Quando lui ti fotte la mente

Scritto da , il 2020-11-30, genere etero

Stasera ho voglia... Non so che mi prende, sono sola ma decido comunque di mettermi sexy, rosso ecco: un neglige' rosso, lo indosso mi guardo allo specchio, mi trovo sensuale, mi sdraio sul letto e inizio a sfiorarmi, prendo il cellulare e mi scatto una foto poi non so che mi prende e in una scelta improvvisa te la invio, un attimo e mi rispondi con una sola parola "brava", io la sento come se me lo avessi appena pronunciata all'orecchio, inizio a toccarmi e te lo dico allora mi chiami e le tue parole mi eccitano di più, inizio ad ansimare a godere e tu ascolti tutto, mi dici o forse mi ordini di usare un dildo, allungo la mano e prendo il mio vibratore, è come se a penetrarmi fossi tu, adesso godo in maniera indecente e ti ascolto mentre mi parli mentre mi dici di godere di venire.... E lo faccio... Dovrei calmarmi, vorrei calmarmi ma le tue parole mantengono alta la mia eccitazione , mi sto scopando da sola ma sei tu in realtà che mi fotti la mente, vuoi che usi un altro sex toys quello doppio, ormai reagisco solo di istinto... Lo prendo e inizio a fottermi fica e culo, tu mi ripeti che sono una troia, che devo godere, e lo faccio, godo in maniera spudorata e ti sento mentre tra i denti sibili PUTTANA  forse vieni anche tu in quel momento io di sicuro sbrodo tutto il mio piacere e lentamente muoio...

Questo racconto di è stato letto 2 3 8 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.