Giorgio e le prime esperienze anali (3/3) Fine

Scritto da , il 2019-09-02, genere fisting

... episodio 3/3

"Pronta?"

Ero così eccitata. Era una sensazione che non posso descrivere ...

"Oh sì! Mettimi il dito nel culo!"

La punta del dito mi entrò. Sembrava enorme e i miei muscoli hanno cercato di respingerlo. La realtà non era all'altezza di ciò che avevo immaginato pochi secondi prima.

"Ahi!"

"Scusami!" Giorgio spostò il dito e mi tenne semplicemente la mano sul culo.
Le sue dita ora mi massaggiavano ancora la zona dell’ano. Poi alcune dita mi iniziarono ad accarezzare delicatamente il buco.

Lo volevo, volevo essere penetrata. Quel solletico doveva avere un effetto.

"Puoi riprovare, Giorgio?" gli dissi

"Sei sicura?"

"No, ma voglio provare."

La sua punta del dito era di nuovo nel mio buco e ora ho iniziato a spostarmi all'indietro verso di esso. Intanto la mia figa era allagata e il suo succo fuoriusciva abbondantemente colando sul letto.

Ha tenuto il dito nella stessa posizione e sono stata in grado di reagire. Il suo dito, dopo una divagazione sui glutei e di nuovo tornato sul buchetto e l'ho sentito entrare.

Ora mi stavo controllando ed ero in grado di godermi la sensazione. Mi sono sentita bene. Il dito di Giorgio nel mio culo stava risvegliando i miei sensi verso una nuova dimensione del piacere che ancora non conoscevo.

"Ti piace, dolcezza?"

"Oddio...!" ho risposto gemendo

Mi sono messa a dondolare contro la sua mano e il suo dito è andato più a fondo nel mio culo. Ora mi sentivo veramente a mio agio. Gli ho chiesto di muovere costantemente la mano e aggiungere delle dita.

Le mie gambe erano aperte e le sue dita hanno iniziato un movimento ritmico che entrava e usciva da me. Ho afferrato le spalle di Giorgio e mi sono tirata su, lungo il suo corpo, in modo che il suo cazzo scivolasse in basso e non fosse più intrappolato sotto di me.

"Mi vuoi scopare, Giorgio?" ho chiesto sussurrando.

"Lo vuoi?"

"Sì. Voglio sentire il tuo cazzo penetrarmi"

Giorgio mi tolse le dita dal culo e afferrò il lubrificante sul letto accanto a noi consegnandomelo

"Mettine molto sul mio cazzo e mettine anche sulla tua fighetta"

Ho seguito il suo consiglio spalmando il lubrificante in abbondanza, come mi aveva detto.

Il suo grosso cazzo era così duro. Mi sono seduta sopra di lui e mi sono abbassata in modo da stare a cavalcioni delle sue gambe coprendo quel fantastico cazzo con il mio corpo avvolto da una lozione scivolosa. Mi misi a cavalcare su e giù per il suo fantastico cazzo.

Mi sentivo così bene che quasi volevo masturbarlo di nuovo, ma quella penetrazione profonda mi provocava uno strano solletico al mio culo ... Volevo sentirlo penetrarmi a fondo anche il culo, scoparmi fino ai coglioni.

Mi venne poi un’idea, mi sono girata ruotando il mio corpo, ho lubrificato nuovamente il culo per bene e poi unito le dita della mia mano destra. Piano piano ho iniziato a spingere il mio indice dentro di me. Quindi, pensando che potesse essere una buona idea, ho unito più dita riuscendo a penetrarmi il culo con un contorsionismo degno di un’artista del circo.

"Mi sto toccando il culo, Giorgio. Ho inserito tre dita nel mio culo! Funziona e mi piace parecchio. Ora scoparmi tu con le tue belle dita"

Ormai mi ero sciolta completamente e mi sentivo a mio agio; merito suo e del suo paziente approccio.

"Mi sento bene con le mani nel culo, ma ora voglio il tuo cazzo Mi vuoi Giorgio? Vuoi scoparmi nel culo?"

"Sì, sì oh dio sì" rispose immediatamente, dandomi poi un suggerimento.

"Sali su di me in modo da poter controllare quanta parte del mio cazzo vuoi che ti penetri, va bene?"

Ma io volevo che mi scopasse il culo, non che lo cavalcassi. Senza proferire parole mi sdraiai sulla pancia, afferrai un paio di cuscini e me li misi sotto la pancia per sollevare il mio culo.

"Ora scopami Giorgio. Scopami da dietro!"

"Oh sì, che meraviglia. Hai un culo sexy, mi piace scopare quel tuo dolce culo da teenager”

Si alzò e si mise dietro di me. Con le sue mani forti iniziò ad accarezzare, impastare e massaggiare le mie natiche. Poi si inginocchiò e mi conficcò la lingua nel culo. Ho sentito l'umido della sua lingua e il caldo del suo alito. Questa sensazione ha spinto il mio desiderio ad un altro nuovo livello, ora ero indemoniata di sesso. Volevo di più!

