La mia amica Giuseppina 2

Scritto da , il 2021-01-12, genere orge

Giusy si era messa in un bel casino, come faceva a guardare sua figlia senza sentirsi in colpa? ma il ragazzo era un portento, aveva un cazzo maestoso ed era porco al punto giusto e poi cosa che la faceva impazzire era deciso, maschio e lei adorava essere presa con decisione.
Marco incominciò a farle visita in negozio quasi tutte le sere e lei come una ragazzina non aspettava altro, si sentiva bella, desiderata, lui in realtà la trattava solo come una svuotacazzi, dopo alcune sere incominciò a scoparle solo il culo e a faselo succhiare, gli ripeteva che visto che sua figlia il culo non glielo dava si prendeva quello della vacca di sua madre, e lei non obbiettava anzi, cominciò a provocarlo anche in presenza di Federivca o di Valter, suo marito, sculettava vistosamente, non perdeva poccasione di non vista toccargli il cazzo da sopra i pantaloni ecc. insomma la troia che era inlei era uscita prepotentemente e lo assillava in continuazione chiedendogli di passare in negozio da lei.
Una sera erano le 18,30 lei gli telefonò e gli chiese insistentemente di passare da lei, aveva voglia di essere scopata , il ragazzo gli disse che non poteva , era con amici ma lei insistette fino allo sfinimento e lui sfiancato dalla sua insistenza ledisse ok troia 15 minuti ed arrivo.
Giusy era contenta aveva ottenuto quello che voleva ma certo non si aspettava quello che si trovò davantiappunto un quato d'ora dopo, Marco entro in negozio ma non era solo, si era portato 3 suoi amici, amici che tra l'altro erano anche amici di sua figlia, Marco entrò e le disse: allora troia hai voglia di cazzo e adesso te la facciamo passare noi.
La situazione era pericolosa, per prima cosa aveva davanti 4 ragazzi giovani e allupati, la secondacosa da quel momento in poi tuttiglia amici di sua figlia avrebbero saputo che razza di troia era la mamma di Federica, Giusy cercò di far ragionare Marco, ma lui fu irremovibile, mi hai rotto il cazzo per mezzora al telefono ora o soddisfi me e i miei amici oppure , mando un bel video a tuo marito e a me non mi vedi mai più!!
Non so quale delle due minacce le fecero più terrore, ma i ragzzi nel frattempo si erano tirati fuori i loro cazzi e lei capì che non aveva scampo.
Furono 2 ore di sesso sfrenato, giovani e pieni la riempirono in tutti i buchi più volte, e più la scopavano e la insultavano e più lei godeva, quando finirono era irriconoscibile , piena di sborra ovunque, sfatta , fortunatamente poteva farsi una doccia li in negozio, nel bagno, aveva figa e culo indolenziti , sperò che il marito la sera non le chiedesse di far sesso. ma la cosa più preoccupante era che le era piaciuto e si chiese se da quel momento in poi fare sesso normale l avrebbe mai appagata.

Questo racconto di è stato letto 3 6 7 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.