Vanessa e Alessia Madre schiava e figlia adescata terza parte

Scritto da , il 2022-09-13, genere incesti

(FATTI REALMENTE ACCADUTI)

https://www.eroticiracconti.it/racconto/75581-vanessa-e-alessia-madre-schiava-e-figlia-adescata-seconda-parte-di-quattro
Il giorno seguente:
(Ludovico) Pronto
(Vanessa) Buongiorno mio Padrone sono le 10.00 in punto sono stata brava?
(Ludovico) Si, come hai dormito con il deodorante infilato nella fregna e la caviglia legata al letto dal tuo slip?
(Vanessa) Signore secondo me nella notte avrò raggiunto un paio di orgasmi involontari, perché mi sono svegliata che sotto il bacino le lenzuola erano inzuppate fradicie, meno male che avevo messe delle traverse per salvaguardare il materasso, e penso che mia figlia mi abbia vista, perché io ho fatto tutto quello che Lei ha detto, ma sono andata anche oltre, avevo messo una scarpa dietro alla porta socchiusa in modo che quando la porta si aprisse, la scarpa si sarebbe spostata e avevo fatto una foto con il cellulare per memorizzare meglio tutto.
(Ludovico) Complimenti ti meriti un bel premio, oggi stesso ti invierò un mio slip pieno del mio sperma così che, potrai odorarlo e indossarlo quando vuoi, puoi anche metterlo in bocca e portarlo con te ovunque anche a letto, o a fare la spesa, ti piace come regalo lurida schiava troia?
(Vanessa) Padrone posso usare il tu? Ti adoro come mai nella mia vita. Mi comprendi, mi tieni calma e mi appaghi.
(Ludovico) Vuoi prepararti per tua figlia ?
(Vanessa) Si Padrone, lei è uscita verso le 09.00 credo che tornerà verso le 14.30.
(Ludovico) Come faremo a saperlo?
(Vanessa) Beh la posso chiamare e capire se pranzerà fuori e chiedere se si è portata le chiavi di casa e dicendo che io forse esco a fare una commissione e che mi deve telefonare almeno un 15 minuti prima che torni a casa.
(Ludovico) Fallo.
(Vanessa) Si mio Padrone, allora chiudo, poi posso richiamarla?
(Ludovico) Si.
Passano all’incirca 20 minuti, e:
(Ludovico) Pronto
(Vanessa) Padrone fatto, l’ho chiamata e mi ha risposto che non devo preoccuparmi perché ha le chiavi, ma che comunque prima che lei arriva, mi chiama e mi avverte almeno 10 minuti.
(Ludovico) Ben fatto organizziamoci abbiamo all’incirca 4 ore per fare tutto, devi innanzitutto depilarti ancora di più la tua fregna, poi procurarti qualcosa di eccitante tipo Dildo e un Vibratore, e poi deodorante, spazzola per capelli, lubrificante e mollette oltre ad una cinghia di cuoio o collare per cani e un mestolo di legno.
(Vanessa) Si mio Padrone, allora mi preparo vado al sexy shop e compro sia il Dildo che il Vibratore e poi passo dal negozio che vende articoli per cani e compro un guinzaglio per cani, il resto dei pezzi li tengo in casa e poi passo dalla farmacia per il lubrificante.
(Ludovico) Benissimo ti congedo fai presto e appena hai completato tutti gli acquisti, tornerai a casa e mi chiami, dovrai mettere tutti gli articoli sul tuo letto e farti delle foto e inviarmele all’indirizzo che ti invio per messaggio.
(Vanessa) Allora stacco mio Padrone. Grazie mille.
(Ludovico) Ti congedo.
Io nel frattempo mi masturbo e sborro in uno slip che richiudo nelle buste trasparenti forate e lo metto da parte.
Sono circa le 12.40 e :
(Vanessa) Padrone ho comprato tutto.
(Ludovico) Ti scrivo email e te la invio, intesi? Ecco a te: ilpadroneludovico@virgilio.it; Manda tutto per bene. E Richiamami.
(Vanessa) Padrone ho provveduto ad inviare le mie foto all’indirizzo che mi hai gentilmente inviato, posso sapere se le hai gradite e sono alla tua altezza?
(Ludovico) NO!
(Vanessa) Comprendo mio Padrone.
(Ludovico) Prepariamoci, metti tutti gli oggetti in camera da letto e pensa al piacere che proverai appena tua figlia ti vedrà.
(Vanessa) Padrone non parlarmi così, mi fai perdere la testa.
(Ludovico) Vuoi toccarti vero?
