Erotici Racconti

Non esiste droga più forte del sesso

Scritto da , il 2018-01-14, genere dominazione

Sono sul letto dannatamente eccitata come poche altre volte nella mia vita. Non so stare ferma,la mia figa arde,mi brucia,ho voglia.Accarezzo il ventre,scendo giù dove posso trovare le mutandine già bagnate. Mi sfioro attraverso il tessuto,scappa un sospiro.
Tu mi fissi impassibile,con uno sguardo glaciale,come se la visione del mio corpo oscenamente caldo,oscenamente ansimante non ti procurasse nessun effetto..vuoi torturarmi,come sempre.
-Alzati! Mi ordini improvvisamente.
La tua voce profonda mi destabilizza.
-Avvicinati lentamente e comincia a spogliarti,devi arrivare nuda da me.
Mi alzo in piedi, “Finalmente mi sta degnando di un minimo di attenzione” penso. Comincio una lenta camminata,quasi strisciante..le mani tremano mentre sfilano il maglioncino,fortuna che non indosso il reggiseno. Pochi passi mi separano da te,mi sta salendo l'ansia. Sbottono i jeans e li faccio scivolare a terra insieme al perizoma. Siamo uno di fronte all'altro, la tua bellezza mi intimidisce,ti desidero.
-Girati! La tua serietà mi mette quasi paura ma allo stesso tempo mi fa eccitare vergognosamente. Non so che intenzioni hai. Mi giro lentamente dandoti le spalle. Improvvisamente uno schiaffo si schianta ferocemente sul mio culo. Un senso di bruciore invade il mio corpo e l'eccitazione sale a dismisura. Però che bel modo di bruciare..
-Quante volte ti devo ripetere che non ti devi toccare se non con il mio permesso? Mi prendi per i capelli avvicinandoti,sento il tuo respiro sul mio collo,vorrei crollare davanti a te.
-Non ti devi mai più azzardare a disobbedirmi hai capito? mi ringhi all'orecchio,mentre i brividi si impossessano di me.
-Si chiedo perdono..
-Come faccio a perdonarti se la stessa storia si ripete da giorni ormai? Eh piccola puttana?
Per un attimo una frase cerca di formarsi sulle mie labbra,socchiuse come quelle di un muto,lottano,ma riesco solo a guardarti con l'aria da ebete,mentre il mio corpo freme. Nel compenso la mia figa si sta bagnando sempre di più. Faccio fatica a trattenere gli umori tra le gambe,so che ti farebbe impazzire ancor di più.
-Guardati non riesci più a dire una parola! Potrei farti fare di tutto e tu ubbidiresti come una cagna in calore.
Ed è vero. Hai dannatamente ragione. Ti desidero a tal punto da fregarmene della mia dignità,mi mandi in pappa il cervello;cerco di immaginare quali saranno le tue prossime mosse,pronta a soddisfare ogni tuo desiderio pervertito,di assecondare la tua mente deviata. Ma stavolta non hai voglia di assistere a nessuno spettacolino..Il tuo corpo sta rispondendo finalmente alle mie preghiere,a tua volta sei eccitato. Eccitato dalla mia nudità di fronte i tuoi occhi,dal mio culo che tanto adori,dal potere che hai su di me..Riesco quasi a percepire la tua erezione.
Mi spingi fino al letto buttandomici di peso,sei sopra di me. Sono immobilizzata,non riesco a muovermi,il tuo corpo sopra il mio,il tuo cazzo eretto spinge sul culo. Il collo schiacciato contro il materasso dalla tua presa,mi togli il fiato. Una mano si insinua tra le cosce,mi sfiori sono bagnata..
-Cosa provi ad essere completamente al mio servizio? Ad essere il mio giocattolo?
-Mi..la voce rotta,ansimo..Mi fa eccitare..
Posso sentire i tuoi occhi su di me,la lussuria che cresce a dismisura.. Mi accarezzi le labbra grondanti,le porti alla bocca le assaggi..Con un colpo secco mi entri dentro senza preavviso,un urlo esce dalla mia bocca.
-Non..fiatare. Ruggisci con tutta la forza,la presa si fa più intensa,mi schiacci il viso diventa paonazzo,mi manca l'aria. Colpi secchi e profondi violentano il mio sesso..sei feroce,incazzato,scarichi tutta la rabbia su di me e io non riesco a fare altro che godere. Ti stai impossessando di me,un altro schiaffo mi fa bruciare il culo..un altro ancora,fa male. Un lamento riesce a farsi strada..
Sono un turbinio di emozioni,il cuore batte all'impazzata,la mente offuscata dal piace che solo tu sai procurarmi. La tua presa si fa meno intensa, ti supplico nella mia testa..Mi giri verso di te continuando la nostra danza..Mi invadi la bocca,mordendomi la lingua e succhiandola..le tue mani esplorano il mio corpo;fai scivolare una mano dietro e mi infili un dito nel culo.
Spalanco gli occhi incredula,arrossisco,non eravamo arrivati ancora a quel punto..
Sto esplodendo dentro,non capisco più dove finisco io e dove inizi tu.
I tuoi grugniti accompagnano i miei gemiti soffocati..mi contorco sotto il tuo corpo. Il rumore del letto che cigola e i miei versi strozzati ti danno una carica sovraumana.. Il nostro piacere aumenta,stai cedendo alla passione.
Aumenti sempre di più il ritmo finchè gli ultimi affondi mi innondano del tuo sperma caldo..
Sei stanco,hai il fiato corto.
Ti alzi ed esci dalla stanza. Mi lasci cosi,sudata e piena di te.
Sei la mia droga..


Halley-

Questo racconto di è stato letto 3 0 2 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.