Erotici Racconti

La cubana generosa

Scritto da , il 2018-01-12, genere etero

Questo brevissimo racconto è il primo che pubblico in assoluto,la sua corta lunghezza è dovuta al fatto che è solo una prova per quelli che seguiranno

Sono sulla sua macchina, mi sta portando a casa sua, le guardo quelle gambe di una splendida carnagione color cappuccino inguainate da delle calze trasperentissime, il tutto contornato da una minigonna che poco lascia all'immaginazione ;istintivamente, mi viene duro, lei se ne accorge e sorride mentre io arrossisco...

L'ho incontrata al discount sotto casa mia, lei era davanti a me alla cassa; ammiravo quella bellissima ragazza, non più di venticinque anni e tratti marcatamente sudamericani (confermati poi da un forte accento spagnolo), ammiravo conscio che era troppo per me, diciannovenne timido e impacciato ;ma poi successe che al momento di pagare si accorse che i soldi che lei aveva non bastavano per tutto il costo della sua spesa, così mi offrì di pagarle il resto, nel tentativo di attirare almeno la sua attenzione.
-Gracias, sei estato muy gentile conmigo ragazzo.
Arrossì immediatamente e risposi
-Di niente, per me è sempre piacere aiutare il prossimo.
-bè, allora, per sdebitarme cosa dici si tu vieni alla mi casa per bere qualcosa?
Fui preso alla sprovvista, certamente era l'ultima cosa che mi
Aspettavo e ovviamente accettai.

Sono sul suo divano, lei è accanto a me, vicina, vicinissima, sento il suo fiato...
Mi tocca ovunque e io cerco di ricambiare, ma non riesco a stare al passo della sua foga..
All'improvviso mi sbottona e lo tira fuori, durissimo, e comincia un lento pompino da vera professionista...
Ora mi accarezza delicatamente le palle, e con l'altra mano mi fa un lentissimo su e giù lungo l'asta mentre lecca la cappella con la sua calda Lingua
-Sei... Bravissima.. Ahh..
-Lo so, esto è El mio lavoro .
Aumenta la velocità, sto quasi per venire quando mi stringe forte le palle
-ahiaa...Perché lo hai fatto?
-Silenciate niño, no me vorrai venire così presto?
Ricomincia da capo, prima lentamente poi sempre più veloce per poi bloccarsi poco prima che io venga... Va avanti così per tre volte e ora sto impazzendo, ho una voglia di venire incredibile...
Le sue dolci labbra scorrono per tutta la lunghezza del mio pene mentre la sua lingua di velluto mi avvolge e accarezza il glande.. Sto per venire, ma questa volta mi lascia fare ed erutto nella sua bocca il più inteso orgasmo che abbia mai avuto,poi lei si alza e finiamo in un lunghissimo bacio...

Questo racconto di è stato letto 2 2 4 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.