(Vanessa) SI
(Ludovico) Devi saper attendere completa l’operazione e alle 14.10 chiamami che inizieremo a prepararci per turbare tua figlia e indurla a lasciarsi andare con te.
(Vanessa) SI mio Signore.
(Ludovico) A dopo Lurida Cagna!
(Vanessa) SI mio Signore.
Guardo le foto che la cagna mi ha inviato e mi masturbo di nuovo, sborrando copiosamente ancora nello slip di prima e lo ripongo nuovamente nella busta traforata trasparente e poi in una busta per lettere e lo invio all’indirizzo di fermo posta della mia schiava.
Sono all’incirca le 14.10 e:
(Ludovico) Pronto Lurida Cagna ti sei preparata come detto?
(Vanessa) Si mio Padrone
(Ludovico) Ti sei depilata completamente? Ti sei messa il collare del cane e legato al letto? Hai iniziato a passati il lubrificante all’interno della vagina con una siringa senza ago? Hai cosparso li oggetti con il lubrificante? Hai paura? Sei eccitata?
(Vanessa) Mio signore sono fradicia, e ho timore che io non possa piacere a mia figlia, e possa deludere te.
(Ludovico) Non preoccuparti, andrà tutto bene!
(Vanessa) io sono prontissima, e sono già a pecorina con il collare legato al letto tramite la rete (l’ho preso di circa 1,80 metri per avere possibilità di movimento) Ho inserito il lubrificante dentro senza la siringa l’ho spruzzato direttamente dentro infilando completamente il lubrificante dentro la vagina e schiacciando le parti esterne, e poi ho usato sia il gel sia un pò di olio da cucina sugli oggetti.
(Ludovico) che brava cagna che sei, adesso inizia a metterti due dita vicino alla tua fregna e immaginami vicino a te che ti palpo i tuoi seni e li tiro lentamente prima prendendo l’intera mammella e poi il capezzolo e mentre lo faccio prendo la tua mano e mi ti congedo il lusso di toccarmi il cazzo con i testicoli lurida cagna e morditi la lingua mentre ti tiro i capezzoli e immagina tua figlia che ci spia.
(Vanessa) OH MIO DIO, PADRONE SCUSAMI MA DEVO INFILARMI QUALCOSA DENTRO NON RESISTO, SONO PROPRIO UNA PUTTANA, UNA CAGNA, STO COLANDO PADRONE AIUTATEMI VI PREGO, DITEMI CHE MI POSSO INFILARE QUALCOSA DENTRO E CHE ABUSERETE DI ME, VI PREGO, OH MIO DIO MI TREMANO LE GAMBE AL PENSIERO DEL PIACERE CHE RIUSCITE A DARMI ….NON RESISTO DEVO INFILARMI QUALCOSA DENTRO MIO PADRONE VI SUPPLICO…..
(Ludovico) Fermati stacca la mano e apri gli occhi troia calmati, tua figlia ancora non ha chiamato, questo che hai appena detto a me al cellulare, se tua figlia ti spia devi ridirlo non devi andare in panico e devi essere sicura di te quando lo dirai, e non devi vergognarti e soprattutto devi dirlo a voce chiara per far sentire anche a lei e non dimenticarti di posizionare lo specchio in posizione che tu possa vedere tua figlia se ti guarda intesi?
(Vanessa) si mio PADRONE ho smesso di toccarmi ma mi duole tutto sotto.
(Ludovico) Bene adesso dobbiamo fare una cosa, devi scaricarti dall’apple store l’applicazione skype, fallo rapidamente poi ti guido io con il vivavoce, intesi?
(Vanessa) Si mio Padrone perché vuoi questo?
(Ludovico) perché cosi possiamo fare la videochiamata ed io posso controllare cosa fa tua figlia oltre a te mentre tu usi le cuffie, intesi?
(Vanessa) Mio Dio, Signore le pensa tutte, mi fa sentire proprio una lurida cagna.
(Ludovico) Fallo rapidamente.
(Vanessa) Si mio signore.
(Ludovico) Bene, hai messo il vivavoce?
(Vanessa) Si mio Signore.
(Ludovico) Sei andata già su play store? Hai scaricato Skype?
(Vanessa) Padrone sta completando e proprio adesso sta iniziando l’istallazione.
(Ludovico) bene, adesso metti questo nome utente e password che ti dico, all’interno appena farai ok, troverai già la mia richiesta, accetta e salutami e metti a caricare il telefono usando una bella prolunga così potrai muoverti di più, la tieni una prolunga?
