Il giovane Marocchino

Scritto da , il 2018-03-18, genere gay

Omar e' un bel ragazzone Marocchino,25 anni,alto e di una dolcezza infinita,lavora come guardiano presso una villa all'Argentario.
Una bellissima villa,ma in un posto isolato e a 7 km dal primo centro abitato,e poi Omar non guida l'Auto,quando puo' si sposta con un vecchio motorino.
Ho conosciuto Omar in un supermercato,stava facendo la spesa per molti giorni,ma uscito con il carrello dal supermercato,era in difficolta' a portare la spesa a destinazione!
Cercava qualcuno che gli desse un passaggio,lo avevo visto e mi era molto piaciuto,una forte eccitazione mi invase il corpo ,sapevo che molti nord Africani ci stanno,e la mia fantasia volava a 1000.......
Gli offro un passaggio in auto,carichiamo la sua spesa e ci dirigiamo verso la villa.Omar si presento',il suo sorriso era imbarazzante,mi ringrazio' per il passaggio,spiegandomi il suo disagio per spostarsi,e'gennaio e siamo in inverno ,quindi rischiava di stare isolato per giorni.
Per renderlo tranquillo,gli lascio il mio numero di cell. pregandolo di chiamarmi se avesse bisogno di qualsiasi cosa!
Omar mi ringrazio',giunti alla villa lo aiutai a portare la spesa fino a dentro casa,dove mi offri' un caffe'.
Dopo averlo salutato,Omar mi accompagna alla mia auto,ma mette un piede male e cade slogandosi una caviglia.
Lo accompagno dentro casa e lo faccio mettere disteso sopra un divano,gli tolgo le scarpe e i calzini,inizio a massaggiarlo,presi una crema di Voltaren che per caso avevo in macchina e iniziai un lento e dolce massaggio hai piedi,Omar chiuse gli occhi,si lascio' andare a questo piacevole massaggio,era rilassato,lo vedevo eccitato,un massaggio hai piedi fatto bene e' molto eccitante.Omar aveva dei bellissimi piedi,un bel 45 di scarpe per un piede ben curato.Gli slaccio i pantaloni e gli sfilo con molta delicatezza,le sue gambe erano ben toniche e muscolose,accennai un massaggio anche alle gambe,dopo qualche minuto notai che il suo cazzo stava diventando duro,le sue mutande strette a stento trattenevano il suo uccellone.......
Ma non volevo esagerare,mi fermai,il dolore sembrava passato,gli misi anche del ghiaccio,prese un Oki e lo salutai.Omar era felice,non smetteva di ringraziarmi,io lo saluto ricordandogli che poteva chiamarmi se avesse bisogno in ogni momento e per qualsiasi bisogno.....quel qualsiasi lo dissi in modo netto,quasi a fargli capire qualcosa!
Il giorno dopo Omar mi chiamo' invitandomi a cena,aveva preparato un delizioso cous cous,mi presentati con un dolce,lui mi riceve in pantaloncini corti e maglietta,la casa e' caldissima,la tavola imbandita era davanti a un bel camino acceso.
Ottima cena,poi visto che faceva molto caldo ,mi spogliai e rimasi anche io in maglietta,il massaggio gli era piaciuto e mi chiede se potevo farlo ancora.
Ma questa volta mentre massaggiavo spesso venivo volutamente a contatto con il suo cazzo duro,poi presi coraggio,e gli tolsi le mutande,trovandomi davanti un cazzo duro di proporzioni enormi.....
LO tocco,lo massaggio quasi facendogli una sega,Omar sorrise,mi accarezzo' il viso,poi chiuse gli occhi,non aspettava altro,della mia calda bocca!
Fu un pompino incredibile,per lui era una bella sorpresa,e godeva molto,io mi gustavo quel cazzone con ingordigia!!!!
Visto le sue generose dimensioni,Omar mi chiese se volevo provare a prenderlo,a lui sarebbe piaciuto molto,anzi come ebbi modo di scoprire in seguito,i nord Africani prediligono il culo al sesso orale.Omar fu molto delicato,la sua penetrazione fu' dolorosa ma piacevole,mi lasciai andare e mi concessi a lui completamente,passai una notte indimenticabile!
Omar e' diventato il mio amante,con lui mi trovo bene,abbiamo una bella e grande intesa sessuale,e adesso che a breve verra' suo cugino Mohamed,prevedo grandi orge e notti di fuoco,oltre che a freschi impacchi di ghiaccio..........

Questo racconto di è stato letto 8 2 2 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.