Ricatto infinito ultimo atto

Scritto da , il 2022-07-23, genere etero

Ciao, puoi v
enire a prendermi....
Com'è andata oggi amore? Sei riuscita a farglielo rizzare?... Oggi ho perso tempo a lavare i vetri delle finestre, erano ridotte uno schifo e non parliamo delle tapparelle.... Guarda mi hanno massacrato.... E lo avete fatto? Mentre ero ricurva sul letto a sistemare il letto, mi ha preso da dietro.... Nel culo? Nooo Cosa dici... Io sistemavo le lenzuola e lui lo menava dentro, neanche lo sentivo. Dieci minuti ed è scoppiato dentro di me......la sera nel letto mio marito si avvicina toccandomi le gambe e cercando di mettermi un dito nella figa..... Dai un'altra volta, ora sono stanchissima. Dormi... Dormire un cazzo!!! Da quando fotti con il vecchio non lo abbiamo più fatto. Per un motivo o per un'altro, mi eviti sempre. Ho le palle che mi fanno male da quanto sono piene. Se non chiavo scoppio.... Mi sono resa conto che aveva ragione, allora mi sono abbassata e ho iniziato a fargli un pompino. Il suo cazzo riuscivo a prenderlo tutto in bocca, percui riuscivo a succhiare e a leccare contemporaneamente la sua cappella, mentre con la mano lo segavo sempre più forte. Si si si così brava... Sei diventata davvero brava..... Ora fermati che te lo voglio mettere tutto dentro.... Fermatiiiiiiiii... Oh si si siiiiiiiii.. Sborrooooooooo.... Cazzo perché non ti sei fermata?... Sputando la sua sperma dalla mia bocca gli dico.... Scusa amore, ma mi piaceva così tanto succhiarlo.... E non bevi la mia sborra?... Stupido lo sai bene che mi fa schifo. Ah ah ah ah lo so, però mi piacerebbe vedertela bere fino all'ultima goccia... Dormi ora!
Due giorni dopo solita visita dallo zio... Roby a dopo.... Scuro in volto neanche mi saluta. Ho un vestitino giallino e leggero che mi arriva appena sopra le ginocchia. Con due cerniere ai fianchi che arrivano fino alle coscie e porto ai piedi un paio di stivali lunghi fino a le ginocchia di colore nero. Mi avvicino allo zio gli prendo le sue mani e le porto sui miei fianchi e lo aiuto ad abbassarmi le cerniere. Sento le sue mani ruvide sulla mia pelle. Mi palpa forte il culo con tutte e due le mani fino a farmi male... Zio non stringere così forte..... Lui neanche mi sente e mi toglie il vestito da dosso. Si avvicina e mi strofina il cazzo duro sul pube e con le mani mi stringe forte le natiche. Hai un culo meraviglioso duro come le pietre...togliti le mutandine e girati senza toglierti il vestitino.... Brava così, con questi stivali e con il culo all'aria sei arrapante. Inizia a leccarmala da dietro..... Cazzo sei già bagnata come un lago. Mi ficca delle dita dentro e inizia a girarle... Quante ne hai messe porco? Stai zitta altrimenti ti faccio entrare tutta la mano dentro. Poi fa una cosa che mi allibisce. Si mette alla pecorina sulla mia faccia e mi dice di leccargli le palle. Prendile tutte e due e succhiale e fammi sentire la lingua.... Erano troppo grosse per tenerle in bocca entrambe senza soffocare. Allora ho iniziato a leccarle da sotto e ne prendevo in bocca una alla volta. Mi facevano schifo per quanto erano moscie e pesanti. Poi si è trascinato in avanti.... Sempre a carponi e dandomi il culo mi ha ordinato di leccargli il buco del culo. voglio qualcosa di diverso..... Sono rimasta allibita a quella proposta. Leccami il buco del culo.. Ma... Ma... Mi fa schifo... Come? farti leccare dappertutto non ti fa schifo? Quando ti lecco il culo non ti fa schifo? Muoviti troia... Mi sono accovacciata dietro di lui e gli dico... Hai fatto il bidet? Sicuro che lo fatto, dai muoviti e non fare la schizzinosa adesso... Inizio a passargli la lingua attorno al buchetto e la muovo su e giù. Ha della peluria attorno, ma una volta bagnata neanche la sento.... Entrala dentro.. Entrala dentro.... Inizio a spingere la lingua dentro il suo culo, ma si piega... Non