Le mani 3/3

Scritto da , il 2020-11-24, genere fisting

segue da 2/3

In modo provocante, la velocità delle dita che spingevano cominciò a rallentare, in un depravato decrescendo, finché alla fine si ritirarono.

Le dita hanno quindi lavorato momentaneamente all'ingresso del mio buco del culo, al quale è stato applicato abbondante lubrificante.

Con una forza considerevole, queste dita vigorose hanno forzato l’ingresso del mio ano.

"Ohhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh ................," ansimai, il fiato mi mancò mentre un pugno si tuffava profondamente nella mia figa già completamente usata e più dita si immersero nel mio culo.

Un pugno mi ha poi scopato con la stessa precisione metronomica che sembrava essere una caratteristica del mio profanatore.

Ansimai e boccheggiai.

Non ci volle molto finché il mio orgasmo si rinnovasse, questa volta la mia vescica si liberò, mentre il pugno implacabile penetrava in profondità nel mio canale vaginale.

Ho schizzato in modo incontrollabile mentre andavo oltre il limite di un orgasmo catastrofico.
Potevo sentire l'umidità lungo le mie cosce e senza dubbio c'era un enorme chiazza fradicia sul letto.

Come prima, non ci doveva essere tregua, il pugno nella mia figa è continuato per un lungo periodo, prima che le cose cambiassero leggermente.

Il pugno fu ora completamente ritirato, prima di essere affondato di nuovo dentro di me.
Ogni tanto il mio ingresso vaginale veniva profanato di nuovo con dita potenti, aprendo ancora di più la mia figa già abissale.

Una breve pausa fu seguita dal pugno che rimaneva bloccato all’interno, immobile dentro di me.

Mentre il pugno giaceva addormentato nelle mie viscere, mi chiedevo quale sarebbe stata la prossima "attività".

Ho aspettato diversi minuti e ho potuto sentire il suono del mio cuore che batteva forte e veloce.

D’un tratto il mio clitoride è stato schiacciato e tirato ritmicamente e con forza.

Sono stata portata al limite dell'orgasmo, per poi negarlo quando le dita diaboliche si sono allontanate dal mio clitoride, lasciandomi desiderare più stimoli.

Più e più volte mi è stato negato l’orgasmo finché, dopo la quinta o la sesta volta, le dita lasciarono il mio povero clitoride e si fecero strada lungo la mano già conficcata dentro di me.

Non ero mai stata presa in questo modo pazzesca prima, non l'avevo mai neanche pensato possibile.
Ma ora stava accadendo.

Adesso mi stavo dilatando in modo impossibile; un paio di mani forti hanno fatto del loro meglio dentro di me - martoriando la mia figa, rovinando il mio buco.

La doppia spinta è continua, ma non saprei dire per quanto tempo.

Di nuovo, la mia vescica cedette, ogni spinta fu accompagnata da uno schizzo.

Quando ho sentito un altro orgasmo crescere, la mia figa improvvisamente svuotata, lasciandomi desiderare la stimolazione.

Sarebbe rimasta vuota per un po', mentre il mio dilagante profanatore rivolgeva la sua attenzione al mio culo fino ad allora poco partecipe al gioco.

Ho avvertito la freschezza del lubrificante.

Ho sentito prima una, e poi due dita scivolare senza sforzo nel mio culo, sondando e allungando il mio sfintere.

Non passò molto tempo prima che un terzo dito si infilasse nel mio sedere e più lubrificante fosse applicato abilmente.

Il mio buco del culo è stato dolcemente scopato con le dita per un po', ma sapevo che l'attenzione al mio culo non si sarebbe fermata lì.

Urlai quando un altro dito si unì agli altri e si aggiunse ancora più lubrificante.

Era ovvio cosa sarebbe successo.

Un pollice fu unito alle dita e il mio culo è stato ora fistato con tutte le dita, ritirandosi e poi pugnalandolo nuovamente a ritmo sincopato.

Potevo sentire che il mio culo non si chiudeva completamente anche quando era svuotato.

Alla fine, e con molto sforzo, la persona invisibile ha tappato il mio culo con tutto il pugno.

Lentamente, il mio buco del culo è stato fottuto a pugni.

Contemporaneamente le mie chiappe venivano periodicamente colpite con una pagaia, ma a intervalli non preventivabili.

