Erotici Racconti

Le mogli degli altri - 5

Scritto da , il 2018-06-12, genere voyeur

Ci accingiamo a salire in macchina dopo la serata appena trascorsa dai signori Alfredo e Irma. E che serata!!! La serata in cui ho visto, per la prima volta, mia moglie godere tra le braccia di due uomini.

Odino continua a parlare della serata con toni entusiastici, dicendo di quanto mia moglie sia bella e quanto sia stata brava nel rapporto con lui e il signor Alfredo, poi abbozza …
“Solo a ripensarci mi è tornato duro. Ascolta, ti dispiace se tua moglie sale dietro con me? Così me la spasso un altro po’ …”
“Non esagerare Odino!” replico io “Sarà sfinita. Vero tesoro?”
“Un po’ …” mi risponde lei lasciando a me la scelta
“Eddai! Che sarà mai?” insiste Odino “Mica te la sciupo!”
Io lo guardo un po’ perplesso e penso che quello che doveva avere l’ha già avuto … però … la risposta di mia moglie poteva essere più decisa … forse a lei … in fondo in fondo … non dispiace
“OK! Va bene! Tesoro, puoi sederti dietro con Odino così gli fai un po’ di compagnia”

Mentre guido tengo d’occhio su quello che succede dietro, attraverso lo specchietto retrovisore.

I due si stanno stuzzicando, tra risatine, sfioramenti, allusioni …
“Assaggia questo dito” le dice Odino mettendole un dito in bocca
Lei lo asseconda emettendo una risatina da finta timida
E poi …
“Senti che bella micina calda che hai”
“Miaooo …” gli fa il verso lei ridacchiando

Dopo un po’ di giochetti da adolescenti, Odino comincia ad affondare in modo più deciso
“Ma ti rendi conto che stasera non me l’hai mai preso in bocca? No, dico … ma vogliamo scherzare? Il mio uccello ha una voglia matta di conoscere la tua bocca …”
Poi le mostra l’uccello
“Guarda qua” le dice “Lo riconosci? … E’ quello che ti ha fatto tanto godere stasera”
“No dai! Sono stanca …” prova a sedarlo lei senza troppa convinzione
“Dai! Su! Fa la brava!” la esorta Odino “Metti questa bella manina … ecco così … brava … falla andare su e giù … siiii … bene … scommetto che stai salivando dalla voglia di prenderlo in bocca”
Lei non dice nulla. Intanto lo sta masturbando.
Odino si avvicina al suo viso e la bacia, poi le sussurra
“Dai tesoro! Fa la brava! … So che stai morendo dalla voglia …”
Mia moglie abbassa la testa tra le gambe di Odino, lentamente, e …
… blop … blop …blop … si vede la chioma di capelli andare su e giù ritmicamente eseguendo un bel pompino.

Poi Odino, tranquillamente, inizia a conversare con me
“Tua moglie … è davvero bella. Che donna! … Mmmm … Di classe, elegante, raffinata … Oooohh … e che bei modi che ha … veste bene, tutta curata … brava tesoro, così …”
“Eh già!” annuisco io
… blop … blop … blop …
“Ma dimmi” continua Odino “me la presteresti per una sera?”
“Prestartela?” rispondo io “Cosa dovresti fare?”
“Ah tranquillo! … Non le faccio niente di più di quanto hai visto finora” mi dice … “E’ che … vorrei farla conoscere ad Anselmo”
“Anselmo? E chi è Anselmo?” chiedo io
… blop … blop … blop …
“Anselmo è un mio amico. Ha circa la mia età, 68-70 circa, sempre solo … Mmmm … Ogni tanto mi da una mano per dei lavoretti … Vorrei presentargli … siii bene … tua moglie fingendo che sia la mia donna … Ooooohh … per farlo crepare di invidia”
“Capisco” dico io
Odino, a questo punto le tira su la testa e le dice
“Vediamo questa boccuccia … aprila bene!”
Lei gliela spalanca e lui …
Achh Pùù le sputa in bocca
E’ un piccolo particolare, ma brutalmente carico di significato. Odino, nello sputarle in bocca vuole sancire la sua supremazia. Il suo dominio.
Poi le riabbassa la testa affinché continui il lavoro …
… blop … blop … blop …
Quindi riprende a conversare tranquillamente
“Lui (Anselmo) dice che uomini brutti come noi, rozzi e sporchi, non possono avere una donna … Sai che faccia fa se mi presento con questa sventolona? Vero amore? Tu cosa dici?” rivolgendosi a mia moglie
“Mmmm” … blop …blop … blop …
“Che brava donna” continua Odino “ligia al dovere. Hai sentito? Non si stacca neanche per rispondere …” e si fa una risata “Brava! Continua … bene così …”

