La collega cap 4

Scritto da , il 2022-09-06, genere tradimenti

Dopo tutto quello che successe con max,
In chiara si risveglia la sua fame di sesso,
Mauro non riusciva più a soddisdarla,
Ero scontrosa nervosa, tutti i miei facrifici di cambiamento crollarono come un castello di carta per colpa di MAX.
I giorni passavano e non riuscivo più a tenere sotto controllo le mie voglie di trasgredire.
Mauro cerca di fare del suo meglio, arrivo alla decisione di permettere a chiara di saziare la sua fame con discrizione senza che lei venga a sapere che è una sua scelta per salvare il loro raporto.

Chiara pretese di tintengiare l'appartamento mauro capi' che era una scusa per avere dei uomini in giro per casa senza destare sospetti.
Mauro cerca una ditta distante dalla loro citta per non sputtanarsi.
La scelta dopo vari preventivi cade su un ditta che dista più di 100km
Da loro.
Certo che il prezzo era molto più alto, ma ne valeva la pena.
Mauro scelse loro anche perche era piccola come ditta composta da padre figlio è un operaio,
Noto chiara che gia nel sopraluogo era atratta da NINO un uomo di 65 anni ben tenuti ne dimostrava 50.
Ci accordiamo che inizieranno la prossima settimana.
Un giorno in assenza di mia moglie faccio montare micro telecamere e cimici su lampadari di casa da una ditta specializata in spionaggio,
Mi e costato un occhio ma sono inpossibili a occhio nudo individuarle.le testo subbito inmmagini limpidissime con zum e si sente anche il fruscio delle piante.
Ora mi sentivo tranquillo.
I ggiorni succesivi passano tranquilli la vedevo rilassata,
ho una cena di lavoro non programata,
chiamo per avvisare mia moglie
Ma non risponde penso sarà uscita,
Mi viene in mente di provare le cam col cell 📱
Accedo rimango spiazzato ho la cam del salotto, sento mmm aghh gemiti e offese troia troia
Cambio cam la camera da letto non c'è nessuno nel salone idem in cucina neanche corridoio nulla bagno vuoto, sono aggitato la voce è di chiara ma dove sta mi viene in mente la dispensa non ho messo una cam li cazzo.
Sento chiama il cornuto che ti sborro in faccia mentre parli con lui.
Mi squilla il cell rispondo e sento che e in disagio,
Chiara cosa sucede se mi stai cercando?
Nulla amore avevo voglia di sentirti
Poi sento del silenzio
Chiarra cosa succede?
CHIARAAA TI SENTI MALE
la sento tossire
Scusa amore mi è andato di traverso la saliva,
Sento chiudere la porta 🚪
Cazzo non so chi c'era con lei
Metto le cam la vedo uscire dallo stanzinno zummo vedo che ha sborra sui capelli sul volto,
Tutto bene amore si si tranquillo scusa se ti ho disturbato,
Sento squillare il telefono di casa.
Chiara mi liquida e va a rispondere,
Metto la cam del corridoio
Lei essordisce sei uno stronzo mi stavi soffocando
Pultroppo non posso sentire lui e sapere chi cazzo è.
Si mi ha eccitato ma se ci scopre ci ammazza.
Sei un bastardo.
Son curio di scoprire chi si scopa chiara e da qquando e deve essere qualcuno che conosco se se n'è uscita che li ucciderei.
Mi son scordato di dirgli che stasera ho una cena di lavoro.
La chiamo è gli comunico della cena,che sicuramente rientrerò tardi.
Attacco la seguo con le cam di casa e tranquilla sistema stira fa le solite cose di casa.
Poi squilla il telefono di casa,
Risponde e cambia espressione
No no stasera no ti prego, bastardo si ci vediamo vediamo a casa tua,
Attaca scoppia a piangere e seduta sul divano e arrabiata batte i pugni sul divano ripetendo bastardo.
Se potevo rinunciavo alla cena ma non potevo assentarmi si doveva chiudere un contratto.
Incontro il direttore generale col il cliente, mauro ci vediamo stasera mi raccomando essi puntuale alle 20 ok
Si certo direttore
Io e il nostro cliente usciamo per distrarci un po, mi fa l'occhiolino 😉
Comprendo cosa intende
Stacco alle 19 cerco chiara con la cam ma non la trovo, mentre aspetto il direttore generale, vado a visionare le registrazioni.
Dalla mia ultima telefonata
Per mezzora non succede nulla poi squilla il telefono di solo si ok tra mezzora scendo.
La vedo correre truccarsi si mette in tiro come fa quando va a ceremonie ma più da troia.
Calze autoregenti gonna a pieghe a meta ccoscia camicetta si ingioiella mette il collier che ho regalato bracciali anelli tutti i miei regali.
Poi esce.
Sono le 21 il direttore generale e il cliente non si vedono,
Torno a vedere se è in casa.
La vedo in bagno che fa la doccia,
Torno indietro voglio vedere a che ora e rientrata,
La vedo entrare alle 20:30
Rimango spiazzato e in uno stato da far schiffo era uscita che era una principessa è rientrata che e una zingara vestiti stracciati spettinata trucco sfatto cammina dolorante zummo per vederla da vicino noto sborra ovunque sul viso capelli ha una guancia arrossata un seno di fuori viola barcolla dolorante in bagno si leva quei stracci ha il culo viola.
Sto per chiamarla ma arriva il direttore generale col il cliente,
Mi alzo per salutarli, il cliente si scusa per il ritardo, il direttore generale per dire la verita non volevamo più venire, dandosi una pacca sulle spalle certo ci siamo rilassati ahahah
La prossima volta ti ci portiamo anche te una zoccola del genere se ne incontrano poche.
La sera scorre nei racconti dettagliati delle loro porcate con la troia.
Io ascolto e mi eccito a sentire come se la sono scopata inculata.
Continua


Questo racconto di è stato letto 2 2 6 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.