Mia suocera Teodolinda

Scritto da , il 2020-09-15, genere etero

Ho sempre apprezzato mia suocera Teodolinda, che tutti noi chiamiamo Linda, sia per il carattere dolce ed allegro sia per il suo fisico, che io trovo assai appetitoso. Linda ha 52 anni ed è abbastanza giovanile, credo che da ragazza fosse considerata una gran figa, considerando che anche adesso si fa notare per il viso attraente e la pelle che sembra quella di una ragazzina. Ma anche per il corpo curvilineo, con tettone quinta misura, vita stretta e fianchi abbondanti,culone bello e femminile sopra gambe importanti e molto toniche. Non è alta, solo 1,60 scarsi ma a me non sembra affatto un difetto…..lei è bella così, mi sembra persino che le sue caratteristiche fisiche si adattino in modo perfetto alla sua statura.

Io e mia moglie Tessa, 29 anni io e 25 lei, andiamo spesso dai suoi la domenica, in quanto a Linda piace averci per casa e cucinare per tutta la famiglia. A quei pranzi domenicali va sempre a finire che si mangia un po’ troppo e si beve anche molto, in quanto mio suocero Pasquale ama stappare continuamente bottiglie di vino rosso e di spumante.

Al pomeriggio, dopo almeno 3 o 4 ore trascorse a tavola, capita che io e Tessa saliamo nella sua camera da ragazza, che ha voluto mantenere invariata, e ci sdraiamo nel letto a fare la pennichella. Qualche volta ci mettiamo nudi a scopare, anche perché abbiamo in programma un figlio che non si decide ad arrivare. Alle volte devo tappare la bocca a Tessa per timore che qualcuno senta i suoi gemiti e gli urletti di godimento che si lascia scappare con una certa frequenza.

Devo dire che Tessa come donna mi piace, è molto calda e sensuale, ma non posso impedirmi di pensare a come deve essere la mamma a letto…anzi, il pensiero di Linda da un po’ di tempo comincia a tormentarmi…..credo di desiderarla anche più di mia moglie….diciamo pure che sta diventando una specie di ossessione sessuale.
Molte volte la guardo seduta sul divano davanti a me e i miei occhi sono calamitati dalle cosce sode inguainate da calze e reggicalze….si, perché spesso il reggicalze fa la sua apparizione fugace sotto la sua gonna e il mio cuore sobbalza di sorpresa e desiderio. Non so cosa darei per cacciare le mie mani sotto quella gonna e palpeggiare le sue cosce fin sopra l’orlo delle calze…riempirmi i palmi di quella carne soda di femmina……
Qualcosa mi dice che Linda si sia in qualche modo accorta dei miei desideri e che tutto sommato ne sia piuttosto lusingata…..le donne sono tutte così…..vogliono sempre essere desiderate, è una conferma della loro femminilità. A una certa età poi gli sguardi maschili diventano una vera necessità…..ne hanno estremo bisogno, per rassicurare sè stesse sugli anni che passano e la giovinezza che svanisce.

Credo che Linda non faccia eccezione e che quindi non sia insensibile a questo tipo di pensieri. Io colgo qualche conferma dal suo sguardo quando i miei occhi incrociano i suoi dopo aver esplorato, direi quasi fotografato, gli scorci di coscia che a volte mi concede….ecco….in quei momenti il suo sguardo è già su di me…..lei mi sta attentamente osservando per vedere se sono caduto nella trappola, se le sue bellezze nascoste suscitano in me emozione e desiderio…..
Ma oltre a questo, è quell’impercettibile sorriso che si disegna sulle sue labbra a completare il messaggio…..è come se mi dicesse : “si, vabbè, ho capito che ti attraggo, ma non ti allargare troppo….accontentati di qualche sbirciatina”…..

Io però ho la mia filosofia. Come maschio abbastanza esuberante, dal punto di vista sessuale intendo, ho l’intima convinzione che le donne siano tutte assai deboli nei confronti di un uomo che le desidera, soprattutto se giovane e fisicamente ben messo come me. Inoltre credo che una donna se lascia trasparire un accenno, una briciola di interesse…….una traccia infinitesimale, quasi inesistente, di consenso, alla fine stia dicendo un sì….o almeno un forse, che poi per le donne è la stessa cosa….

Forte di queste mie convinzioni maschiliste, convalidate anche da una personale, anche se non lunghissima, esperienza, mi sono deciso a fare il grande tentativo. Sicuramente azzardato, ma ormai per me indispensabile al fine di ritrovare la pace dei sensi.
L’attesa dell’occasione giusta è stata sfibrante, ma alla fine mi è sembrato che fosse arrivata.

