Mio cognato

Scritto da , il 2021-10-03, genere gay

Era un sabato pomeriggio andai a trovare mio cognato era le ore quattordici prima di partire mi sono fatto un bellissimo clistere mio cognato era ancora a letto all'ora mi sono spogliato anch'io è andai a letto lui mi abbracciò stringendomi a lui baciandomi in bocca 👄mio cognato ha un cazzo di ventiquattro cm il suo peso di settantaotto kg quindi ha anche un bellissimo posteriore mio cognato mi disse devo pisciare dai prendilo in bocca 👄prendo in bocca 👄il suo cazzo lui cominciò a pisciare la sua piscia e molto buona ne avrà fatta mezzolitro poi mi disse adesso alza bene le gambe mettile sopra le mie spalle ti voglio fecondare con la sua mano guidò il suo cazzo sulla mia figa anale poi spingeva dentro tutto il suo cazzo mi bruciava moltissimo cominciò a pompare molto forte dopo mezz'ora lo tirava fuori dalla mia figa anale è cominciò il dentro fuori così andò avanti per un'ora più poi si lubrifico'le mani poi mio cognato mi disse adesso con una mano mi entrava tro fino al gomito cominciò dentro fuori con la mano poi mi disse adesso spingi forte fuori poco dopo vide venire fuori una bellissima rosa 🌹molto aperta mio cognato mi disse mai visto una bellissima rosa 🌹poi mio cognato la prende in bocca 👄la rosa 🌹io provavo una bellissima cosa dopo mezz'ora mio cognato la spingeva dentro con il suo cazzo poi cominciò a pompare poco dopo mio cognato mi disse adesso cognato ti fecondo la tua figa anale mi fece una grandissima sboratta poi andiamo a fare una bellissima doccia 🚿assieme mio cognato mi inculo' di nuovo poi mio cognato mi abbracciò stringendomi a lui baciandomi in bocca 👄poi prendiamo sonno abbracciati assieme

Questo racconto di è stato letto 1 5 4 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.