Erotici Racconti

In montagna

Scritto da , il 2017-12-25, genere etero

Lui era molto ricco,e le sue vacanze Natalizie le trascorreva normalmente nel
suo Chalet di montagna a Cortina,e l'anno scorso un po' per sfizio ,decisi anch'io
di passare la mia settimana bianca proprio là! Incontrarci a fare spesa alla
"Cooperativa di Cortina" per gli acquisti dell'ultimora fu una vera e propria fatalità!
Noi entrambi Romani e poco ben visti da quelle parti,fummo quasi rinfrancati di
Incontrarci in un posto così poco ospitale per noi! Lui non perse tempo e mi
confido' di avere il suo Chalet personale,ma enormemente vuoto senza una
presenza femminile in casa,e quindi m'invito'molto volentieri a trascorrere le
vacanze invernali insieme! Ed altrettanto volentieri io accettai gettandomi tra
le sue braccia per ringraziarlo( per ora) solo molto grata! Arrivammo sopra
un po' con difficoltà,ma lui mi promise che dopo mi sarei sentita molto a mio
agio una volta " dentro "( Cosa intendeva?) ! Un grosso cane di montagna
bianco mi venne incontro e girandomi intorno col suo muso mi spinse in
continuazione da dietro ( dal culo) e mi introdusse dentro la porta di casa!
C'era un bel Caminetto acceso con ai piedi un grosso tappeto accogliente,
e lui mi disse che era lì che ci saremmo stesi nudi a rinfrancarci! Per la
miseria che invito esplicito e rincuorante! Non me lo feci ripetere due volte
ed a poco a poco disseminai i miei vestiti sulle varie poltrone che incontrai
tra l'ingresso ed il Caminetto acceso! Lui invece se la prese con più calma,
andò in bagno per uscirne poco dopo in accappatoio con niente sotto!
Mi dice se ero attratta dal' idea di assaggiare una bella salsiccia ( era quasi
ora di pranzo), ma nonostante la brace fosse già bell'e pronta,non credo
si riferisse al mio appetito,se non a quello sessuale! E difatti dopo quella
esclamazione ecco che la avevo a portata di occhi,mano e bocca,la salsiccia
( anzi un bel Wurstel di carne) pronta per essere smaneggiata da me!
Mi inginocchiai per fargli capire subito che ero ben disposta nel gratificarlo
per la sua accoglienza," accogliendoglielo" molto volentieri giù in fondo,
fino a titillarmi la gola! Con un tappeto di saliva lo accolsi volentieri,facendolo
scivolare giù molto agilmente e gustandone appieno la consistenza ed il sapore
mascolino! Quando stava per venire,lo pregai di farlo uscire velocemente,ed
innaffiarmi il buchetto posteriore di modo che sarebbe entrato più facilmente!
Fece appena in tempo e col suo sperma m'inondo' l'ano,cosicché i suoi colpi
posteriori risultarono più piacevoli e senza il minimo dolore m'inculo' alla grande!
Solo quando la fuoriuscita del suo succo biancastro stava per finire,lo pregai di
infilarmelo di nuovo in bocca,di modo che stavolta avrei potuto assaggiare oltre
al suo sperma il mio stesso succo anale!

Questo racconto di è stato letto 2 9 7 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.