Erotici Racconti

Io, mia moglie ed i nostri amici. Atto finale, prima parte

Scritto da , il 2016-10-10, genere orge

Ecco finalmente il seguito ai miei racconti "Io, mia moglie e le sue amiche" ed "Io e mia moglie la prova".
Atto finale in due parti.
Buona lettura


In quelle settimane mi sembrava di vivere in una realtà parallela, da una parte la vita di tutti giorni dall’altra il ricordo e l’emozione per ciò che era accaduto con le amiche di mia moglie e successivamente con il mio amico Fabio.
E non era finita lì, ora bisognava organizzare una nuova serata che ci avrebbe visto tutti nuovamente protagonisti.
Ormai ero diventato ansioso anche pressato da Fabio che non passava giorno che mi interrogasse su quando sarebbe stato organizzato il successivo incontro ma le signore ci tenevano sulle spine.
Qualche giorno dopo andai a pranzo con Fabio che mi disse:

F: “cacchio pensavo che dopo averla vista in topless e poi nuda al mare gli anni scorsi con Anna avessi raggiunto il massimo ma ora me la sono pure scopata ed insieme a te per giunta! Se me lo avessero detto non ci avrei mai creduto”

G:”Figurati io amico mio! Comunque le signore hanno emesso il loro verdetto: sabato sera vieni a cena da noi. Ci divertiremo.”

Ebbene si Anna, Valentina e Chiara avevano deciso che la nuova serata dedicata al sesso era stata fissata per il sabato sera successivo.
La sera prima sul divano mentre guardavamo la televisione e discutevamo su cosa preparare per cena ai nostri ospiti:

A: “Gian per domani sera avrei una curiosità da togliermi, parlandone con le altre due streghe mi hanno detto che loro già se la sono tolta…”

G:” oh mamma! E che altra curiosità ti vuoi togliere dopo aver trombato con due uomini di cui uno e' il mio migliore amico ed aver fatto una bella doppia penetrazione? Non mi dite che vuoi un terzo cazzo? Non saprei onestamente dove rimediartelo”
A:” ma quale terzo cazzo!? Molto più facile, voglio leccare la fica!”

Avete presente l’emoticon con gli occhi spalancati? Ecco la mia espressione dopo quella dichiarazione.

G:” cioè ti vuoi trombare pure Chiara e Valentina?”
A:” eh si perché no? Loro mi hanno detto che lo hanno fatto già diverse volte tra loro e che desideravano avermi.
Ora anche per “ricambiare” il fatto che ti ho prestato alle loro voglie mi hanno proposto di assaggiare la loro fica”
G:”bene devo dire che siete proprio un bel trio di porcellone”.

Chiaro che quei discorsi mi provocarono una bella erezione che la mia bellissima moglie soddisfo’ dapprima con un sontuoso pompino e successivamente con una bella scopata.
È arrivammo al sabato, pomeriggio dedicato alla preparazione della cena e della serata.
Con una mezz'oretta di anticipo rispetto all'appuntamento avevamo finito di preparare e di vestirci.
Anna indossava un vestitino leggero fin sopra il ginocchio ovviamente senza reggiseno.
Io un classico paio di jeans ed una maglietta.
In attesa degli ospiti ci mettemmo seduti sul divano a guardare la tv, io era sinceramente ansioso e curioso di ciò che poteva accadere e soprattutto non vedevo l'ora di vedere Anna con la faccia in mezzo alla fica delle sue amiche.
Ed ovviamente tutti questi pensieri sconci mi fecero effetto cosi iniziai a toccare le cosce della mia signora seduta accanto a me fino ad arrivare fino all'inguine nudo....

G:" Ma sei pure senza mutande!?
Potevi stare direttamente tutta
nuda allora!?"


Nel frattempo anche lei aveva iniziato a massaggiarmi il pacco sopra i jeans....

A:"mmmmm ti fa effetto però
vedo...?"


E nel dire ciò si piegò sul mio cazzo che nel frattempo aveva tirato fuori dai jeans ed inizio' a spompinarlo.
Fummo interrotti dal suonare del citofono, Anna mollo' la presa e si precipito' ad aprire il portone senza però chiedere chi era e contemporeanamente la porta di casa...
Io stavo rimettendo l'arnese nei pantaloni ma lei prontamente tornata sul divano mi blocco' e riprese a lavorarlo...

G:" Ao ma sei matta? Può entrare
e passare chiunque sul
pianerottolo! Almeno potevi
chiedere chi fosse"

A:"mmmmmm non preoccuparti...
Tu devi fare solo segno alla
persona che entra di fare
silenzio, indicare il mio culo
e contemporeanamente mimare
il gesto della scopata.
Se sarà Fabio sentirò il suo
caldo cazzo entrare in me, se
saranno le ragazze sentirò la
loro lingua."

E facendo ciò si alzo' il vestitino
scoprendo culo e figa.
La visione che avrebbe avuto chi fosse entrato era quella di mia moglie con il culo all'aria verso la porta e la bocca piena del mio cazzo.... già questa poteva bastare
per rendere memorabile la serata.
Eseguii gli ordini che le mi aveva impartito poco prima, dopo pochi istanti il caldo cazzo di Fabio era
entrato scivolando nella sua figa grondante di umori...

A:" mmmmmm buonaseraaaaa"
F:" che porca che sei Anna mia che
meravigliosa porcellina"

Io le venni in bocca proprio pochi istanti prima che Fabio uscito dalla fica le scaricasse in faccia il suo sperma...
Nel frattempo il citofono aveva suonato nuovamente erano Chiara e Valentina.
Stavolta Anna non lasciò la porta aperta, attese che le ragazze suonassero ed una volta aperto si trovarono davanti la loro amica con la faccia imbrattata del seme di Fabio, un rivolo della mia sborra colante dalla bocca ed ancora con il culo all'aria...
Non c'era bisogno di formalismi, iniziarono a baciarsi e scambiarsi la nostra sborra mentre un dito della mano di Valentina fini' dritto dritto nel culo di mia moglie che lanciò un urletto che risuono' nell'intero condominio...
La serata era appena iniziata..

Questo racconto di è stato letto 3 1 8 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.