Giorgio e le prime esperienze anali (2/3)

Scritto da , il 2019-09-02, genere fisting

... episodio 2/3

Ancora succhiandogli le dita, ho iniziato a lavorare per slacciargli i pantaloni. Ho fatto passare la cintura attraverso i passanti e attraverso la fibbia ... finalmente si stava allentando. Ho aperto il bottone e ho abbassato i suoi slip.

Poi Giorgio mi ha sussurrato ...

"Dovrei denudarmi anche io, Elena?"

Annuii, ancora succhiando ... mentre mi toglieva le dita dalla bocca.

Si è alzato in piedi e rapidamente si è spogliato.
Intanto io mi sono sdraiata ad ammirarlo. Guardavo mentre metteva in mostra il suo grosso cazzo, liscio, senza peli. Non avevo mai pensato che un uomo potesse radersi i peli del pube, ma ammirare il suo cazzo imponente senza peli lo faceva sembrare fantastico. Il suo cazzo era già abbastanza grande, ma senza peli sembrava ancora più grande.

Giorgio si sdraiò rapidamente accanto a me e la mia mano cercò prontamente il suo cazzo. Eravamo di nuovo faccia a faccia ma volevo prendere la stessa posizione che aveva usato con me.

Sono quindi scesa dal letto e mi sono inginocchiata tra le sue gambe, guardandolo in alto. Ho preso il suo cazzo con entrambe le mani e ho iniziato ad accarezzarlo e pompandolo su e giù.

Lo sentivo così bene, grande, imponente e rigido.

"Posso succhiarlo?" gli chiesi

"Tu lo vuoi?" rispose

Non ho detto nulla, ho solo abbassato la testa e mi sono portata in bocca la testa del suo grosso cazzo.

Sentì le sue mani abbassarsi e tenermi la testa ferma mentre cominciò a dondolare delicatamente i fianchi verso l'alto.

"Che dolci labbra. Che dolce bocca succhiacazzi che hai Elena!"

L'ho preso più profondamente nella mia bocca.

"Sì piccola, succhiami così."

Sollevò i fianchi per incontrare la mia testa.

"Lavora il mio cazzo, fammi sognare Elena, bella e sexy bambola mia"

Ho succhiato e leccato il suo cazzo. Ho messo il mio pugno attorno al suo asta pompando ritmicamente su e giù.

È stato così erotico per me. Non avevo mai considerato quanto potesse essere bello dare piacere in modo così dolce. Forse non era per tutti, ma stavo scoprendo che mi piaceva molto succhiare il suo cazzo.

Lo sentivo teso e intuivo che stava per venire. Non sapevo cosa fare ma non ero sicura di volerlo direttamente in bocca.

Mi staccai ma tenni la bocca aperta appena sopra la testa del suo cazzo mentre lui mi accarezzava la testa.

Quando venne, tutto il suo corpo si irrigidì e i fianchi si sollevarono dal letto. Il suo sperma schizzò fuori dal suo cazzo sul mio viso e sulle mie labbra. Alcuni schizzi entrarono nella mia bocca aperta e gocciolarono giù sulle mie nocche che stavano accarezzando il suo duro tronco e le sue palle senza peli.

Ho ingoiato tutto lo sperma che mi era entrato in bocca. Ora stavo godendo del gusto del suo sperma. Mi piaceva così tanto che ne volevo di più.

Riportai il suo cazzo in bocca e lo leccai per tutta la lunghezza, pulendolo dallo sperma e deglutendo. Poi sono scesa in basso e l'ho leccato dalle sue palle lisce e morbide mettendole in bocca e succhiandole come se fossero un gustoso frutto esotico.

Poi mi sono seduta di nuovo sui talloni e ci siamo guardati intensamente mentre mi ripulivo lo sperma dalla mano leccandole avidamente. Uno per uno mettevo un dito alla volta nella mia bocca succhiando golosamente.

"Mi prendi in giro, cazzo!"

Gli sorrisi.

Ami il gusto del mio sperma, vero?

Mi sono accorta che da come mi succhiavo le dita lo stavo eccitando parecchio. Non so cosa mi sia successo, ma mi stavo eccitando parecchio. E anche Giorgio.

Dopo l'orgasmo il suo cazzo aveva iniziato ad ammorbidirsi, ma ora stava di nuovo riprendendosi sollevandosi dal suo corpo mentre giaceva lì accanto a me.

Mi prese il polso e mi sollevò. Quando ero completamente distesa su di lui, i nostri volti erano vicini. Mi sfiorò le labbra e accarezzò tutto il viso, leccandomi la sborra che mi aveva da poco schizzato.

Sentii poi la sua mano allungarsi sulla mia schiena ... mi prese delicatamente la nuca con il palco della sua mano e premette le mie labbra sulle sue.

Giorgio ed io ci stavamo baciando appassionatamente.

Ho aperto le labbra e lui mi ha spinto la lingua nella bocca. Mi ha tenuta stretta e bloccato le sue labbra con forza contro le mie.

Con l'altra mano ha iniziato ad accarezzarmi la schiena. La sua mano si proseguì e lo sentii accarezzarmi i glutei impastandoli, stringendomi le natiche.

Era fantastico e ha continuato così per diversi minuti.
Intanto che mi baciava e accarezzava la testa mi stava massaggiando eroticamente il culo.

Ha poi iniziato a muovere lentamente le dita tra le mie natiche e ho sentito che stava cercando il mio buco del culo. Mentre la punta del suo dito mi sfiorava leggermente l'ano, mi ha attraversato un brivido lungo tutto il corpo.

Era stato fantastico. Ne volevo di più.

Mi sono staccata dalle sue labbra e mi sono sollevata sugli avambracci per guardarlo negli occhi.

"Oh, è bello. Mi fai il solletico lì sotto. Toccami ancora lì."

La sua punta del dito era appoggiata al mio buco del culo e io l'ho increspato e stretto un po'. Era come se tutto il mio essere stesse cercando di convincerlo a spingere le dita dentro di me.

"Metterlo dentro, dai …" ho chiesto

"Lo vuoi proprio?"

"Sì, lo voglio sentire."

Mi misi di fronte a lui e spalancai le mie gambe incrociandole con le sue cosce muscolose.

Intanto Giorgio allungò una mano verso il cassetto del comodino e riuscì a prendere una flacone.

"Questo ti farà sentire meglio" disse e sollevò il cappuccio.

Si alzò, mi raggiunse alle spalle e sentii un liquido freddo che si depositava sul mio buchetto e colava tra le mie natiche.

Lasciò cadere il flacone accanto al letto e poi le sue dita tornarono sul mio culo. Raggiunsero la fessura e iniziarono a strofinare la lubrificazione sulla mia pelle.

Si assicurò che la stretta apertura sul mio culo fosse ben coperta così pure le sue dita. Sentii poi che posizionava le sue dita sul mio buco del culo.

... segue episodio 3/3

Questo racconto di è stato letto 3 0 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.