Paghi per ciò che hai fatto 3° cap

Scritto da , il 2022-05-23, genere dominazione

E’ l’alba quando Oz e le vecchie la tirano fuori dalla fossa è in condizioni penose è ricoperta di bolle e punture di insetti ovunque niente si è salvato la lavano con un tubo dell’acqua lo infilano anche nella figa e l’acqua che esce porta con se insetti l’hanno punta anche all’interno i capelli sono pieni di insetti che non vengono via nemmeno con l’acqua Elsa li rade a 1 mm con una macchinetta le tolgono i tappi dal naso e dalle orecchie quanto tolgono i plug dal culo si caga addosso è molle e puzzolente, il cibo che le avevano dato conteneva un lassativo la lavano anche dentro il culo con il tubo viene poi scaraventata in cella un po di pace, dopo un po’ di tempo le vecchie arrivano con la colazione ma prima le ricoprono il corpo con una pomata per disinfettare le punture degli insetti, le danno la ciotola e le dicono di mangiare ma Miriam è sfinita e non riesce nemmeno a reggere i cucchiaio in mano spazientite e non volendola imboccare prendono un tubo e lo infilano in gola a Miriam per 30 cm e con l’aiuto di un imbuto le versano la specie di zuppa la stessa della sera precedente direttamente nello stomaco è abbastanza liquida sa scorrere bene nel tubo in un minuto è tutta nella pancia, non contente una vecchia piscia nell’imbuto quando ha ingoiato tutto tolgono il tubo e prima di andarsene la mungono con un tiralatte elettrico ne esce tra le due tette più di un litro lo mettono in una bottiglia e sene vanno.
A mezzogiorno non provano nemmeno a farla mangiare da sola usano direttamente il tubo Miriam non reagisce sembra una bambola di pezza possono farle tutto quello che vogliono le fanno bere anche una bella pisciata tolgono il tubo e se ne vanno, per il resto del pomeriggio la lasciano in pace riesce anche a dormire, è quasi notte Oz la sveglia con un calcio la prende di peso e la porta al tavolaccio ci sono 6 flebo che la aspettano viene legata la volta precedente Elsa ha un tuta in latex verde che le copre anche la testa l’unica parte scoperta è la faccia e la figa le infila le flebo nelle tette gli aghi sono più grossi e più lunghi nelle grandi labbra nel clitoride le viene aperta la figa con un divaricatore e un ago viene infilato sotto la cervice e un altro nel punto G l’ultimo nel culo che ormai non si richiuderà mai,le flebo sono ancora più dolorose della volta precedente Miriam non c’è la fa più e con un filo di voce chiede pietà alla zia la prega la scongiura Elsa le accarezza il viso e le spiega che è solo l’inizio e che tra una settimana andrà alla clinica e la sta solo preparando le stanno somministrando dei composti sperimentali che la renderanno una vacca da monta le tette dovranno prendere ancora almeno una taglia era una terza al suo arrivo ora è una quinta deve arrivare alla sesta e produrranno latte in continuazione ne vuole almeno un litro a tetta ad ogni mungitura e ne farà una alla mattina e una alla sera per il resto della sua vita la figa subirà una modificazione a livello nervoso e sarà sempre bagnata e vogliosa e molto più sensibile elastica e tonica avrai orgasmi a ripetizione anche senza che nessuno ti tocca “non sei contenta godrai per i resto dei tuoi giorni” le ultime parole che le dice prima di mollarle un ceffone e andarsene lasciandola in compagnia di Oz e delle vecchie ad aspettare che le flebo finiscano.
Elsa torna dopo un paio di ore sempre nella sua tutina verde e trova Oz che per ingannare il tempo si sta inculando le vecchie ha il permesso può farlo ogni volta che non ha nulla da fere e le vecchie ne sono ben contente godono come delle vacche sono ormai anni che si fanno di ormoni medicine sperimentali di ogni tipo, Elsa si gode per un attimo la scena una vecchia che si sta inculando da sola a smorza candela facendolo entrare per tutta la lunghezza mentre l’altra lecca le palle a Oz in attesa del cambio, Miriam ha finito le flebo nela figa e nel culo rimane ancora metà liquido di quelle delle tette almeno altre tre ore,Elsa le doglie gli aghi dalla figa e dal culo e dice a Oz di lasciar perdere le vecchie troie e di scoparsi Miriam la vuole sfondata in entrambi i buchi, Ok non se lo fa ripetere due volte si toglie dal cazzo la vecchia che si sta inculando gettandola a lato e con un calcio manda via anche l’altra in un secondo è tra le gambe di Miriam che ricordandosi il dolere della inculata del giorno prima si è irrigidita tutta non prega di non farlo sa che tanto non le darebbero rettaOz le pianta il grosso cazzo nel culo che entra senza nessuna difficoltà i culo è caldo e accogliente e Miriam non prova nessun dolore anzi un sottile piacere la pervade tutta anche per Oz è una sorpresa pensava di dover forzare l’entrata invece le pareti sono avvolgenti e calde la sua eccitazione sale ai massimi livelli il cazzo è mostruosamente grande mai raggiunto quei livelli, Elsa gli chiede come trova il culo lui dice che sembra un burro un velluto non vede l’ora di riempirla di sborra, Elsa gli dice di trattenersi e di fargli la figa vuole vederlo dentro per tutta la lunghezza, Oz non se lo fa ripetere è abituato a farsi le fighe e il culo delle vecchie una figa così giovane è un’occasione più unica che rara, appoggia il cazzo alla figa e spinge non c’è nessuna resistenza la figa si apre e lo lascia entrare arriva sino alla cervice che si fa indietro permettendo ai 30 cm di cazzo di entrare in tutta la sua lunghezza e grandezza per Miriam è un’esperienza senza eguali si aspettava dolore e si ritrova che sta avendo un orgasmo alla prima penetrazione le vecchie guardano la scena perplesse non si aspettavano una cosa del genere Elsa è tutta soddisfatta la razione di Miriam è andata oltre ogni sua aspettativa e deve ancora concludere il ciclo di flebo, se ne va portando via dicendo ad Oz di scoparsela pure con calma senza fretta e che finite le flebo può tenersela per tutta la notte alle vecchie di dar da mangiare a Miriam e di andare da lei vuole torturale, le vecchie obbediscono e vano a prendere la cena di Miriam e per fare più velocemente possibile usano il tubo per farla mangiare mentre Oz se la scopa con tutta la calma del mondo vuole godersela fino in fondo e Miriam se la gode e basta dopo giorni di dolore gode e basta

Continua

per commenti proposte e altro contattatemi don.jerez1963@gmail.com

Questo racconto di è stato letto 2 9 2 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.