Marinella, diario di una novella troia -1- (continua)

Scritto da , il 2021-08-27, genere dominazione

8 maggio

Ciao Giorgio, purtroppo ieri ho lavorato tutto il giorno, mentre oggi qui ha piovuto tutto il giorno e siamo rimaste senza luce fino a poco fa.

Sono andata a cena dai miei.

Devi sapere che ieri ho fatto quello che mi hai detto, mi sono messa davanti allo specchio nuda e mi sono accarezzata tutta.

È bastato toccarmi il clitoride, per godere immensamente e gocciolare a terra.

Poi in bagno ho usato il dentifricio come mi hai detto.

Cavolo se brucia, specialmente dentro la figa e il culetto dove sono riuscita ad infilare il manico dello spazzolino elettrico.

I buchi mi pizzicavano anche stamani, quando sono andata in bagno.

Sai quante dita sono riuscita ad inserire nella figa?

Tre, e abbastanza facilmente, ma poi dopo che avevo goduto sono riuscita ad infilare anche il mignolo.

Mi chiedi se ho mai sognato l'uomo nero?

Certo, mi eccito a vedere i negroni, immaginando i loro cazzoni.

Capita spesso che mi abbassi a guardare la loro merce, perché mi piace sentire i loro sguardi.

Domani metterò come hai detto la minigonna, ma il niente perizoma, mi piace l’aria che mi accarezza la figa.

Al lavoro indosso regolarmente il camice bianco, con sotto i pantaloni che metto partendo da casa.

Domani sarà una sorpresa per tutti vedermi con la mini.

Ciao.

CONTINUA ...

Questo racconto di è stato letto 4 5 6 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.