(Vanessa) Si mio Padrone la prendo, un attimo, lascio il cell e la raggiungo subito, Eccomi, fatto! come sono eccitata cosi posso vederla mio Signore, e posso adorarla di più, grazie della possibilità che lei mi offre,
(Ludovico) te lo meriti questo regalo, ma adesso andiamo per ordine, prova a chiamarmi con il tasto della videochiamata, ma prima stacca qui.
(Vanessa) Agli ordini mio Padrone.
(Ludovico) Eccoti ti vedo, brava, adesso, chiama tu a tua figlia e falle intendere che come se tu stessi facendo delle cose tue, rendi la situazione ambigua e che deve aver voglia di tornare a casa ma che non sa se ci sei o meno.
(Vanessa) Subito, aspettate mio padrone mi sta arrivando una chiamata proprio da Alessia devo staccare mi perdoni.
(Vanessa) Pronto Alessia dimmi
(Alessia) Mamma come ti avevo detto fra 15 minuti starò a casa, ok?
(Vanessa) Si grazie a mamma ma puoi anche venire tra 20 minuti non preoccuparti a correre per tornare a casa, ciao a presto e si chiude la telefonata.
(Vanessa) Padrone sono io, tutto bene, le ho messo ambiguità come tu mi avevi chiesto mio Signore.
(Ludovico) dalla tua finestra puoi vedere se si vede quando viene a casa?
(Vanessa) Dalla finestra del soggiorno si, ma da quella della camera da letto mia no.
(Ludovico) Quanti minuti pensi che ci metta una volta entrata nel viale ad entrare in casa?
(Vanessa) almeno 3-4 minuti.
(Ludovico) Bene, Sono sufficienti. Recati lì e aspetta senza farti vedere e non chiudere la telefonata.
(Vanessa) Si mio Padrone, Padrone eccomi sono alla finestra, nascosta dietro alla tenda, è scura non riesce a vedermi e sono nuda, mi sento proprio una lurida puttana cagna, sto continuando a colare tra le cosce mio Padrone.
(Ludovico) immagina che tua figlia ti ricatti e ti costringa a leccarmi il cazzo e a masturbarti come una puttana troia.
(Vanessa) mio dio Padrone, cosi mi farai godere senza farmi toccare e sporcherò tutto a terra.
(Ludovico) Fallo! Puttana, troia immagina la tua lingua sul mio cazzo e le dita di tua figlia che ti penetrano mentre io ansimo di piacere dal tuo pompino, lurida cagna
(Vanessa) ODDIO MIO PADRONE CHE MI COMBINI, STO PER ESPLODERE COME UNA LURIDA VACCA, SEI TUTTO PADRONE STO SCOPPIANDO NON RESISTO.
(Ludovico) SI cosi devi godere come una vacca ninfomane depravata cagna bastarda….
(Vanessa) Padrone Ludovico, GODO PER TE, SONO LA TUA CAGNA LA TUA TROIA, LA TUA SCHIAVA…OHHHH SIIIII GODOOOOOO O CAZZO SIIII, HO SPORCATO TUTTO A TERRA PADRONE, LA VEDO STA ALL’INIZIO DEL VIALE, E’ IN ANTICIPO DI ALMENO 10 MINUTI.
(Ludovico) bene chinati a terra e lecca un po’ di liquido caduto a terra e corri in camera tua e non dimenticarti il guinzaglio e inizia a masturbarti con un Dildo a pecorina infilandolo da sotto alla pancia, e fammi la video-chiamata appena hai infilato il Dildo dentro, usa le cuffie(così avrai la scusa che non l’hai sentita)
(Vanessa) Eseguo mio Signore.
(Ludovico) Passano alcuni minuti ed ad essere sincero l’eccitazione sale anche a me e mi arriva la videochiamata su skype
(Ludovico) ti vedo continua e ansima forte e fai in modo che lei ti senta da quando mette piede in casa.
(Vanessa) Si, mio Padrone, ooohhhh siii cazzo PADRONE mi stai facendo godere sono una troia sono la tua puttana, mi masturbo perche’ sono una ninfomane depravata vogliosa di tutto anche di mia figlia, CAZZO PADRONE come sono bagnata, ho il dildo tutto dentro.
(Ludovico) alza un po il cellulare e posizionalo sul cuscino cosi posso guardare meglio la porta.
(Ludovico) dai spingi dentro e fuori il dildo forte, e urla forte fatti sentire da lei…..forza troia
(Vanessa) si Mio Padrone, come sto godendo forte….
