Mascelle slogate

Scritto da , il 2018-11-26, genere comici

Presento un testo non mio. Ogni tanto faccio il talent scout e trovo nuovi autori, non so se sia un uomo o una donna, a me piace il suo umorismo surreale. Ve lo propongo.

Mascelle slogate.


Si sa come sia difficile per uno scrittore equiparare o addirittura superare il successo del primo libro.
Pier era la nuova promessa della letteratura italiana secondo i giornalisti.
Il suo romanzo fu definito "un antidoto alla banalità, uno squarcio nella mente", non male per questo 35enne di Biella che per molti anni aveva curato una striscia di fumetti nel quotidiano locale, fino a quando pensò:
"Un libro lo scrivono tutti, perfino Moccia e che io sono il più scemo?"
Il problema è che adesso la pressione per il secondo libro era troppa. Lui neanche voleva scriverne un altro, figuriamoci! Già il primo era stato un parto difficoltoso. Ma l’editore, i fan e soprattutto la banca lo spingevano per ripetere il primo successo.
Povero Pier… era bloccato! Non aveva idee.
Parlare della crisi dei trentenni d’oggi? Dei problemi dei rapporti di coppia? Parlare di un viaggio a Madjugorjie?
Noo.. ARGOMENTI inflazionati!
Pensò quindi.. quale è la cosa che piace proprio a tutti?
Facile: il sesso!
Ma quando iniziò a scrivere, prendendo spunto dalle sue esperienze personali, a malapena finì il primo capitolo.
"No, così non va bene, devo inventarmi qualcosa!"
Iniziarono per lui mesi davvero sfiancanti, dovette, per ragioni di studio sulla materia, scoparsi le peggio mignotte, passare alle costose escort e provicchiare senza non poca paura con dei calienti trans.
Fiumi di sperma gli stava costando questo libro e anche una buona dose di sudore e qualche leggera infezione, ma questo e altro per il suo secondo successo.
La notte non faceva che scopare e il pomeriggio scriveva, non aveva vita sociale, SCOPAVA E SCRIVEVA ININTERROTTAMENTE.
Nonostante descrivesse esattamente ciò che faceva nei suoi incontri di studio con quelle belle donnine, quando rileggeva non gli sembrava che lo sforzo, la tensione, l'orgasmo, si percepissero così come lui li viveva.
Pensò che fosse perché nonostante passassero poche ore dallo scopare allo scrivere qualcosa andasse perso e allora iniziò a riprendere le sue performance così da rivivere esattamente tutto.
Andò avanti così per qualche settimana e il risultato di queste registrazioni non servì altro che a causargli ripetute erezioni, fino a quando decise:
“per scrivere di sesso devo scrivere col sesso”.
No, non iniziate a credere che, tipo calamaio, iniziò a immergere il suo cazzo NELL'INCHIOSTRO e scrivere materialmente su dei fogli di carta le sue porcate.
Pensò invece che dovesse scrivere col risultato di tutto quel sesso... ossia con il suo sperma.
Non fu facilissimo ma riuscì a terminare il suo romanzo di 210 pagine. Tutte scritte con il suo sperma mischiato a dell'inchiostro. E il risultato gli piacque davvero tanto, ora però era necessario che tutte le copie avessero la stessa mistura di sperma e inchiostro.
Ma come?
Come procurarsi tutto quello sperma?
Aveva bisogno di rinforzi, assunse una quarantina di mignotte e mise in giro la voce che le suddette troie facevano bocchini gratis.
In pochissimo tempo fiumi d’uomini si recarono dalle 40 professioniste, loro non facevano che ciucciare, leccare, sputare e smanettare su centinaia di cazzi.
Cazzi giovani, vecchi, pelosi, glabri, loro smanettavano fino a far fuoriuscire il prezioso liquido che veloci dovevano sputare in apposite ampolle.
Ci vollero 5 mesi e 215000 pompini per raggiungere lo sperma necessario, le 40 mignotte al termine di quei 5 mesi non vollero più saperne di cazzi e la metà divenne lesbica.
Pier poté finalmente stampare il suo libro: "Mascelle slogate", in onore alle donne che purtroppo ebbero conseguenze gravi a tutto quel succhiare.

All’interno del libro, Pier scrisse una dedica speciale:

"il libro è la quintessenza del suo scrittore..."
-vittorio alfieri-

Questo racconto di è stato letto 1 4 4 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.