Lo schiavo, il padrone e sua moglie 2. La sculacciata.

Scritto da , il 2022-09-21, genere dominazione

"Marco, sei proprio uno schifoso. Ora verrai punito per tutte le tue mancanza di rispetto. Si fissano le tette ad una signora? Davanti al marito poi, che impertinenza. E l'esibire il cazzo in tiro come un maniaco? Ed infine mi sporchi il pavimento di sborra, disgustoso. Vieni qua, subito."
Tua moglie ora è seduta su una sedia, io mi avvicino. Mi prende per un orecchio e mi tira al suo fianco, poi mi fa piegare.
"Qua bene sulle mie gambe. Quanti schiaffoni sul culo ti sei meritato?"
"Non saprei signora."
"Ecco, sei anche ignorante, non sai un cazzo. Giù bene! Te ne darò finché hai il culo in fiamme e mi stanco, chiaro? Tu conta e ringrazia!"
Ora sono nudo sulle sue ginocchia. Carla passa la mano sulle mie chiappe, poi mi allarga le gambe e il culo.
"Che buco, ti ha sfondato per bene la scopa eh? Dopo ci infiliamo dentro altro, non preoccuparti. Ora preparati a prenderle!"
Sciaf, sciaf!
"Uno! Grazie Signora! Due, grazie Padrona!"
"Ah, finalmente l'hai capito. Tu sei anche schiavo mio, non solo di mio marito. E magari a casa sei anche schiavo di tua moglie eh?"
"Si, Padrona, io sono suo schiavo. E anche mia moglie mi comanda a casa, decide tutto lei, e io ubbidisco."
Sciaf, sciaf, sciaf, sciaf!
Io ringrazio ad ogni colpo, come per gli schiaffi in faccia anche le sculacciate sono molto forti, è molto più dura rispetto a Silvia.
Ma il contatto con le sue cosce corpo mi eccita, e mi torna subito duro.
"Cosa sento qua? Ti è andato in tiro, maiale? Come osi?"
Sciaf, sciaf, sciaf, sciaf!
Le sberle arrivano sempre più forti, sento il culo in fiamme, chissà come lo sta conciando.
"Mi scusi signora, mi eccita molto il contatto col suo corpo."
"Sei un porco, ad eccitarti durante la punizione, ora le prenderai ancora più forte!"
Sciaf, sciaf, sciaf, sciaf, sempre più veloce, sempre più forte, ora tua moglie mi sculaccia a due mani, torna dove ha appena colpito per farmi provare più dolore.
"Perdono, Padrona!"
"Taci, verme!"
Sciaf, sciaf!
Continua a colpirmi, senza pausa. Il movimento mi fa strusciare il cazzo sulle sue cosce, stimolandolo.
"Signora, mi scusi, ho il cazzo molto eccitato, sento che sto per sborrare…"
"Non osare venirmi sulle gambe, porco!"
Ma Carla continua a colpirmi, ed il mio cazzo è giunto al limite. Schizzo!
"Maiale! Cosa sento? Cos'è questo calore?"
"È la mia sborra signora, mi dispiace!"
"Schifoso! Sono tutta sporca!"
Tua moglie mi rifila altri due schiaffi, poi mi spinge per terra.
"Corri a prendere i fazzoletti!"
Mi muovo a fatica col culo dolorante.
"Pulisci!"
Cerco di fare del mio meglio, togliendo lo sperma dalle calze di tua moglie, che prende i fazzoletti sporchi e me li caccia in bocca.
"Mangia!"
Io provo a mandarli giù un po' alla volta con tanta saliva.
"Caro, aiutami a legarlo alla trave. Marco si è meritato un'altra punizione, stavolta ai testicoli. Schiavo, ti piace prendere calci nelle palle? Rispondi!"
"Si, signora. Se me li tira lei mi piacerà molto. Mi scusi per averla sporcata di sperma."
"Te ne pentirai, ti farò sentire le palle in gola a furia di calci. Grazie Diego, così va bene, legato ed indifeso, il cazzo esposto ai colpi. Incominciamo!"

(Continua. Commenti e critiche sono sempre benvenuti, per scrivermi
iosonoimmaginario @protonmail.com
Se quanto hai letto ti è piaciuto, puoi continuare a leggere i miei racconti acquistando su Amazon l'ebook o il libro cartaceo "Giochi per coppie"

https://www.amazon.it/dp/B0B7F8CFRS

edito dalla casa editrice Sogni Piccanti e lo potrai anche trovare cliccando direttamente su:
https://www.sognipiccanti.it/libreria.html )

Questo racconto di è stato letto 1 0 5 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.