Sarà da circa 20 minuti che mia moglie sta succhiando il cazzo a Odino. L’ha fatto con una costanza encomiabile. Senza proferire parola e senza mai dare cenni di stanchezza.
Giungiamo nel cortile della casa di Odino e lui mi fa
“Non ti dispiace, vero, se me la scopo un attimo? Ho il cazzo in tiro e non riesco a venire con la pompa. Ci metto poco vedrai!”
“Dai Odino, facci andare a casa! Fatti una bella sega e vedrai che dormi di gusto. E poi, Gloria sarà stanca. Vero tesoro, cosa dici?” le chiedo io
… blop … “Mmmmm” … blop … blop …
“Si, vabbè … ho capito. Vuoi che entriamo?” chiedo a Odino
“Oh non c’è bisogno che scendi. Anzi tieni la macchina accesa con i fari che illuminano la casa, così me la scopo appoggiata al muro”
I due scendono. Lui la appoggia spalle al muro, le sfila le mutandine. Le solleva una gamba prendendola sotto al ginocchio e inizia a sbattersela con grande vigore.
Io da buon guardone osservo la scena pensando “quanto è bella mia moglie … e quanto amo guardarla godere…”
Odino la stantuffa per bene lavorando con dei forti colpi di bacino. Lei la vedo ansimare di piacere.
Dopo una serie di colpi decisi vedo che Odino si blocca con le chiappe contratte. Mi sa che le è venuto dentro.
Si sfila. La fa abbassare e si fa pulire il cazzo con la lingua.

Poi la riaccompagna alla portiera della macchina e la aiuta a sedersi al posto passeggero e si rivolge a me dicendomi
“Allora siamo d’accordo! Me la porti Sabato sulle 18?”
“Non so, Odino!” rispondo io tenendomi sul vago “Si vedrà …”
“Ma come, si vedrà!” tuona lui, evidentemente irritato dal fatto di non avere una conferma immediata. Poi fa una breve pausa, sfodera un sorrisino maligno e, giocando sporco, mi dice
“Al limite … se non può venire lei mandami quell’altra!” alludendo chiaramente a Sabrina (rif. Le mogli degli altri 1 e 2)
Io rimango per un attimo impietrito (‘sto bastardo figlio di puttana!!!)
Gloria salta su all’istante
“Come quell’altra??? Chi è quell’altra???”
Io cerco di troncare sul nascere l’argomento, minimizzando
“Ma cosa cazzo stai dicendo Odino? Mi sa che hai bevuto un po’ troppo!”
“No, No!” ribatte lui, insistendo “Mi sa che voi due non vi dite proprio tutto tutto …” e poi, prima di chiudere la portiera si rivolge a Gloria
“Fatti spiegare bene, tesoro! A presto!”

Stiamo tornando verso casa. Stasera ne sono successe di tutti i colori.
Mia moglie non dice una parola. Dopo essersi scopata i due vecchi e dopo aver fatto pure il bis con Odino, ora mi tiene il muso, incazzata nera, in preda ad una gelosia assurda.
Almeno me la fossi scopata Sabrina …

Questo racconto di è stato letto 3 8 5 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.