Erotici Racconti

Parcheggio in A1

Scritto da , il 2016-12-30, genere esibizionismo

Vicino a Firenze si trovano alcune aree di sosta dove spesso si incontra un po di vita trasgressiva. Gay e bisex in cerca di sollazzi per rendere più vivace il viaggio. Io sono segretamente bisex e mi è capitato di fermarmi e giocare con qualche camionista. Una volta, un po di anni fa, stanco di guidare mi fermai ai margini di una di queste aree. C'era qualche camion, poche macchine. In apparenza molto tranquilla. Ero con mia moglie. Era una sera caldissima. Appena mi sono fermato mi sono messo comodo e ho sdraiato il seggiolino. Mia moglie era fresca e non aveva voglia di riposare. Poco dopo mi chiama. Ehi. Guarda la. Mi tirai su e mi accorsi che c'era un maschio con l'uccello di fuori che si faceva una sega proprio davanti a mia moglie. MA che cazzo fa?? Adesso lo mando a fanculo e vado per scendere dalla macchina. Ma mia moglie mi blocca e mi confessa che le piace e che non c'è nulla di male. Nulla di diverso dai porno che saltuariamente guardavamo a casa per allietare le nostre seratine piccanti. In effetti aveva ragione. Riposi il mio impeto e lasciai che mia moglie continuasse a guardare il tipo che era comunque a distanza di sicurezza.Si stava eccitando molto e questo mi piaceva. Anche io sentivo che il mio cazzo si irrigidiva. Sopratutto quando capiii che mia moglie ammiccava con gli sguardi allo sconosciuto. Iniziò a toccarsi le tette. A leccarsi le labbra. Il tipo continuava a segarsi con calma e con attenzione. Aveva un discreto cazzo e si vedeva bene grazie alla luce del lampione. Un bello spettacolo. A quel punto dissi a mia moglie:Perchè non gliela fai tu? Lei si girò di scatto e mi disse: Ma sei scemo???
Che vuoi che ti faccio,le risposi io. E' soltanto uno che ha voglia di godere.
Lei si sentì rassicurata e inizio a toccarsi spostando i pantaloncini corti e scoprendo la sua fighetta depilata. Il tipo si avvicinò per vedere meglio. Aveva sempre la verga dura in mano. Mia moglie abbassò completamente il finestrino e il tipo si appoggiò alla portiera e mise il suo cazzo dentro all'abitacolo. Mia moglie lo afferrò immediatamente e lo segò con vera passione. Il guardone ricambiò con un violento schizzo che raggiunse anche il cruscotto. Le coprì la mano e l'avambraccio e sparì.
Mia moglie ed io restammi paralizzati dalla sorpresa.
Felici e consapevoli ripartimmo consapevoli di aver scoperto un gioco che avremmo sicuramente ripetuto

Questo racconto di è stato letto 3 1 8 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.