Desiderio avverato

Scritto da , il 2021-01-20, genere tradimenti

salve mi chiamo giuseppe e vengo da un paesino di campagna della puglia, sono sposato con sonia una donna di 35 anni mentre io ne ho 45. Il mio desiderio più spinto è vedere mia moglie godere con un cazzo di un'altro, però aimè è solo il mio desiderio.mentre facciamo sesso gli dico se gli piacerebbe scopare con unalto ,lei mi risponde di si solo per farmi eccitare di più.però noto che quando guardiamo un porno lei si eccita di più quando la donna viene posseduta allo spiedo. incomincia subito a prendermelo in bocca , premesso sonia e stupenda quando fa i pompini , li fa con una passione innata, poi mi scopa lei salendomi sopra venendo copiosamente.
un giorno ero preso con dei lavoretti a casa in tenuta molto sportiva , mentre lei si preparava per uscire a fare spesa al supermercato. sento una vocina dietro di me che dice " amore io vado", mi giro e vedo sonia con jeans attillati tacco alto e una magliettina di seta molto leggera che scendeva sulle sue forme molto dolcemente, e nei pntaloni, giusto quel poco per far vedere il suo culo meraviglioso."ei dove vai cosi vestita ,sei arrapante e molto sexi"gli dico,lei maliziosamente si gira e dice" chi lo sa magari trovo due belli uomini super dotati che mi vorrebbero.....sai cosa?" io mi avvicino gia con il cazzo in tiro e l'abbraccio facendogli sentire la possenza del mio membro,però niente lei si svincola e mi esorta a calmare i bollenti spiriti, girò le spalle e se ne ando.
ritornai ai miei lavoretti con il cervello che fantasticava e con una erezzione tra le gambe fastidiosa.
arrivato un certo orario mi telefona giovanni per prendere un aperitivo al solito bar,senza indugi lasciai di fare e lo raggiunsi in pochi minuti."ciao giovanni ,per me il solito grazie marco"il propretario del bar il quale lo chiamavamo fbi perche sapeva i cazzi di tutti ,qualsiasi cosa volevi sapere lui stai certo che ti sapeva rispondere.
mentre io e giovanni chiaccheravamo seduti al tavolo tra uno stuzzichino e laltro ordinammo a marco unaltro giro,nel giro di due minuti avevamo gia i bicchieri con il nostro drink portato come un maestro da marco,mentre gli appoggiava sul tavolo sfreccia una monovolume con due giovanotti dentro facendosi notare tanto dallo stridere delle gomme."che coglioni"disse marco,"perche dici questo ,chissa quante volte lo avrai fatto tu"risposi io,"si lo so,"disse"si dice che quei due sono dei grandi scopatori,hanno un giro di signore ,le quali si fanno scopare come delle grandi troie, spesso vanno al vecchio mulino quello sulla costiera , beati loro io non scopo con mia moglie che saranno tre settimane"scatta la risata e le battutine infelici che si dicono tra amici.il tempo passava i drink erano finiti e sinceramente non volevo piu bere mi sentivo troppo leggero di testa ,non si sa mai arrivo a casa ubriaco da sonia ,sai l'incazzatura?."bene io vado il primo giro lo pago io ,tu l'altro"gli dissi a giovanni,ci salutammo e ci siamo dati appuntamento a questa sera.
nel rientro a casa pensavo alle parole di marco, pensando alle mie fantasie erotiche, non vi nascondo che un po di eccitazione mi era salita. preso da mille penzieri feci manovra con la macchina e puntai dritto verso la scogliera ddove marco diceva che si appartavano quei due, ci voleva circa dieci minuti, io ci provo magari sono li a scopare?
arivo nelle vicinanze del vecchio mulino , parcheggio ovviamente lontano e mi incamminoper circa 200mt a piedi cercando di non farmi vedere da nessuno, ma niente del monovolume non vi era traccia.cercavo di intavedere qualcosa , ma niente,mi rassegno e mi incammino verso la mia macchina.uno strombezzare di clacson seguito da risate attira la mia attenzione.
