Erotici Racconti

"Questa la devi proprio sentire "

Scritto da , il 2018-01-10, genere etero

"Questa la devi proprio sentire " mi disse la mia amica e coetanea,parlando del suo
figliolo che qualche giorno prima aveva spedito a casa mia,dietro mia promessa di farlo
incontrare sessualmente con una mia nipote- sua coetanea! ( Trabocchetto che servì
poi a me a " tastare" il fatto che lui fosse o meno interessato da un corpo nudo femminile)!
Quindi convinti entrambi,sia la Madre che il figliolo che io avessi preparato questo incontro
erotico tra Adolescenti,quando poi fui io con quel subdolo escamotage ad avvantaggiarmi
del suo corpo da Verginello timido ( almeno parzialmente,perché a metà del nostro incontro
lui con una battuta ( vedi il mio precedente racconto "Il Verginello timido") se la squagliò!)
Dunque riprendendo dal successivo incontro tra me e sua Madre,che mi aveva espressamente chiesto di fargli dare una "svegliata",lei esordi' con questa battuta: "Questa
la devi proprio sentire", " Dopo che mio figlio è stato a casa tua,ha iniziato a frequentare
siti Porno,ma caso veramente singolare,non ho mai visto cercare teenagers,ma solo
"Milf" o comunque Donne già ben " addentrate" e tu puoi immaginare come o dove,tanto
che a volte lo vedo guardarmi sotto una luce diversa,pare quasi che mio figlio voglia
saltarmi addosso e possedermi da un momento all'altro! Mi segue con lo sguardo sempre
incollato nei miei Paesi bassi e quando vado in bagno lo sento spiarmi da dietro la porta!"
"Tu come me lo spieghi questo cambiamento,e cosa mi consigli di fare? Mi chiese lei in
confidenza ed io,che avevo lasciato il nostro incontro a metà drizzai le orecchie e le proposi
di mandarmelo di nuovo a casa mia, per cercare di capire cosa gli passasse per la testa!
Lei mi ringraziò per la collaborazione e mi disse se potevo toglierla da quella situazione
imbarazzante! " Non preoccuparti,me lo prendo io...questo problema " le dissi e lei si
allontanò rinfrancata! Quel Pomeriggio stesso lui si presentò all'uscio di casa mia e mi
disse: " Mi ha detto la Mamma che avevi qualcosa da dirmi,o da "darmi?",aggiunse subito
maliziosamente!" " Beh,gli dissi io voleva qualche delucidazione sul tuo comportamento da
un po' di tempo in qua,ma siccome penso di essere stata io a farti interessare particolarmente ad un certo tipo di Donne,penso che sia giusto anche riprendere il discorso
da dove lo avevamo interrotto!" Risposi io,trascinandolo dentro casa! Niente preamboli o
inutili preliminari stavolta( non volevo concedergli il bis,per vederlo andar via proprio sul
più bello!)!Quindi senza troppi complimenti cominciai a spogliarmi ed esortando lui a
fare altrettanto,ci avviammo direttamente verso la Camera da letto! Stavolta non gli
avrei lasciato scampo,la mia " Micia" aveva proprio deciso di ingoiarselo tutto quel
formidabile Uccello,un po' come Silvestro quando tira fuori gli artigli,ed insinua Titti!
Dopo la mia recente depilazione,fu estremamente facile per lui trovare la " Porta di
ingresso " e senza bisogno di lubriFICArla,me lo spinse tutto dentro a secco! Anche
se ero ben abituata,un urletto di goduria lo cacciai volentieri ( e spontaneamente), il
che fece in modo di farglielo intostare ancor di più( se possibile!) ! Aveva un culetto
appetibile,al quale mi aggrappai volentieri,per aiutarlo nello spingere più a fondo
possibile e cadenzandone il ritmo della succosa chiavata! Ogni due spinte o colpi
di reni coincideva un mio " scivolamento " verso il basso sul letto,per fare entrare
il suo cazzone ancora più a fondo,finché all'apice della goduria lui non m'inondo'
il canale- vaginale,senza possibilità di sfilarmi! Il che non dispiacque affatto a
nessuno dei due! Dopodiché lui con un sorrisetto malizioso e la fronte ed i capelli
sudati,si ricompose e ringraziandomi per la lezione di sesso non virtuale,disse
che era ora di tornare a casa sua, e che ora la avrebbe smessa di insinuare sua
Madre!

Questo racconto di è stato letto 3 3 8 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.