Antonella, che troia... oltre ogni limite!

Scritto da , il 2020-12-01, genere tradimenti

Stavolta quello che è successo tra me e la troia di Antonella ha superato ogni limite! Dopo averla scopata a casa di A. suo fidanzato e mio migliore amico mentre lui andó a ritirare i panini, il nostro rapporto si è intensificato ancora di più! Lei non aveva più freni nello stuzzicarmi, io quasi anche davanti a A. non perdevo occasione per arraparmi e sborravo nelle mutande dando soddisfazione a quella puttana perversa che ormai non mi dava più tregua! Questa settimana A. è stato costretto ad isolarsi a causa di un caso di COVID nel reparto dove lavora... e Antonella non ha perso occasione per portarmi al limite della perversione! Due giorni fa mi arriva un messaggio dove mi chiede se posso raggiungerla a casa sua, dopo il testo mi arriva una foto nuda, a pecora , e mi dice “il mio culo vuole essere ancora distrutto”.... alla vista di quel magnifico culo il mio cazzo subito si drizza, stavo già per esplodere, ma stavolta pensai che non potevo continuare così... A. era sempre il mio migliore amico che aveva fatto sempre tanto per me., e renderlo così cornuto non andava bene., ma almeno l’ultima scopata con quella troia di Antonella dovevo farmela., ma doveva essere l’ultima e dovevo lasciare il segno! Così risposi al messaggio dicendo che l avrei raggiunta per cena, e che non vedevo l ora di distruggerle il culo! Arriva la sera, io mi reco a casa di lei, parcheggio, busso, percorro le scale, e mentre salgo il mio cazzo comincia a pulsare, si indurisce , sono alla porta ! Antonella viene ad aprirmi, e signori miei , stavolta si è superata... minigonna che si fermava sul culo, calze autoreggenti, i miei tacchi preferiti e un top aderentissimo che non riusciva a contenere il suo enorme seno... il mio cazzo quasi esplode alla vista di quella puttana.! Chiudo la porta e inizio a toccarla , ma stavolta il segnale è chiaro : devo soffrire! Infatti Antonella mi dice di no! Ha preparato da mangiare e mi fa accomodare a tavola... mi siedo e inizio ad osservarla quasi con le bave alla bocca., e lei da gran puttana mi stuzzica piegandosi a 90 più volte facendomi intravedere il filo del perizoma che si perdeva nel culo! Mi sbottono voglio segarmi lì a tavola mentre lei mi provoca ma lei se ne accorge e mi bacchetta., mi dice che non devo permettermi., c’è tempo! Così iniziamo a mangiare, io non riesco a pensare altro voglio fotterla, mi fa male il cazzo, le palle stanno per esplodere, e lei come di consueto avendo capito la situazione inizia coi suoi piedi già fuori dalle scarpe a massaggiarmi sotto il tavolo, io m rilasso lascio la forchetta nel piatto, voglio sborrare e cerco d mettermi comodo e tirare fuori il cazzo., ma lei ancora una volta mi provoca e mi dice che devo continuare a mangiare e da maleducati quelli che sto facendo... intanto i suoi piedi sono sul mio cazzo e si muovono a ritmo d sega., allora io per non farla fermare mangio e allo stesso tempo godo, la troia se ne accorge aumenta il ritmo vuole che sborro nelle mutande, ad un certo punto mi sente ansimare lascio tutto e con un “ si .. si ... puttana mi fai venire così “ sborro , ho sborrato nelle mutande, ho gettato 6/7 spruzzi copiosi d sperma, lei rimette i tacchi e si alza.! Io vado in bagno per sciacquarmi! Mi risistemo, e mi tuffo sul suo divano! E continuo ad osservarla... pochi istanti e il cazzo mi riviene duro.! Stavolta devo massacrarla., mi alzo e vado verso di lei che mi chiede come è stato sborrarmi addosso.! Allora io la prendo e la giro le alzo la gonna mi tiro fuori l uccello e glielo spingo nel culo diretto! E lei con un grido di dolore, mi dice che è arrivato il momento finalmente, inizio a pomparla il culo senza fermarmi e con la mano le masturbo la figa... vado avanti così per circa una ventina di minuti, la sto strapazzando il suo viso e stremato, la butto sul divano, la metto in ginocchio senza mai sfilarle il cazzo dal culo ad ogni mio colpo il suo seno rimbalza, gli sfilo il top e inizio a torturale i capezzoli., sono quasi esausto anche io e la troia per farmi fermare inizia con la pianta del suo piede ancora nella scarpa a sfiorarmi le palle, io capisco che vuole che mi fermi e che le sborri sui piedi e da bastardo le dico “ no stavolta t riempio il culo, ai piedi c pensiamo dopo!” Così affondo gli ultimi colpi tremendi lei urla, tra dolore e piacere, e finalmente sborro in quel culo stremato dal mio cazzone... ho sborrato tanto.. mi sfilo il cazzo e le ordino di non muoversi... lei da vera cagna obbedisce vado alla tavola prendo il tappo dello spumante e glielo infilo nel culo per non far uscire tutta la sborra... lei stringe le chiappone e sorridendo si gira... io sono ancora in tiro e inizio a sbatterglielo in faccia., lei lecca, pulisce la cappella e mi inizia a fare una spagnola con la sua 4 d seno che era una meraviglia.... una volta divenuto di nuovo di marmo, la sdraio e inizio a leccarle le gambe carnose fino ad arrivare ai piedi, sfilo i tacchi e mi inizia a segare... sa che i suoi piedi sono il mio punto debole si toglie anche le calze, e mi fa impazzire sto per venire di nuovo, la fermo prendo una sua scarpa e la avvicino al culo ancora stretto e col tappo, gli dico di spingere fuori il tappo e d gettare tutta la sborra ... lei esegue l’ordine e così inizia a colare tutto il mio seme custodito nel suo culo nella scarpa... poi gli faccio riprendere la sega coi piedi lei sa che sto venendo e mi dice “non trattenerti riempimi i piedi di sborra., riempi i piedi della tua troia di sborra!” Sentire queste parole mi fa sborrare per la terza volta come un animale., i suoi piedi sono pieni , il pavimento, il divano è pieno di sperma! Così Antonella si gira e e gattonando inizia a leccare tutto per ripulire... lecca anche la sua scarpa e beve la sborra che ha spruzzato dal culo., poi gli infilo il tacco nel culo e le dico che risistemerà la casa così., a piedi nudi e con il suo tacco infilato nel culo! Con la faccia da puttana, mi fa cenno di si ., e esegue... e io vedendo quella scena mi ricomincio a segare, sono in estasi... piedi nudi e culo stretto per non far uscire la scarpa rimette a posto casa... ecco che sto per sborrare, la chiamo “ Troia vieni che sto venendo” lei mi raggiunge e si infila tutto il cazzo in bocca., io spruzzo ancora , lei ingoia tutto stavolta è davvero stremata allarga anche il culo perdendo il tacco.... beh dopo 4 sborrate la perdono... mi sistemo e vado via!

Questo racconto di è stato letto 4 8 7 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.