L'educazione sessuale di Stefania lezione 1: il primo approccio al sesso

Scritto da , il 2021-08-28, genere bisex

Guido e Federica sono una coppia di giovani sposini di 30 anni, vivono a Padova e lavorano nella stessa azienda con incarichi di responsabilita e hanno un buon tenore di vita. Un giorno ricevono una chiamata da un loro caro amico che risiede in un’altra città
“Ciao, avrei un favore da chiedervi, mia figlia ha superato il test di ingresso per infermieristica li a Padova, visto che avete una casa grande potreste ospitarla durante gli studi? Naturalmente vi pagherò tutte le spese”
Guido e Federica ci pensano un pò e alla fine decidono di accettare, in fondo hanno davvero una casa grande ereditata dallo zio di Guido e non avendo figli un pò di compagnia la gradirebbero e poi si tratta di una ragazza che potrà dare anche una mano con le faccende domestiche. Certo Guido e Federica sono una coppia sessualmente molto attiva e trasgressiva tuttavia l’idea di essere beccati dalla ragazza durante le loro scopate non li preoccupa. Giunge cosi il giorno concordato per l’arrivo della ragazza a casa loro: sono le 11:00 sentono suonare il campanello e dopo aver aperto il cancello attendono fuori dalla porta di casa la giovane. Davanti ai loro occhi si palesa una ragazza alta circa 165cm con lunghi capelli biondi lisci che svolazzano leggermente sospinti da un venticello fresco, occhi azzurri, un viso angelico, delle tette non troppo pronunciate forse una seconda e un fisico asciutto, è vestita in modo sobrio: camicia a maniche lunghe ben abbottonata, gonna lunga fin sotto alle ginocchia, calze lunghe e un paio di scarpe chiuse. Giunta davanti a loro la ragazza educatamente si presenta
“Buongiorno signori mi chiamo Stefania è un vero piacere conoscervi e vi ringrazio di cuore per la vostra cortese ospitalità”.
Guido fa gli onori di casa
“é un piacere conoscerti cara, diamoci pure del tu, ti aiuto io con le valigie tu accomodati pure, ti facciamo vedere la tua stanza e il resto della casa”
“Grazie siete molto gentili”
Dopo una visita guidata della casa, una casa davvero geande, luminosa e ben arredata, Stefania si da una sistemata veloce nella sua nuova camera per poi raggiungere Guido e Federica in sala da pranzo, qui la coppia le spiega le poche regole della casa
“Allora qui puoi sentirti libera di fare ciò che vuoi come se fossi a casa tua, dovrai però aiutarci con le faccende domestiche, inoltre poiché abbiamo delle esigenze lavorative l’orario dei pasti è fisso, infine sappi che tuo padre ci ha chiesto di monitorare il tuo rendimento universitario e la tua condotta”
“Certo, non vi deluderò e vi ringrazio nuovamente per la vostra cortese disponibilità
Fin da subito Guido e Federica hanno avuto l’impressione che Stefania fosse una ragazza educata, seria, diligente, austera, sobria, pacata e timida, tale impressione e’ stara confermata nei mesi seguenti. Nonostante Padova sia una citta universitaria ricca di opportunità di svago per i giovani Stefania non sembra essere molto interessata al divertimento e alla socializzazione ma, al contrario, passa la maggior parte del suo tempo a studiare, esce poco con i compagni di corso e non rientra mai troppo tardi la sera. Guido e Federica decidono di indagare un pò per capire come mai Stefania sia cosi chiusa e diligente scoprendo che i suoi genitori l’hanno sempre educata a comportarsi in quel modo pensando allo studio ed evitando dannose distrazioni. Un giorno Federica le chiede
“Allora Stefania, hai conosciuto qualche ragazzo carino?”
Stefania in evidente imbarazzo le risponde
“Ehm si qualcuno si...”
Cosi Federica incalza
“Hai fatto qualcosa con loro?”
Stefania sempre più in difficoltà risponde
“No no cosa dici...”
Federica prova in tutti i modi ad approfondire l’argomento e a un certo punto scopre l’amara verità
“Non ho mai fatto nulla... cioè ecco... non ho mai baciato nessuno... sono vergine”
Federica rimane molto perplessa, le sembra impossibile che una ragazza cosi giovane e carina non abbia mai nemmeno baciato un ragazzo, cosi la sera ne parla con Guido
“Guido dobbiamo aiutarla...”
Anche Guido è perplesso e sorpreso ma non sa come aiutarla
“Si ma cosa possiamo fare?”
Federica si lecca le labbra e con un sorriso malizioso stampato in volto risponde
“Lo so io non preoccuparti...”
Guido intuisce subito le intenzioni della moglie e insieme predispongono un piano d'azione finalizzato a far sciogliere Stefania per migliorare la sua vita sociale e sessuale in modo che possa divertirsi ed esprimere tutta la sua sensualità, insomma una vera e propria educazione sessuale impartita dai due coniugi che sono già molto eccitati.
