Alla Contadina non far sapere quanto è buono il Cazzo nel Sedere!

Scritto da , il 2018-08-20, genere zoofilia

Beh è risaputo da sempre che la Sessualità delle Contadine nate e cresciute
in aperta Campagna non può essere la stessa delle loro Coetanee di Città!
Al massimo da Ragazzine mirano a "giocare" col Piselletto del Cane o fanno
qualche ingenua pippa al Caprone,rischiando peraltro di venire incornate!
Di certo va'molto meglio alle Coetanee di Città,che iniziano a frequentare il
Sesso già dalle Medie! Io avevo degli Zii in Campagna,a circa 30 km dalla
mia Città,e la loro figlioletta aveva circa tre anni in meno di me,io nel periodo
che frquentavo il loro Casale- in particolare d'Estate- avevo circa 20 anni!
La mia Cuginetta,un poco timida ma abbastanza risoluta quando si trattava
di parlare di se'stessa,qualche volta mi mostrò i suoi giochini particolari
che faceva a turno o al bastardino di casa o al più dotato Caprone! Io
iniziai a ridere quando masturbava il Piselletto del Cagnolino,ma dovetti
farmi serio quando mi condusse nel recinto del Caprone,innanzitutto per
le sue misure importanti,se paragonate al mio normalissimo Cazzo,e poi
perché mentre masturbava il Caprone,contemporaneamente si era sfilata
la gonna con dentro le mutandine,e con una mano faceva andare avanti/
indietro il Pisellone del Caprone,mentre con l'altra si massaggiava la fichetta,
inserendoci dentro prima uno poi due ed infine tre dita,portandosele poi
in bocca per gustarsi il suo stesso sapore vaginale! Chiaro che a quel punto
io mi fossi arrapato tanto da fare a gara col membro del Caprone, in quanto
a consistenza,ed allora una volta tirato fuori,girai attorno a lei che aveva tutte
e due le mani stra-impegnate ed il Culetto invitante e provocante bello all'aria,
ma troppo trascurato! Era giunto quindi il mio turno di darmi da fare,e mentre lei
continuava imperterrita coi suoi "giochini" ,quasi noncurante del fatto che io mi
fossi avvicinato così pericolosamente con la mia Cappella alle sue chiappette
sin lì serrate! Mi inumidii un poco le dita e prima gliele strofinai su quel magnifico
bottoncino marroncino,per poi inumidirmi la Cappella ed essere così perfettamente
pronto per la sua primissima penetrazione anale! Così lei poté godere contemporaneamente
nell'avere in mano il Pisello del Caprone,le sue stesse dita ben addentrate nella sua
fichetta ed il mio Cazzo super- arrapato che iniziava a spingere per violarle la sua
verginità anale! Ahiii lei strillò quando glielo spinsi dentro senza troppe effusioni,ed
anche il Caprone emise uno strano verso di dolore,perché nel frattempo per sopportare
il dolore causatole dal mio Cazzo "trapanatore",lei strinse forte il Pisello del Caprone,che
quasi glielo stritolava! Poi fortunatamente glielo lasciò,ed il Caprone andò a cercarsi un
angolo più tranquillo,mentre lei si dedicò finalmente a godere sempre di più le mie
spintarelle col bacino,atte a farglielo entrare il più a fondo possibile! Lei iniziò a
sollevarsi un po'di più col suo bacino ed a dare colpi all'indietro di "rinCULO" ,tanto
da rendersi partecipe al massimo,fino a farmi sborrare copiosamente nel suo intestino
retto! "Non sapevo fosse così bello farsi inculare",mi disse lei con occhioni grati,da qui
il titolo del racconto: "Alla Contadina non far sapere quanto è buono il Cazzo nel Sedere!"

Questo racconto di è stato letto 3 4 4 1 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.