Erotici Racconti

Il sogno perverso

Scritto da , il 2010-01-19, genere gay

Quella sera non avevo per niente sonno, perciò sono rimasto a guardare la tv per qualche ora in più. Mentre guardavo la tv mi devo essere addormentato, ma il bello che mi era sembrato che mi alzavo dal divano e andavo a letto entro nel letto e non trovo mia mogle ma un uomo non sono sorpreso di ciò, ansi sembro abbastanza felice allungo una mano e vedo che non è granchè peloso, lui si gira mi accarezza e mi da un caloroso bacio in bocca, le nostre lingue si avvinchiano, mi acarezza, mi spoglia, lo spoglio, mi prende in mano in cazzo e comincia a dimenarmelo, la cosa mi piace, si china e me lo prende in bocca, poi si posiziona per un 69 dapprima non ero molto propenso a prenderlo in bocca, intanto lui mi sta spompinando da dio, incomincio a dare qualce bacetto a quel cazzo che sa di un sapore strano, poi estraggo la lingua e comincio a leccare, mi piace lo faccio entrare un pochino in bocca e comincio a girare la lingua, intanto lui mi sta leccando anche le palle, poi scende e mi passa la lingua intorno al buco del culo, sento una senzazione strana, come di piacere lo faccio anchio con lui e mi accorgo che per lui non è la prima volta, mi mette un dito in culo, gli metto un dito in culo, la cosa mi piace, lui intanto continua a spompinarmi, e mi fa venire in un orgasmo idilliaco, come mai nessuna era stata capace di farmi venire, sento che lui mi sta venendo in bocca, un promo getto, un secondo, non ce la faccio ad ingoiarlo e lo sputo, lo estraggo dalla bocca e lui finisce di eiacolarmi addosso, po glielo riprendo in bocca e lo pulisco per bene questa volta ingoio, ha un sapore strano, sembra salato lui mi fa girare a pecora, mi lecca il culo sento che inserisce un dito, poi due sento dolore ma volgio farlo, poi mi punta il cazzo contro e sento spingere, mi dice di spingere in fuori come se volessi cagare, sento che entra tutto di un botto, sento un tonfo al cuore ma mi ci abituo subito e incomincia a picermi, lui stantuffa a più non posso, mi fa venire ancora con il suo cazzo dentro di me, mi sento violato ma mi sento felice lo estrae, si gira e mi chiede di incularlo, facio gli stessi movimenti che prima aveva fatto lui ma sento che lui è èiù predisposto di me, forse ha già avuto qualche esperienza, mentre ho il mio cazzo dentro di lui gli faccio una sega, lui viene ed anchio vengo dentro di lui.

mi sveglio erano le due di notte e mi vedo sul divano, allora mi rendo contro che è stato solo un sogno, un dolce sogno.

Questo racconto di è stato letto 5 7 2 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.