Per prima cosa decidono di farsi beccare mentre scopano per testare la sua reazione: una domenica pomeriggio mandano Stefania a fare una commissione, stimano che ci metterà circa un ora quindi 20 minuti prima dell'orario previsto del suo rientro iniziano a fare sesso nella loro camera da letto lasciando la porta socchiusa sapendo che Stefania dovrà èassare da li per tornare in camera sua. Come previsto Stefania rientra a casa e, dopo aver appoggiato alcuni sacchetti sul tavolo in cucina, si avvia verso camera sua non potendo fare a meno di sentire i rumorosi gemiti di piacere che provenivano dalla camera dei coniugi. Stefania capisce subito cosa stiano facendo Guido e Federica e decide di dare una sbirciatina fugace, li vede nudi sul letto, Federica sta cavalcando energicamente il marito che le strizza le tette e i capezzoli con forza, la coppia si accorge di lei ma fa finta di nulla mentre Stefania da una parte vorrebbe lasciarli in pace ma dall'altra non riesce a staccare gli occhi da loro, é la prima volta che vede due persone fare sesso dal vivo e quella visione inconsapevolmente la eccita. Federica si sdraia sopra a Guido mettendogli la figa in faccia che Guido esplora e stimola magistralmente aumentando i gemiti di Federica che nel frattempo sta facendo un pompino al marito. Federica e Guido hanno il loro orgasmo davanti agli occhi curiosi e emozionati di Stefania che vede una notevole quantità di sperma uscire dal cazzo di Guido e riversarsi sul corpo di Federica. A quel punto Stefania sopraffatta dalle emozioni decide di scappare in camera mentre i due sposini se la ridono pregustando ciò che avverrà quella sera. In seguito Guido e Federica hanno fatto finta di nulla parlando normalmente con Stefania mentre quest'ultima sembrava ancora un pò scossa e imbarazzata. Verso le 23:00 Stefania si é alzata congedandosi per andare a letto
"Si é fatto tardi, vado a dormire, vi auguro una buona notte"
ma a quel punto Federica le ha chiesto
"va bene cara, ma dimmi una cosa... ti é piaciuto guardarci oggi?"
Stefania udendo quelle parole si é paralizzata, guarda i due coniugi ma non riesce a replicare e quindi Guido sorridendo la incalza
"ti abbiamo vista che ci guardavi..."
Stefania diventa rossa come un peperone e balbetta qualcosa
"ecco io... non volevo... cioé insomma..."
Vedendola in difficoltà Federica cerca di rassicurarla
"Non preoccuparti cara ci ha fatto piacere che ci hai guardato e se vuoi la prossima volta te lo diciamo cosi ci potrai guardare di nuovo....sai siamo una coppia dalla mentalità aperta"
Le sue parole non sembrano avere l'effetto desiderato, tuttavia Federica decide di incalzarla di nuovo
"non hai ancora risposo alla domanda... ti é piaciuto?"
Stefania con grande imbarazzo esita un pò e poi risponde
"beh ecco si..."
Federica con un sorriso divertito e malizioso decide di fare la mossa successiva come preventivamente avevano pianificato
"Davvero? ne siamo felici! se ti dicessi che adesso io e Guido andiamo in camera a fare sesso verresti a guardarci?"
Stefania, se possibile, diventa ancora più rossa in volto e con lo sguardo basso sbiascica alcune parole
"eh io... non.. forse..."
Guido e Federica la rassicurano e quasi spingendola fisicamente la portano in camera da letto facendola sedere su una sedia vicino al letto dove Federica le dice
"siediti qui cara, resta ferma e osserva bene"
I due sposini davanti a lei si scambiano diverse effusioni e lentamente si spogliano cercando di mostrarsi il più possibile a Stefania. Stefania è palesemente tesa, con le mani stringe nervosamente la gonna e cerca di distogliere lo sguardo per quanto possibile. Guido passa davanti a Stefania esibendo il suo cazzone eretto porgendolo a pochi centimetri dal suo volto e poi si congiunge con la moglie a letto. I due iniziano a scopare con grande passione, i loro corpi nudi si toccano e si intrecciano, le loro lingue e le loro labbra esplorano ogni centimetro del corpo altrui, il cazzo di Guido si fa strada nella figa di Federica abbondantemente bagnata e pronta ad accoglierlo. Guido stantuffa sua moglie con grande intensità, Durante tutto il rapporto Guido e Federica parlano molto indicando cosa deve fare il partner e come deve farlo. Stefania li guarda e li ascolta imbarazzata ma si sta anche eccitando, la sua figa si sta bagnando e quindi chiude le gambe con forza, la sua salivazione é azzerata, i gemiti dei due la fanno tremare e risuonano nella sua testa, non riesce a distogliere lo sguardo dal cazzo di Guido che si immerge nella figa di Federica e riemerge velocemente per poi reimmergersi nuovamente. Vede Federica segare quel cazzone pulsante e prenderlo in bocca, vorrebbe toccarlo ma non osa muoversi dalla sua posizione può solo sfiorarsi le gambe, la figa e i seni da sopra i vestiti cercando di non farsi notare. Prima uno e dopo l'altra i due hanno il loro orgasmo intensi e rumorosi che fanno sobbalzare fisicamente e scuotere psicologicamente Stefania. Dopo essersi ripresa dall'orgasmo Federica congeda Stefania
"ti é piaciuto cara?"
"si"
"bene, ora puoi andare a dormire"
Stefania corre in camera sua senza dire nulla. Federica é pienamente soddisfatta di quanto era stato fatto mentre Guido aveva delle rimostranze
"mi spieghi perché non hai voluto coinvolgerla fisicamente? hai visto anche tu cpm'era eccitata no? mi sembra che la ragazza piaccia anche a te no? non volevi svezzarla?"
Stefania guarda indispettita Guido e gli spiega il motivo della sua decisione
"certo che ho notato la sua eccitazione cosa credi ma bisogna andare per gradi prima la teoria poi la pratica, prima la facciamo eccitare per bene poi quando non resisterà più allora e solo allora la faremo scopare e vedrai che ci divertiremo"

To be continued

Racconto di fantasia

Questo racconto di è stato letto 5 8 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.