decido di seguire ad intuito come un soldato in campo di guerra,quei rumori e scorgo in lontanaza il monovolume di quei ragazzi .mi avvicino lentamente come un ladro ,e mi metto nascosto dietro un cespugio come un maniaco che spiia le coppiette.vedo movimento nella macchina erano in tre di qui una era una figura femminile,dai movimenti sembrava che non stesse succedendo niente , i due erano seduti dietro ai lati e in mezzo la donna.però non sembrava che stessino facendo niente. allimprovviso vedo che la donna spariva un po a destra e un po a sinistra ,quindi ergo che lo sta succhiando a turno,"che trooia" sussurrai.non vi nascondo che stavo per eccitarmi , non vedevo niente ,ma mi immaginavo tutto.non contento mi avvicinai di piu con il rischio di essere scoperto. ero a pochi metri da loro che potei sentire i commenti e i sospiri che quei due ragazzi facevano.nel frattempo lei si era messa a pecorina con la faccia in mezzo alle gambe di quello che stava al finestrino della mia parte, e dalla espressione che aveva sembrava gradire molto,l'altro invece si era perso tra le sue chiappe ,le stava massaggiando tutte e due e con la testa saliva e scendeva come se stesse leccando la figa e il buco del culo in contemporanea.ecco in quel momento lo tiro fuori e incomincio a segarmi stavo impazzendo.adesso si sente lei che dice"vi prego adesso scopatemi ,vi prego,"non si capiva bene perche a quanto pare aveva la bocca piena la troia.il ragazzo che stava dalla parte del culo con dei movimenti si toglie i pantaloni si mette in posizione e con un affondo la penetra, lei per il piacere si inarca verso dietro e alza la testa per il piacere con un grido" siiiiii".ma cazzo e sonia mia moglie.aveva il viso straformato dal godimento dalla bocca grondava saliva e gli occhi erano distorti dal piacere.io mi gelai alla visione di sonia,ma cazzo non puo essere lei ,mia moglie,no non è da lei fare la troia,no .mi girava la testa per il nervoso stavo andando li per ammazzare tutti,mi ero accecato dalla gelosia ,non potevo guardare piu quelle immagini ,no dovevo saziare la mia fame di vendetta dovevo sfogarmi.mi vesto pronto a fare un omicidio quando"ti piace troia ,ti piace predere due cazzi e,uno in bocca e uno nella figa,puttana?" e lei si sfila il cazzo dell'altro dalla bocca e dice gridando come una pazza"siiiiii, mi piace farmi scopare dda due cazzi allo spiedo ,ssiii, se ci fosse qui mio marito si starebbe segando vedermi cosi,quel cornuto ,eccoti accontentato cornuto".mi bloccai mi accucciai di nuovo e rimasi immobile,certo che aveva ragione e stato sempre il mio desiderio vederla cosi, alloara perche questa gelosia perche questo istinto di ammazzare tutti.mi calmai sentendo quelle parole,mi stava risalendo leccitazione,eccolo il cazzo si eresse di nuovo era piu duro di prima colavo di umori avevo una sensazione irrefrenabile di segarmi,e cosi feci."si godi troia ti piace no?con me fai tutta la santerellina e con gli altri sei piu troia che mai , si godi puttanagodi" sussurravo queste parole di rabbia e eccitazione le quali mi sconvolgevano sempre piu.ad un tratto quello che si faceva fare il pompino si ribello "basta adesso voglio scoparti anche io".sonia non se lo fece dire due volte,lui scese dalla macchina aprendo lo sportello della mia parte e vidi nel suo splendore mia moglie senza maglietta e con ijeans abbassati con le scarpe ai piedi,si gira mostrandomi e mostrandogli il culo ,un culo fantastico ,gli brillava al sole per come era bagniata,si ripete la stessa scena ma con inclinaziuoni differenti.mi stavo eccitando volevo sborrare ero pronto a svuotarmi,ma disse"sto per venire" e urlo di piacere un urlo che non lo avevo mai sentito fare prima da lei.anche loro erano pronti a venire,"non vi prego sborratemi a dosso vi prego"disse lei. quello che stava in macchina