Lavoro di scuola si trasforma in orgia.

Scritto da , il 2020-10-20, genere orge

Un giovedì pomeriggio ci troviamo a casa di Francesca per fare un cartellone per la scuola. Nel nostro gruppo siamo: io, Francesca, Nicola, Diletta e Susanna.
Ci ritroviamo dopo mangiato e c'è anche il ragazzo di Susanna ( Mattia) per aiutarci. Mentre io, Nicola e Diletta portiamo ad asciugare il cartellone al sole. Gli altri salgono al piano di sopra e ci aspettano lì. Quando noi tre saliamo ci troviamo davanti una scena assurda. Mentre Susanna e Francesca davano uno spettacolo lesbo, Mattia si godeva la scena sul divano, con il cazzo di fuori si trastullava tranquillamente. Quando si sono accorti del nostro arrivo Mattia ci ha invitato ad unirci a lui. Io e Nicola siamo titubanti mentre Diletta si unisce alle ragazze. Susanna si avvicina al suo ragazzo e dopo un semplice bacio torna da Francesca. Diletta che si era solo scaldata con le sue amiche, da vera troia si fionda sul ragazzo della sua compagna di classe ed inizia a masturbarlo davanti a tutti. Nicola non aspettava altro, diletta era a novanta che lavorava il cazzo di Mattia e subito le ha abbassato i pantaloni ed ha iniziato a strusciare il suo pene sul culetto di Diletta. Io ero rimasto l'unico solo così ne approfitto e mi avvicino a Francesca e Susanna. Loro non si accorgono del mio arrivo e ne approfitto per appoggiare il mio cazzo che ormai sta esplodendo dall'eccitazione sul culo di Francesca. Lei sente la presenza e fa su e giù. Finalmente le due si staccano, Susanna si toglie il maglione ed inizia a baciarmi, io mi adeguo e non passa molto che la sua mano afferri il mio cazzo tra le mutande ed inizi a tirare con caparbietà. Francesca nel frattempo era completamente nuda ed aveva iniziato a spogliare anche me. Susanna si volta e vediamo che il suo ragazzo si sta dando da fare con Nicola e Diletta, così capisco che è il momento. Le tolgo reggiseno e perizoma con dolcezza e inizio a spingere il mio cazzo dentro la sua vagina. Dopo un paio di spinte sento che manca poco così mi faccio prendere la mano ed inizio a schiacciarla. Ora sono giunto al culmine e faccio appena a tempo a uscire e vengo prima su di lei e poi ci pensa Francesca a mettere a disposizione le sue tettone.

Questo racconto di è stato letto 6 7 0 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.