Il mese scorso Linda è venuta a casa mia per portare della biancheria da letto per la figlia. Tessa era al lavoro ed io ho lo studio di fisioterapia in casa.
Linda era molto allegra quel giorno ed io la trovavo particolarmente sexy. Ha insistito per prepararmi il caffè ed allora l’ho seguita in cucina. Osservavo quel bel culone ondeggiante, le natiche belle piene che disegnavano la loro forma sulla gonna….avevo l’acquolina in bocca….che meraviglia di curve..il mio cazzo era già duro…..

Ho rischiato il tutto per tutto e le ho circondato i fianchi con le braccia restando dietro di lei mentre stava facendo il caffè……

-------- Grazie Linda, oggi sei bellissima…..la più bella suocera del mondo per me ---------

---------- Max, ma che dici?.....capisco pensare alle belle donne, ma solo a quelle dell’età giusta, come Tessa……anzi, dovresti pensare a lei sola….in teoria….-------------

---------- e in pratica?....----------

---------- in realtà io lo so che voi giovanotti siete talmente pieni di ormoni che non sapete resistere al fascino femminile…..ho esperienza, sai?....e poi tu, dato che sei giovane e con un aspetto affatto da disprezzare, avrai avuto sicuramente le tue avventure prima del matrimonio e ti sarai tolto più di qualche sfizio….o sbaglio?....-------

----------- no, no…..è vero, qualche sfizio me lo sono tolto, ma sai com’è, c’è sempre qualcosa di nuovo e interessante che sollecita l’attenzione di un uomo……------------

--------- per quanto posso capire io, la parte di te più sollecitata adesso sta premendo in modo un po’ insistente sul mio…ehm…posteriore….--------

-------- ah…già….ma guarda un po’…alle volte succede, sai?....uno non si accorge e l’amico gli fa uno scherzetto improvviso…..tu pensi che sia una cosa grave?....-----------

-------- dipende….normalmente no….ma in certe occasioni può essere fuoriluogo ----------

Percepivo un leggero tremore nella sua voce e non mi sembrava che fosse provocato da fastidio o imbarazzo….anche perché non avevo l’impressione che si stesse sottraendo al mio contatto ravvicinato, anzi…..
Per cui ho mollato gli ormeggi, l’ho girata e le ho infilato tutta la lingua in bocca, forzando le labbra…che con mia sorpresa hanno ceduto un po’ troppo facilmente…..Linda si è messa a mugolare fingendo, con scarsa credibilità, di divincolarsi dalla mia stretta.

--------- Max….sei pazzo….ma ti rendi conto?.....dai, smettila…-----------

Raramente avevo sentito una difesa femminile così poco convinta.

--------- Dai Linda, fai la brava….accontentami…..su….vedrai che ti piace….lasciami fare……che ti costa?.....----------

--------- ma cosa vuoi fare?....non si può….------------

-------- si che si può…..ne ho troppo voglia…non resisto più….voglio vederti….vederti spogliata intendo….dai, fammi vedere qualcosa di eccitante, di erotico….sto impazzendo di desiderio….---------

-------- ma cosa vorresti che faccia?…è imbarazzante….mi vergogno…-----

--------- andiamo di là, io mi metto sul divano e tu in piedi davanti a me mi fai vedere le gambe….lo sai bene che muoio dal desiderio di guardarti sotto….su, dai, fammi contento-----------

Linda è rimasta zitta, come rassegnata, ma io intuivo che stava giocando la parte della vittima costretta a fare cose turpi contro la sua volontà.

---------- ecco Linda, adesso tira su il vestito…voglio vedere tutto, anche il reggicalze…. ------------

Linda, afferrando l’orlo della gonna, ha iniziato a scoprire le gambe, mostrandomi le sue grazie un po’ alla volta, da gran puttana….le sue mutandone rosa col pizzo erano contornate da uno splendido reggicalze in tinta…..che bella visione….

-------- allungati sul divano adesso…..e comincia a sgambettare…..voglio vedere le tue cosce con indosso le calze che si levano in alto per il mio piacere…..ecco, brava….hai delle belle scarpe col tacco…..sono molto sexy quando ti fai vedere a gambe all’aria……mi fanno tirare di più il cazzo….
Adesso mi metto nudo, Linda…..così mi dici se il mio cazzo ti piace…..-------

Il mio cazzo è di bell’aspetto e quando è duro ha anche dimensioni discrete….gliel’ho presentato a pochi centimetri dalla faccia….lei ne sentiva il calore e l’odore…..

----------- stai vestita per il momento, ma comincia a succhiarmi il cazzo….
aahhh…..si….così….ecco, fallo arrivare in gola….aaaahhh….che troia…..li fai bene i bocchini…..aaaahhhh……troia…..dai pompa…..aaahhh……--------

Linda mi ha spompinato da gran maestra per dieci minuti buoni, facendomi vedere il paradiso e portandomi pericolosamente verso il punto di non ritorno.

