Il contratto -1-

Scritto da , il 2021-10-13, genere fisting

Erano passati alcuni mesi da quando Lorraine mi aveva comunicato sul suo desiderio di fisting la sua figa.

Il nostro fare l'amore era stato più appassionato da allora, in un certo senso aveva reso il nostro rapporto più stretto.

Il prossimo fine settimana avevo in programma di regalarle una giornata di shopping in città, ma avevo anche prenotato un parrucchiere e una manicure di alto livello al mattino e uno spettacolo matinée a teatro come prelibatezze aggiuntive.

In tarda serata ho organizzato un hotel e prenotato una cena a sorpresa.

Mentre la giornata trascorreva e Lorraine si godeva il suo nuovo taglio di capelli, le unghie curate e lo sballo di guardare lo spettacolo, le ho parlato dell'hotel e del pasto.

Abbiamo deciso che avremmo dovuto prenotare l'hotel in modo che Lorraine potesse cambiarsi e indossare il nuovo vestito che aveva acquistato quel giorno.

Mentre camminavamo verso l'hotel, si è fermata in un negozio di biancheria intima di alta classe.

Guardando attraverso la finestra un corpetto bianco con le calze abbinate, mi ha sorriso e ha detto:

"Sarebbe carino da indossare con il mio vestito".

"Va bene, ma dovrai provarlo per avere la mia approvazione." ho detto per scherzo.

Lorraine è entrata nel negozio con me al seguito.

Indicò l'indumento alla commessa e si diresse nel retro del negozio agli spogliatoi.

Mi avviai lentamente verso il retro del negozio per aspettare che tornasse dallo spogliatoio.

Dopo un po' mi sono seduto di fronte alla tenda dietro la quale c'era mia moglie e la commessa se n'è andata per assistere un altro cliente.

Le tende dello spogliatoio si spostarono ed aprirono e Lorraine, con mia grande sorpresa, era in piedi davanti a me, fasciata nel corpetto che devo dire la copriva come una seconda pelle.

Era meravigliosa con i suoi corti capelli biondi, che erano stati tagliati alla perfezione quel giorno, e i suoi occhi azzurri che brillavano per l'eccitazione.

Le sue tette da sogno erano sollevate nel modo corretto e la sua vita sembrava così piccola.

Aveva tolto le mutandine, così la sua figa era in bella mostra.

Questo era insolito per Lorena.

Non l'avevo mai vista così coraggiosa in un'area pubblica, ma guardandola negli occhi ho potuto vedere che era totalmente presa dal suo nuovo vestito e si godeva ciò che poteva vedere e si sentiva molto sexy.

"Ho bisogno di dare un taglio a questi." indicando i suoi peli pubici

"Cosa ne pensi del vestito? E … chiudi la bocca, sei a bocca aperta."

L’ho chiusa e ho detto:

"Vado a pagare".

Lei si è girata aprendo le gambe e mostrandomi la figa.

Mi ha poi strizzato l'occhio dicendomi che voleva solo che fosse difficile per me camminare con il cazzo in tiro.

La commessa ha guardato dritto verso la mia erezione e mi ha avvisato del costo del corpetto, nascondendo il suo sorriso.

La camera d'albergo rispettava tutto ciò che avevo sperato, con un letto a baldacchino molto grande e la più grande cabina doccia e vasca che avessi mai visto.

Avevamo poche ore prima di andare a mangiare, quindi mi sono sdraiato sul letto per rilassarmi dopo gli eventi della giornata.

Lorraine decise di fare un bagno e io devo essermi appisolato per circa mezz'ora.

CONTINUA ...

Questo racconto di è stato letto 1 1 9 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.