"Voglio qualcosa dentro! Voglio il tuo cazzo! Scopami. Scopami adesso"

Ho allungato la mano e lui si alzò mettendosi tra le mie gambe aperte. Ho poi afferrato il suo cazzo e l’ho posizionato in modo da sentire la cappella che toccava il mio sfintere. Tolsi poi la mano.

Giorgio era così agitato che aveva problemi a prendersi il suo tempo, ma era un amante garbato e l'ho sentito scivolare lentamente e costantemente nel mio vorace buco del culo. Poi d’un tratto si fermò e si ritirò.

"No, non toglierlo. Lo voglio” gli ho detto.

Finalmente si è deciso a penetrarmi con tutta la sua lunghezza del suo cazzo in culo. Ora il suo bel cazzo era sepolto nel mio culo.

"Oh Giorgio. E’ così bello sentire il tuo cazzo dentro di me"

Si calò su di me e iniziò a lavorare con i fianchi. Lo sentii andare sempre più a fondo nel mio culo; il suo respiro caldo alitava sul mio collo.

Man mano che pompava i colpi hanno iniziato a fare effetto. Ho sentito un gran calore salire dal culo e l’eccitazione che aumentava. Stavo per venire per la prima volta venendo scopata nel culo.

"Sto vendendo Giorgio, fammi sentire il tuo sperma, lo voglio …!"

È stato il più intenso di qualsiasi altro orgasmo abbia mai avuto. Era fantastica quella sensazione del suo grasso cazzo che mi pompava mentre lo sperma bollente usciva dal suo cazzo per riempirmi le budella e poi colare sul cuscino sotto di me.

Giorgio ha continuato a pompare mantenendo lo stesso ritmo e lo sperma continuava a scorrere fuori di me. Deve essere durato quasi un minuto, poi ha accelerato per l’ultima volta e l'ho sentito accasciarsi sopra di me.

Le sue braccia mi abbracciavano, mi teneva così stretto che quasi non riuscivo a respirare. Giorgio era crollato su di me, ma il suo cazzo non era uscito, era ancora sepolto a fondo nel mio culo.

Era una sensazione fantastica, sentire l'umidità e la colata della sua sborra quando cominciò a fuoriuscire dal mio culo e colare sulla mia figa. Mi sentivo come in Paradiso, senza pensieri, leggera, libera ….

Dopo una decina di minuti Giorgio si riprese e si mise in ginocchio dietro di me. Ho sentito con rammarico il suo pene uscire dal mio culo.

"Mi è piaciuto Giorgio" dissi, piano, senza guardarlo.

“Anche a me, molto” mi rispose

"Sai Giorgio, ma mi sono così eccitata nel momento in cui sei entrato in stanza e poi ti ho visto nudo e con il cazzo duro. Sapevo di volerti."

"Vorresti farlo di nuovo?" mi chiese

"Oh sì. Mi sono sentata così bene. Mi è piaciuto sentirmi posseduta da te, Giorgio"

"Beh, dovremo sicuramente ripeterlo se ti è piaciuto, ma non subito, devo recuperare" disse sorridendo

Anche se il mio culo era dolorante questa scopata con Giorgio è stata fantastica. Ma non è davvero stata l’ultima, l'abbiamo fatto di nuovo tante e tante volte quando ero a casa sua.

Da quella prima volta ogni volta che sua moglie era fuori casa io tornavo a far visita a Giorgio prendendo possesso della casa. Mi piaceva passeggiare per casa nuda, stare nel loro letto con Giorgio. Tenuta tra le sue braccia forti, i nostri corpi nudi intrecciati.

Comunque, Giorno mi ha scopato in ogni dove della loro casa e in qualsiasi posizione. Da dietro, nella posizione del missionario, sollevata tra le sue braccia virili, sulla lavatrice, mentre lavavo i piatti ...

Giorgio mi ha fatto delle foto mentre mi masturbavo il culo con le dita. Questo giochetto mi piaceva molto e con gli anni sarebbe poi diventato il mio chiodo fisso. Ora amo penetrarmi e farmi penetrare il culo sia con grandi oggetti che con una o due mani, fino al polso e a volte anche oltre.

La nostra torrida relazione ora è finita, ma alle volte trovo ancora delle scuse per passare da lui quando so che Linda è assente.

A Giorgio piace sempre il mio culo ora non più stretto come allora. E sono sempre desiderosa di sentirmi penetrata da quel bel grosso cazzo duro che mi allarga ogni buco e mi provoca un prurito irresistibile.

FINE

Questo racconto di è stato letto 3 8 8 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.