scende come un lampo e raggiunge l'amico lei indietreggia scebdendo a fatica con i jeans abbassati ,faceva dei movimenti sensuali ,una volta uscita si mette in ginocchio prendendo i due cazzi in mano e incomincia a segarli in contemporania, pochi movimenti ed ecco i due che la inondano di sperma.a quella visione sborrai anche io ,un orgasmo pieno di sensazioni mai avute ero al settimo celo.chiusi gli occhi e mi accasciai quasi svenuto.mi ripresi un po apro gli occhi e vedo sonia che sta ancora con i cazzi in mano e li stava pulendo con la lingua sembrava che stesse mangiando un gelato si alternava prima a uno e poi all0altro,si vedeva che stava godendo nel farlo.i tre si diedero una sistemata e risalirono in macchina e si sentiva vociferare accompagnati da risatine scherzose,io preso coraggio mi allontanai e mi diressi in macchina molto velocemente misi in moto e ritornai a casa.nel tragitto non capivo niente ero frastornato,non sapevo più che penzare,la voce di sonia mi rimbombava nel cervello,i suoi gemiti le sue urla, ed ecco ho unaltra erezione lo stomaco incomincia a tremare ero confuso.arrivato a casa aprii la porta e mi buttai sul divano con lo sguardo all'infinito in silenzio ,sentivo caldo .sento la macchina di mia moglie spegne il motore e passano fra un movimento allaltro una decina di minuti,apre la porta in mano aveva la spesa,"ciao amore sono a casa"dice lei,io non dico niente le faccio solo un sorriso smorzato quasi una smorfia,"che hai non ti senti bene?" gli rispondo"si sto bene solo un po confuso,perche ci hai messo tanto?"lei"cera un sacco di gente al negozio poi mi sono fermata da marco a prendere un caffè, tu invece?""io sono rimasto a casa ad aspettarti".lei incomincia a mettere a posto la spesa e mi dava le spalle,quando vedo una macchia sui suoi pantaloni come una goccia di acqua,li sapendo cosa era un impulso mi scatta nel cervello,il cazzo mi esplodeva nei pantaloni ,mi alzai mi avvicinai a lei e gli appoggia il mio membro sul suo culo e gli dissi"ti posso aiutare io?"lei ovviamente cerco di svincolarsi ma io feci forza e la bloccai sulla cucina dicendogli"cosè non hai voglia sei stanca,o hai già fatto?" lei si azzitto una decina di secondi di silenzio e poi disse"si amore mi sonoo fatta scopare da due bei giovanotti ,avevano due bei cazzi" ,mi abbassai i pantaloni e dissi "come questo"labbassai con forza e la costrinsi a succhiarmelo."glilo succhiavi cosi puttana?,lo succhiavi prima ad uno poi all'alto?,poi mentre lo succhiavi ad uno laltro ti leccava la fica e il culo ,troia?, e poi ti hanno preso allo spiedo?" a quelle parole lei ebbe delle pause ,mi guaardava come se si sentisse in colpa."poi che hanno fatto" ti hanno scopato a turno cosi?"la presi la misi a pecorina sullo scghenale del divano gli abbassai gli jeans e la penetrai con violenza lei ad ogni colpo inarcava la schiena e mentre la scopavo gli dissi"poi che dicevi quando scopavi e puttana? scommetto che che gli esultavi a scoparti e gli dicevi che se quel momento ci fossi stato io mi sarei fatto una sega,vero?".lei gira la testa mi guarda sbalordita come se fosse stata scoperta ,mi guedava con imbarazzo come quando ti sorprendono a rubbare.allora lei sempre guardandomi inarca la schiena storce gli occhi e dice"siiii,si cosi ,gli ho detto proprio cosi e gli ho detto anche che sei un cornutoooooo,goodooooo"ha un orgasmo ed io la seguo lo tolgo dalla sua fica e la faccio inginocchiare e le sborro addosso,"tieni troia tieni ,anche la mia" gli dissi.esausto mi appoggio sullo schienale del divano con l'affanno , con il cazzo ancora che colava sperma, e lei mi guarda lo prende in mano e comincia a leccarlo e mi dice "non hai visto anche che dopo gli ho puliti tutti e due?".

Questo racconto di è stato letto 6 2 0 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.