Kiara 3 - La Più Porca

Scritto da , il 2021-10-18, genere esibizionismo

Per conoscere Kiara leggere almeno Kiara 1.

Decidiamo di incontrarci e andare al mare all'isola.
Ci sono zone sugli scogli dove è possibile godersi il sole in topless senza occhi indiscreti.
Dopo un po' di sali scendi sui massi troviamo il posto giusto.
Stendiamo gli asciugamani su due punti abbastanza piatti. Io sotto e lei rialzata sopra di me di circa 1 metro.
Mi tolgo maglia e pantaloni e rimango in costume.
Lei si sfila il vestito e rimane con un micro tanga che le copre a malapena il taglio della patata.
La sua terza piena fa bella figura di se e le chiappe del suo culo tondo sono divise da un filo praticamente invisibile.
Si sdraia a pancia sotto.
K - "Mi spalmi la crema"
Provocante come sempre si
muoveva ad ogni mio tocco.
"Mmmmhhhhh, oh siiii!"
Le unsi tutta la schiena e poi scesi sul culo...versai un po di abbronzante e strusciai, accarezzai, ma soprattutto mi gustai ogni zona di quel culo bello, pieno, tondeggiante e godurioso. Massaggiai minuziosamente anche la rosellina del buco, inserendci prima uno e poi due dita.
Smisi di colpo e passai alle gambe senza soffermarmi troppo.
Sentivo che era un po delusa ma disse:
K - "Hai ancora tutto il davanti da fare"
Sorridendo maliziosamente si girò.
Versai abbondante crema su entrambe le tette e cominciai a spalmare palpando e strizzando i capezzoli ormai duri e lucidi come il marmo.
Ansimava.
Passai poi alla pancia fino al costume. .
Saltai poi alle gambe, salendo ed ungendo tutto, linguine compreso, ma senza toccarla nell'intimo.
Il desiderio le faceva inarcare la schiena.
Istintivamente allungò la sua mano destra verso di me e mi afferrò l'uccello sopra il costume. Era già duro. Gonfiarsi all'interno del costume stretto me lo aveva fatto scappellare.
Le sue dita sopra la stoffa mi provocava brividi inspiegabili .
Intanto il piccolo lembo di tessuto che costituiva il suo costume si era completamente bagnato. La macchia si vedeva chiaramente.
Infilai la mano accarezzandole la figa completamente rasata e liscia come le sue guance.
Zuppa di com'era scivolai con due dita dentro senza resistenza alcuna.
Mi tirò a se, mi spostò di lato il costume e afferrato il mio membro lo prese in bocca.
Le sue labbra varnose e vellutate sapevano come succhiarmelo. I suoi pompini erano sempre meravigliosi.
Ingoiava il cazzo fino alle palle leccandone ogni centimetro.
La stacco dal uccello, mi metto tra le sue gambe, le slaccio un fiocco laterale del suo costume ed eccitato come una scimmia glielo spingo dentro.
Sobbalzò! "scopami, SCOPAMI!"
Affondo i colpi e sento il rumore delle palle inzupparsi sbattendo sul suo culo. Il cazzo nel fare avanti e indietro struscia sul bordo del costume bagnato aumentando la mia sensibilità. Le accarezzo/strizzo/palpo seno e capezzoli sempre più dritti mischiando la crema al nostro sudore!
Kiara con due dita si allarga la parte alta delle grandi labbra e con l'altra mano prende a sgrillettarsi freneticamente.
Sarà il sole sulla pelle, sarà che è una gran porca, sarà che potrebbero vederci o scoprirci la sto chiavando con foga....
Ed infatti giro la testa e un po' più avanti e più isolato di noi a 5 mt di distanza seminascosto da uno scoglio, vedo un ragazzo in piedi che ci guarda.
Mi blocco.
K - "che fai?"
- "c'è un ragazzo che ci guarda!" dissi sottovoce.
K - "che sta facendo?"
Allungo un po' il collo e vedo che davanti a lui c'è una ragazza nuda che gli sta facendo una bocchino, con un gran culo in bella vista davanti a me.
Stupito ed eccitato ricomoncio a pompare con più vigore di prima.
- "Niente! C'è anche una lei che glielo sta succhiando!" dissi ad alta voce. "hanno visto quanto sei porca, si sono eccitati e si sono messi a scopare!"
K - "ora glielo faccio vedere bene!"
Mi spostò in modo che entrambi fossimo pienamente nella loro visuale, si tolse anche il microtanga slacciando l'altro fiocco e, posando un ginocchio e un piede in terra, con la mano destra si attaccò al mio cazzo e con la sinistra allargò la figa e prese a masturbarsi infilandosi prima due poi tre dita dentro.
La guardavo mentre dimostrava quanto era troia e quanto la eccitava essere in competizione con la sua dirimpettaia. S'impegnavano entrambe da vere zoccole.
Vidi il ragazzo bloccare la testa della ragazza e godere scopandola in bocca. Tutto il seme le colava sulle tette sudate.
Il cazzo mi stava per scoppiare, Kiara se ne accorse e dopo un paio succhiate di cappella spinse la bocca aperta fino alla base del mio uccello e con la lingua leccò le palle.
Continuò a masturbarsi tanto velocemente e tanto a fondo che schizzò a quasi un metro di distanza.
Le sborrai immediatamente in gola, così tanto è così forte che quasi la soffocavo.
Lei tossí riversando tutto il mio seme sulle sue tette fino alla figa.
Non smise di succhiarmi e masturbarsi finché ogniuno di noi non aveva più una goccia di piacere da far uscire.
Si alzò tutta sborrata e gocciolante.
Molto compiaciuta guardò la sua "collega/rivale" e mi disse :"ora possiamo andare a fare il bagno". Mi prese per mano e senza girarsi ma, sentendo di aver palesemente dimostrato la sua superiorità sentendosi la più porca, entrammo in acqua.

maxborns4u@gmail.com

Questo racconto di è stato letto 2 1 9 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.