Mi ribellavo involontariamente a ogni colpo mentre il pugno faceva il suo dovere: avevano il compito di allungare e profanare il mio buco del culo.

I miei capezzoli venivano ancora e costantemente lavorati con pesi pendenti.

Le torture al mio culo finalmente cessarono quando sentii di nuovo le dita sulla mia figa.

Il mio clitoride è stato pizzicato più volte, facendomi urlare, prima che le dita entrassero di nuovo dentro la mia figa.

Mentre il mio buco del culo, ora completamente dilatato veniva ancora scopato con il pugno, le dita dell'altra mano non persero tempo a penetrare di nuovo nella mia figa.

Ansimai a denti stretti quando un secondo pugno entrò in me.
Incredibile, sono stata fistata contemporaneamente con un pugno nel culo e uno nella figa.

I due pugni hanno iniziato a fottermi ambedue i buchi, lentamente, ma la velocità e la potenza dei pugni che spingevano sono aumentate. Dapprima lentamente, ma poi più rapidamente.

A volte entravano entrambi all'unisono, a volte si alternavano con tuffi pulsanti.

Dopo un po', sono diventati frenetici e maniacali, raggiungendo il loro apice e portandomi a un enorme orgasmo.

Pensavo di perdere i sensi, la mia mente era semplicemente invasa da ciò che stava accadendo alla mia figa e al mio culo.

Mi agitavo vigorosamente, ma alla fine inutilmente contro le mie restrizioni.

Proprio mentre erano diventati più veloci e più energici, i pugni iniziarono un lungo decrescendo e poi finalmente vennero estratte dal mio corpo.

Mi sono sentita completamente sopraffatta.

Ero stata sottomessa molte volte prima, ma questo era qualcos'altro.
Mi era stato detto che lo sarebbe stato, ma era andato oltre la mia sporca immaginazione.

Era un'esecuzione meticolosa e implacabile a cui non riuscivo a credere.

Mi ero allenata ogni sera per il trattamento che mi aspettavo di ricevere, stringendo i miei capezzoli e poi schiaffeggiandoli con un righello. Allargando la mia figa con grossi dildo e cetrioli, ma non credo che niente possa preparare una donna ad essere diabolicamente profanata da "Le mani".

Dopo una breve pausa mi è stato offerto un grande sorso d'acqua e sono stata sciolta dalle mie restrizioni.

Immaginavo che quella potesse essere la fine della sessione estrema, ma non c'era modo di esserne sicuri.

Sapevo che dovevo aspettare circa cinque minuti prima di potermi togliere la benda e fare le valigie per andarmene.

Rimasi lì in silenzio e immobile.

Alla fine, dopo aver ascoltato i rumori della stanza, ho sentito la porta aprirsi e poi chiudersi.

Ho aspettato quelli che pensavo fossero cinque minuti e poi ho aspettato ancora …

Mi alzai e mi tolsi la benda, e fui momentaneamente accecata dallo shock della luce.

Man mano che mi sono abituata di nuovo alla luce, la prima cosa che mi ha colpito sono state le mie tette.

Erano rosse e gonfie, in particolare i miei capezzoli erano orribili.

C'erano ancora segni rossi nel punto in cui era stata fatta la legatura.

I miei capezzoli pulsavano profondamente e intensamente. Mentre li guardavo sembrava quasi che pulsassero visibilmente.

La seconda cosa che ho notato è stata quanto fosse bagnato il letto.

Sapevo di aver squirtato molto, ma non mi rendevo conto di quanto.

Avevo spruzzato un fiume di liquido.

La terza cosa che ho notato era una bottiglia di olio aromatizzato al peperoncino che poi ho capito era quello che era stato applicato sulle mie tette all'inizio.

Mi sono seduta sul letto, molto cautamente.

La mia figa e il mio culo erano doloranti, così come le mie chiappe.

Fui dolorante per una settimana.

Passò circa un'ora prima che mi potessi fare la doccia, rivestirmi e rientrare nel mondo reale.

Ho lasciato la chiave della camera alla reception e poi ordinando un taxi per tornare a casa.

Ero distrutta, ero stata fottuta in modo incredibile.

Anche se ero dolorante il mio pensiero già andava ad una ipotetica nuova sessione estrema con “Le mani”.

FINE

Questo racconto di è stato letto 2 4 6 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.