(Ludovico) Vedo un’ombra dietro la porta, sono sicuro che è lei, alza la voce e dai il meglio di te puttana, infilati bene il diildo dentro la figa, prendi due mollette e mettile sui capezzoli e poi afferra la spazzola e prenditi a spazzolate usando il dorso il tuo lurido culo e urla che sei una schiava cagna puttana sottomessa e che vuoi squirtare come una troia per rendermi felice e che desideri una donna che ti lecchi. FORZA FALLO!!! Falla uscire allo scoperto a tua figlia, troiaaaa
(Vanessa) OHHH MIO SIGNORE SONO PRONTA ADESSO MI METTO LE MOLLETTE AI CAPEZZOLI
E HO TUTTO IL DILDO DENTRO LA FIGA, MI SENTO UNA LURIDA CAGNA SOTTOMESSA MIO DIO PADRONE COME STO GODENDO SE ADESSO A LECCARMI CI FOSSE ANCHE UNA DONNA POTREI ESPLODERE DAL PIACERE, SONO PROPRIO UNA SCHIAVA CAGNA PADRONE.
(Ludovico) Continua ho visto la porta aprirsi.
(Vanessa) Ohhh si Padrone Mio, sto per godere come una zoccola, mi sento una puttana ti confesso che non ti avevo detto una cosa, ho preso gli slip di mia figlia e li voglio bagnare tutti per farglieli indossare, mi sento una sporca zozza maiala, mi eccita l’idea che lei mi lecchi la figa che tu mi fai colare.
(Ludovico) CAZZO sei fantastica la vedo è lì che ti sta facendo le foto stai ferma, prendi il suo slip e passalo sotto e squirta troia….
(Vanessa) ooooooohhhhhhh godooo Mio Padrone godoooooo squirto come una lurida vacca…..ohhh Padrone Ludovico godo per te, sono la tua puttana e la tua schiava si godo suqirto tutta ahhhahhahahahhah
(Ludovico) Vanessa, tua figlia ha visto tutto e filmato o fatto fotografie, tu adesso fai finta di nulla e continua a toccarti adesso a pancia all’aria e stai calma, io credo che lei abbia voglia di capire e comprendere quello che ha visto. Intesi?
(Vanessa) si mio Padrone, eseguo
(Ludovico) Tieni le gambe larghe e adesso prendi il vibratore e usalo sul clitoride e tieni sempre dentro il dildo e non toglierti le mollette dai seni e ansima ancora più forte… dai CAGNA BASTARDA
(Vanessa) ooohhhh Padrone non posso smettere di toccarmi sono fradicia, sto sporcando tutto… mi sento una lurida troia cagna ooooohh siii come mi piace padrone
(Ludovico) la rivedo sta di nuovo sull’uscio della porta, non voltarti muovi velocemente gli oggetti dentro, secondo me, ha capito che lo stiamo facendo per lei, quindi continua, sta guardando tutto…OH CAZZO VANESSA, SPETTACOLARE,
(Vanessa) Cosa succede ?
(Ludovico) ha capito che sei con SKYPE e ti sta facendo un video …..ha il telefono fermo forse vuole goderselo in camera sua per toccarsi, quindi vai oltre dai…
(Vanessa) SI mio Padrone mi infilo tutto nella figa e nel culo, voglio essere aperta e squirtare ancora per te.
(Ludovico) Dai squirta troiaaaaaaaaa muovi velocemente il vibratore sul clitoride ….. dai
(Vanessa) ooooooooooooooooo squirto ancoraaaaaaaa siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii Padrone GODOOOOOOO Ohhh siiiiiiii
….. Padrone dallo specchio non vedo nessuna..dietro di me.!
(Ludovico) è andata via? Controlla girati.
(Vanessa) si Mio Padrone.
(Ludovico) benissimo. Sistemati, quando esci controlla tua figlia cosa fa e riponi il suo intimo sempre nel suo cassetto intesi?
(Vanessa) si Mio Padrone.
(Ludovico) ti congedo.
(Vanessa) Posso chiamarla io domani?
(Ludovico) No.! ti chiamo io, tu nel frattempo fai video e comportati come ti ho chiesto intesi?
(Vanessa) si Mio Padrone.
(Ludovico) Tieni presente che ti ho inviato il mio slip sporco all’indirizzo di fermo posta del tuo paese, vai a controllare tra un 5 o 6 giorni, intesi?
(Vanessa) Ti ringrazio del regalo mio Signore. Provvederò.
Scrivetemi se vi è piaciuto: ilpadroneludovico@virgilio.it
Per farmi sapere se vi è piaciuto non esitate a scrivermi a: ilpadroneludovico@virgilio.it
Ludovico Ariosto

Questo racconto di è stato letto 3 3 2 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.