Il gatto voglioso

Scritto da , il 2022-06-30, genere zoofilia

Era mattina ed ero a casa di un mio amico. Lui non c'èra, era andato a sostenere un esame così mi aveva lasciata dormire fino a tardi. Ma quella mattina mi svegliai abbastanza prestino, feci colazione e mi mia studiare però stare da sola a casa sua mi fece venire una grande voglia di masturbarmi.
Aveva un gatto bellissimo, jecky, mi osservava di continuo.
Decisi di abbassarmi le mutandine e iniziare a massaggiarmi la figa. Presa dal momento mi tolsi la maglietta anche e iniziai a toccarmi i capezzoli.
Finché ad un certo punto eccitata e in vena di fare la porca non decisi di prendere i biscotti e il latte. Presi il latte e me lo spalmai sul capezzolo aspettando a vedere se Jecky mi leccasse ma non mi considero granché.
Allora mi venne un altra idea: presi un croccantino e me lo sfregai sul capezzolo, jecky inizio ad accarezzarmelo con la zampetta, ero terribilmente eccitata.
Presa in modo incredibie decisi che avrei viziato quella bestiolina in cambio di un po' di orgarmi.
Presi per prima cosa un altro croccantini, lo inzuppai nel latte e lo feci sgretolare tra le labbra della mia vagina , poi ne preso un altro, lo insuppai e lo inerii dentro la mia vagina. Jecky sentendo l'odore si avvicinò e mi diede una prima leccata al clitoride, la sua lingua era secca e ruvida, stupenda. Inizio a leccarmi il clitoride pulendomi bene in mezzo le labbra, quando finì mi iniziò a leccare dentro il buchetto della foga, MERAVIGLIOSO
La sua lingua mi scavava, decisi assolutamente sdraiarmi e aprirmi bene la figa, la sua lingua si intrufolava nel mio corpo e mi creava tantissimo piacere.
Ad un certo punto sento che si ferma e spinge un po' il muso, confusa cerco di capire cosa stia facendo finché.... Ahi ... Cosa succede?... Oh oh sì mio diooo
Ha spinto la sua ruvida linguetta bene in profondità nella mia cavità, mi fa impazzire, da dentro la sento muoversi .. tra poco verrò...
Vedo nell' angolo il cane, Rolly, la chiamo. Viene vicino a me e io provo a indicarle di leccarmi il clitoride... L orgasmo è vicinissimo.
Rolly inizia a leccarmi il clitoride con la sua enorme lingua viscida... Uhh non resisto... AH STO VENEDO
Provo a allontanare gli animali dal mio sesso ma non riesco, continuano insistentemente... Non si fermano finché non squirto tantissimo allagando buona parte della cucina. Sono esausta..resto sdraiata sul pavimento immobile anche se solo continuano a leccare i liquidi che stanno finendo di uscire dal mio corpo

Questo racconto di è stato letto 4 4 1 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.