Cornuto eccitato 3 ed ultima parte

Scritto da , il 2011-11-22, genere tradimenti

...mi spiace x chi si è annoiato durante la prima parte, ma sappiate che questi sono fatti realmente accaduti, e solo chi c ha passato puo' capire cosa c vuole x raggiungere certi obbiettivi con il proprio partner, sopratutto s c prole nel mezzo, scusate ma era una dovuta precisazione.
passiamo al racconto, qundi come dicevo prima concordano un incontro conoscitivo, voleva prima conoscerlo di persona, ovviamente da perfetto cornuto io vengo informato pochi minuti prima che lei uscisse, e non potevo nemmeno arrabbiarmi per la buona riuscita del gioco.
Si vedono nella vicina noto, in un bar frequentatissimo come io stesso avevo consigliato.
aspetto con ansia il suo ritorno a casa e la trovo tranquilla , rilassata e cercava pure di sviare i discorsi.
io non stavo nella pelle e volevo sapere, a letto ne parliamo mi risponde, non vedevo l'ora.
aveva avuto un ottima impressione, il tipo si presentava bene, sia di aspetto che anche nei modi, gli chiedo se la eccitava tutto questo, s aveva avuto voglia di scoparselo ma lei glissa, ok non restava che l'ultimo passo, e mi dice :ora sta a te fare la tua parte, io rispondo che sono d'accordo,lei cerca di ancora di prendere tempo e vedere s ero veeramente convinto, a me non sembrava vero che potesse succedere
(lei era piu' incredula di me, non s spiegava come potesse eccitarmi il tutto)
C'era l'ultimo cavillo, la mia presenza in loco, non ne volle sapere assolutamente, piuttosto mando all'aria il tutto mi rispose in ultimo.ok acconsentì lo stesso, pensai che era importante iniziare.
Loro intanto si sentivano sempre con piu' frequenza,fino a quando non decisero di vedersi, io consigliai a casa era il posto piu' tranquillo ee sicuro senza nessuno potesse vedermi, con la scusa che ero a giocare a calcetto e poi rimanevo fuori fino a tardi,così la sera del venerdi 15/02/2008 ebbe inizio
il mio essere cuck.
la baciai tutta prima di uscire, mi raccomando di non appostarmi per vederlo ma fu piu' forte di me, mi appostai con la macchina in un punto dove c'era poca luce per vedere il bull di mia moglie, riusci a vederlo in lontananza ed ero gia' qusi venuto non vi dico quanto eiaculai.finalmente all'1 di notte mi kiama
e mi dice che è andato via, i reco a casa di corsa entro e la trovo in bagno, mi accoglie con un sorriso un po' imbarazzata, mi butto su di lei e la bacio la abbraccio gli sussurro che l'amo gli abbasso appena lo slip e lo infilo dentro, che piacere, non vi dico sentire ancora l'odore di lui gli umori che si mischiano manco 2 minuti e sborro come non mai, l'ennesima risata e rispondo che ormai non ha motivo di incazzarsi, quado vuole c lui...s sono passati altri da allora ma non mi permette mai di guardare o partecipare, mi dice per salvaguardare me, pero' mi racconta tutto nei minimi particolari e mi sega pure quando è in vena...

Questo racconto di è stato letto 1 0 1 3 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.