è facile farla entrare, allora sempre leccando gli ficco l'indice dentro e lo faccio sobbalzare dal letto... Non se lo aspettava. Glielo giro dentro e lo faccio andare avanti e indietro. Lo sento ansimare... Gli piace.... Brava così così fai andare il ditoooooo. Mentre leccavo e spingevo sempre più forte il dito, con l'altra mano gli ho preso metà cazzo da sotto e ho iniziato a segarlo. Cazzo sei un mostrooooo.. Che puttana che sei.... Continua così e fai andare il dito, nemmeno gli ho fatto finire la frase approfittando che aveva il culo bagnato fracido, gli ho conficcato pure il medio nel culo... Ahhhhhhhhhhhhhhhh cosa fai? Mi fai maleeee....ah che c'è ti fa male? Che ne dici se ne faccio entrare ancora qualcuna? Vuoi che ti sfondo il culo? Nooo ti prego,spingi forte fammeli sentire dentro quelle che hai dentro.. Si si muovile così... Sempre più veloceeeee, mi stai facendo impazzireeeeee... Ecco muovile muovile che sto per venireeeeeeeeeeeee. all'improvviso si è girato e mi ha messo il cazzo in faccia.... Apri la bocca daiiii apri la bocca e ha iniziato a irrorarmi di sborra.. Tutta in bocca, falla andare tutta in gola.. Non sprecare neanche una goccia.... Succhiavo e ingoiavo tutto quello che fuoriusciva dalla sua cappella. Un sapore dolciastro e impiastroso che ho bevuto fino all'ultima goccia.. Anzi ha voluto che gli pulissi il cazzo con la lingua così non avrebbe dovuto lavarsi... Per la prima volta in vita mia bevevo tutta lo sperma che un cazzo potesse buttare fuori e lui sembrava un idrante. E pensare che se mio marito mi veniva in bocca, mi veniva da vomitare. Ormai ero nelle mani di questo vecchio porco bavoso. Ero diventata la sua puttana per lui, anche se mille pensieri cercavano di allontanarmi da lui... Poi mi chiedevo... Ma quando potrà durare ancora? Prima o poi si arenera' e sarà tutto finito.... Ma lo pensavo con rammarico, perché un cazzo del genere non lo avrei più trovato. Sono corsa in bagno e ho iniziato a bere e sputare acqua, poi con il dentifricio sulle dita mi sono lavata i denti anche se il maiale mi ha detto di non lavarmi i denti, così avrei fatto assaggiare la sua sborra a mio marito. Che porco!!
Ho chiamato mio marito e una volta arrivati a casa, mi sono spogliata in fretta portandolo con me sul letto. In tutta quella storia pur eccitata al massimo, specialmente quando gli ho ficcato le dita nel culo, non ero venuta percui stavo scoppiando. Prima gli ho fatto un pompino, poi mi sono girata e mi sono fatta penetrare alla pecorina. Più forte tesoro più forte.... Ho il cazzo che balla nella tua figa. La sento più larga. Non parlare e fottimiiiiii cazzo.... L'ho girato e mi sono seduta sopra a cavalcioni..... Almeno il ritmo lo porto io e ho iniziato a saltare su e giù come una pazza.... Non ti ho mai vista così arrapata in tanti anni che stiamo assieme....... Cosa ti succede? Zitto zittooooooo che sto venendo.... Vengooooook.. Mi alzo e gliela metto in bocca.. Succhiala tutta e non lasciare neanche una goccia fuori... Succhiaaaaaaaaaaa si si adessooooooo succhia forteeeeee we.... Bravo bravo cosiiiiiiiiiiii... Venire in bocca a un uomo non ha limiti... Specialmente dopo aver bevuto mezzo chilo di sperma.
Ho un marito meraviglioso ma non posso andare avanti raccontandoci bugie. Prima o poi devo dirglielo che il vecchio mi chiava di brutto con un cazzo enorme... Tanto cosa cambia sapere che mi fotte con un cazzo normale o con uno grande... Sempre cornuto rimane. Quello che mi fa specie è che lo zio ogni volta aumenta la posta e per la prossima volta mi ha ordinato di vestirmi sotto con gli autoreggenti, slip con il filo al culo e il reggiseno a barconcino che sostiene le tette tutte fuori. Non so se continuare.. Ma la posta in gioco è troppa....
Continua

Questo racconto di è stato letto 2 0 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.