a Sandra di fare l'amore insieme a lei ed il marito.

Quell'evento così straordinario aveva confermato il reale cambiamento in atto,avevano goduto ed avevano trascorso la notte abbracciati come fossero spose in viaggio di nozze col marito condiviso.

Erano passati circa 4 mesi da quando tutto era cominciato ed una sera mentre dopo cena Mary,il marito,il figlio e Sandra erano seduti in soggiorno a bere un drink,Sandra aveva detto:

-Ragazzi,questa giornata è stata davvero stupenda!

La cena ottima con piatti che solo Mary col sapiente tocco delle sue mani riesce a cucinare così bene!

Il vino era ottimo e la compagnia sicuramente la migliore che si possa desiderare.

Cosa posso aggiungere?

E' una notte dei miracoli questa.....come cantava Dalla e non bisogna lasciarsela sbiadira dall'arrivo dell'alba.

Ho voglia di fare l'amore e se Gigi è d'accordo,andrei con lui nella camera di vostro figlio mentre tu Antonio accompgna tua madre sul letto nuziale e fai l'amore con lei per tutta la notte ma stà attento è in una fase fertile e non ti permettere di usare il preservativo.....il tuo compito è quello di farla godare come non le è mai successo e di impregnarla per coronare il tuo desiderio e quello di tua madre e tuo padre e....ed anche mio se non vi dispiace!

Quanto a me,anch'io sono fertile e se tutto va bene e Gigi lo vuole,mi piacerebbe regalarti un fratellino.

"Alla faccia di quel cornuto di mio marito" aveva pensato tra se e se Sandra già bagnata tra le cosce e con gli occhi lucidi dalla gioia.

segue

Questo racconto di è stato letto 5 8 4 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.