-------- ferma, ferma…..se no ti faccio il pieno in gola…..adesso voglio che ti spogli nuda per me….------------

-------- si Max….adesso mi mi metto nuda…..aspetta….----------

Che gran bel pezzo di figa……era una splendida manza da chiavare….con belle forme e curve al posto giusto……dopo aver impugnato le sue cosce e sprofondato la faccia sulla figa pelosa ho ciucciato e leccato come un pazzo quelle intime bellezze di gran femmina….e gran vacca…..Linda era tutta bagnata e gemeva lentamente……
Poi sono salito lentamente lappando tutto quella abbondanza di carne e mi sono concesso, prima di iniziare la monta, una lunghissima succhiata delle sue grandi tettone….le ho lappate ed ho aspirato i capezzoli facendoli allungare al massimo….che polposità…che abbondanza di carne naturale……mi sono davvero perso sprofondando faccia e lingua tra le sue tette……il mio cazzo fremeva di voglia e non potevo più farlo aspettare….

--------- scopami Max….avanti….non ce la faccio più…..dammi il cazzo Max…..mettimi dentro il tuo bel cazzo duro….è tanto che non mi godo un cazzo così…..-----------

L’ho impalata con decisione facendo sprofondare il cazzo in quel mare di liquido….era completamente sfondata la troia…..ho pompato nella sua figa con goduria, finalmente mi stavo chiavando mia suocera…..le tettone ondeggiavano in alto e in basso sotto i colpi, lentamente, per via del loro peso non indifferente…..

--------- ti piace troia?.....dì la verità……non vedevi l’ora di farti montare dal marito della tua figliola……chissà quanto ti sei masturbata mentre io e Tessa scopavamo di sopra……tu volevi provare il mio cazzo, vero?.....morivi dalla voglia di farti impalare da me…..eri molto erotizzata da noi due che ci stavamo accoppiando nudi sul letto…..magari hai anche sentito i rumori, qualche grido di piacere, sono sicuro che dopo andavi a fiutare le lenzuola per sentire l’odore di me, del mio cazzo, della mia sborra…..bella puttanona…come sei soda…..questa sì che è una bella monta.

------sì..sì..Max….chiavami….lo ammetto….mi sono tanto masturbata pensando a te……----------

------ tu lo sai che ti volevo, desideravo la tua carne, le tue gambe, la tua bocca…..la tua figa morbida…..
aaahhh…..aaahhh……adesso ti vengo dentro, sentirai che bel calore di sborra calda…..è la stessa sborra che do a tua figlia e te ne voglio dare molta perché sei sexy, vacca e vogliosa…..adesso ti riempio fino all’orlo……---------

--------- si Max, ti prego….sborrami dentro…----------

Ho dato una bella serie di affondi piantato tra le sue cosce alzate……e alla fine con un urlo di liberazione ho aperto la diga dei miei coglioni…..

-------------aaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhh…..vengo…vengo…..senti la sborra Linda……godi puttana….aaaaaaahhhhhhhhhh……------------
Mentre schizzavo una impressionante quantità di semenza nella figa di Linda, ho potuto sentire anche il suo orgasmo, intenso e lunghissimo……. --------------- ooooohhhh……oooohhhh….oooooooooooooohhhhhhhh……. …che godimento…..che bello venire sotto il tuo cazzo, Max…..sei davvero un buon maschio….. che goduta……oooooohhhuuuuuuuuhhhhhh……….si…si…dammi tutta la tua sborra in figa…..tutto dentro Max….che bello…che bello……---------

------- sei una gran vacca da monta Linda….d’ora in avanti ti voglio a mia disposizione tutte le volte che lo desidero….tu mi farai eccitare con tette, cosce e culo, come già stai facendo peraltro…..e io ti monterò appena avremo l’occasione giusta…..in bagno…sulle scale….in cantina….ovunque ci sarà la possibilità di fare una sveltina o un bel pompino….----------

Quella mattina abbiamo continuato per ore……il mio cazzo teneva botta ed era sempre duro……l’ho montata a pecorina e poi di sponda…da dietro, sempre innaffiandole la figa….prima di finire ha voluto bere la mia sborra, peccato che ne fosse rimasta poca.

Adesso io e Linda scopiamo regolarmente, cercando le occasioni e i posti giusti….. ho dovuto persino fissare dei turni tra lei e la figlia, non sono superman e una al giorno mi sembra che basti, anche perché Linda pretende molti bis, il mio cazzo non le basta mai….. ho anche stabilito che il lunedì non si scopa….come stallone di famiglia ho anch’io diritto ad un giorno di riposo.















Questo racconto di è stato letto 4 7 5 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.