Valeria cambia padrone -6- (continua)

Scritto da , il 2021-08-23, genere dominazione

Stamattina, per prima cosa si è fatta una doccia e ha buttato il vestito, che è inutilizzabile, completamente sporco di sborra.

Dopo la doccia le ho fatto indossare un vestitino da cameriera molto succinto, e mi sono fatto servire la colazione a letto.

Dopo essere stato imboccato, mi sono svuotato sia le palle che la vescica nella sua bocca.

Ah, dimenticavo.

Anche dopo la doccia aveva ancora la sborra sigillata.

Durante la mattinata le ho fatto bere 4 litri di acqua.

Vedevo che era gonfia e che a ogni movimento si doveva fermare per non farsela addosso.

Allora le ho fatto togliere il butt-plug e il vibratore, e le ho fatto indossare delle mutandine bianche.

L'ho fatta sedere sul water e l'ho lasciata liberarsi, senza farle togliere le mutande.

Si è alzata e ha asciugato come poteva le mutande, che però sono rimaste chiazzate di giallo piscio.

Le ha tenute su tutto il giorno, emanando un odore sgradevole, misto anche a sborra, ma non potendo opporsi si è rassegnata al puzzo.

Quindi abbiamo giocato un po' con i vibratori e i dildi, e qui le ho permesso di sfogare gli orgasmi repressi.

Mi ha preparato il pranzo con il vibratore più grande infilato nella figa.

Mentre mangiavo, lei si è passata ogni mio boccone prima che lo mangiassi nei suoi umori.

Cotoletta alla figa di Valeria. Ottima.

CONTINUA ...

Questo racconto di è stato letto 1 3 1 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.