Erotici Racconti

Prima esperienza con sconosciuto

Scritto da , il 2016-12-18, genere gay

Purtroppo la "mini orgia" a tre con i miei "amichetti" non ebbe più seguito,anzi anche il rapporto con il mio boy pian piano si era esaurita e sono rimasto solo.Dopo qualche mese,iniziai a lavorare e mi trovavo in un altra città.Alla sera,rientrando al mio alloggio,notai che un auto procedeva mi seguiva piano.Un pò timoroso,facendo finta di niente proseguivo.Ad un incrocio,mi fermai per attraversare la strada,quando la macchina si fermò vicino a me.Abbassato il finestrino una voce "Ehi,tu hai un secondo? - "Che cosa vuole? - risposi-"Aspetta un attimo" - Rimasi lì,si aprì la portiera e dall'auto uscì un tipo sulla cinquantina,credo, corpulento,con i capelli folti e ricci."Ciao,cosa fai?" - chiese -"Niente vado a dormire" - "Ma non sei di qui? - "No" - "Sei qua per lavoro o studio? - "Lavoro" - "Capisco,sei da solo? " - "Sì"- A questo punto,senza troppi giri di parole se ne uscì "Vuoi che ti faccio una pompa? - Rimasi impietrito,la prima reazione fu di mandarlo a quel paese,poi invece mi ricordai che da tempo ero "inattivo", la situazione era un pò rischiosa,ma la voglia era troppa." E dove?" - "Sali,conosco un posto sicuro e tranquillo" - "Va bene" - Saliti in auto,partimmo.Dopo qualche incrocio uscimmo dal centro per proseguire in una zona isolata,qualche capannone in mezzo alla campagna." Come hai capito? " - chiesi -" Non ho capito,ci ho provato" - Ero un pò teso,ma il mio membro si stava svegliando. Dopo alcuni minuti,svoltò in una stradina bianca,la percorse per qualche centinaio di metri e poi ci fermammo in una piccola piazzola.Il posto era veramente isolato,spense il motore ed i fari,eravamo nell'oscurità,arrivava un leggero bagliore da alcune luci di un capannone.Accesa la luce dell'abitacolo,mi guardò dapprima in faccia e poi lo abbassò sulla mia patta,la quale tradiva un leggero gonfiore.Lui la notò subito -"Vedo che sei già pronto? - "Posso? - mi disse. Annui con la testa, mi slacciò la cintura,aprì il bottone e la zip e metà del mio turgido membro apparve."Mhhh,che bel cazzo hai - esclamò - Abbassai i pantaloni e mutande a scoprirlo tutto.Incominciò con delle carezze,poi mi toccò i coglioni,lo strinse nella sua mano paffuta ed iniziò con una sega,molto soft.Era veramente abile.Io lo guardavo e pensavo al suo di uccello.Poi chinata la testa me lo prese in bocca,prima tutto poi chiuse le labbra sulla cappella per succhiarla.infilando la punta della lingua nell'orifizio.Era passato un sacco di tempo che non avevo più un contatto fisico,ma volevo anche io essere attivo.Lo lasciai fare per qualche minuto, lo ingoiava tutto per poi baciarmi il glande senza usare le mani,lavorava solo di bocca,le mani si infilarono sotto di me a toccarmi le palle ed il culo.Si fermò - "Hai un bel culetto,vergine? -" No"- replicai - "Puoi infilarci un dito,se ti va" - Non rispose,sentii premere contro il mio "buchetto" il quale cedette subito ed il suo dito entrò tutto.Riprese a spompinarmi e a farmi un ditalino,spingeva il dito nel momento che me lo ingoiava tutto,era molto eccitante.Non ce la facevo più," Fammelo vedere" - "Con piacere,caro" - Smise,si slacciò i pantaloni a scoprire una grossa pancia da cui sotto spuntava un cazzo corto ma tarchiato,il pube completamente depilato.Allungai la mano,come mio solito passai due dita lungo l'asta fino alla grossa cappella,la strinsi tra due dita e incominciai a segarlo usando solo pollice ed indice." Dove hai imparato? - " Ho le mie esperienze" -"Avevo visto giusto,quindi" - "Vuoi che lo succhio? - domandai - " Magari" - Nello stretto dell'abitacolo mi piegai, bocca aperta pronta a chiuderla sul suo cazzo.Quando lo ebbi in bocca,l'odore ed il sapore mi fecero tornare in mente le mie prime esperienze ed in questo turbinio di sentimenti cominciai il pompino.Giù fino in gola,poi solo la cappella,poi ancora ingoiarlo tutto,movimenti lenti.Anche io lavoravo solo di bocca,con lo mani andai a cercare i coglioni completamente glabri,leggero massaggio poi la allungai a raggiungere le sue chiappe enormi e flaccide per trovare il suo buco. Eccolo,senza dire niente,anche io gli infilai il dito dentro." Sìì, vai così" - Aumentai il ritmo della mia testa,ma purtroppo la sua mole non mi permetteva di muovere il dito,per cui rimase fermo dentro le sue calde viscere.Allora presi l'iniziativa, "Lo voglio nel culo!" - esclamai."Andiamo fuori" - Usciti dall'auto, mi piegai in avanti,appoggiato sul cofano,i pantaloni alle caviglie.Davanti alle mie chiappe,appoggiò la sua pancia sulla mia schiena,tenendolo in mano lo guidò verso il sfintere,così senza lubrificazione, puntò la cappella iniziando a spingerla.Mi bruciava parecchio,era tempo che la mia "fichetta " era inattiva,ma con in passato,resistetti fino che non era completamente dentro di me."Adesso ti rompo" - "Si spaccami,"tutta" - Vista la sua mole i movimenti era un poco goffi ma efficaci.Lo sentivo stantuffare con buona forza e resistenza.Penso che l'inculata durò almeno 10 minuti.I suoi colpi aumentarono,segno che stava per finire,"Come devo finire? " - Io ero venuto qualche secondo prima,il mio seme sparso sull'erba..."Voglio in bocca" - "Allora girati" - Ritrasse il cazzo dal mio corpo,mi voltai ed in ginocchio lo presi in bocca,fermo mentre lui finiva segandosi."Ahh,ahhh,sborrooo" - gridò - Eccola,finalmente! Un'ondata di sborra caldissima andava a riempire il mio cavo orale,il sapore era come lo ricordavo,buonissimo.Ingoiai tutto,senza perdere una goccia.Era in piedi,fermo.Tolsi il suo cazzo ormai mezzo moscio dalla bocca e mi alzai." Non ti facevo cosi" -disse - " Sai è da tempo che lo pratico,adoro fare la troia,perchè sono una troia." - "Andiamo via" -dissi - " Sì è meglio" Durante il ritorno,gli raccontai brevemente le mie esperienze e lui le sue.Si fermò davanti al mio alloggio,non diedi alcun appuntamento poichè il giorno dopo sarei ripartito.Scesi ed entrai senza voltarmi...

Questo racconto di è stato letto 3 0 4 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.