Annuncio erotico - 12

Scritto da , il 2021-01-31, genere dominazione

Arrivata a casa nel prendere l'ascensore aveva timore che qualcuno dei vicini la vedesse in quello stato , sai che scandalo , per fortuna non incrociò nessuno.
Ando in casa dal marito e scoppiò in lacrime "Quel bastardo di Adolfo" e giù a piangere a dirotto.
Il marito le chiese cosa era successo vedendola tutta sborrata in faccia e lei per tutta risposta aprì il cappotto mostrando i piercing al marito e si girò mostrando il tatuaggio che lei manco sapeva cosa fosse non glielo avevano fatto vedere.
Il marito le spiegò che era un simbolo di appartenenza di schiavitù a A Adolfo un paio di manette sopra il culo , anche al mare in costume si sarebbe visto , che vergogna forata e tatuata da troia.
Il marito cercò di tranquillizzarla , ma anche lui era preoccupato , anche se aveva il cazzo che gli esplodeva nella gabbietta.
Dopo tanti sogni erotici sua moglie era stata trasformata non da lui in una bomba erotica la cosa lo eccitava e lo intimoriva allo stesso tempo.
Dopo aver cenato entrarono sul sito degli annunci e videro che Adolfo iniziava a postare foto della giornata , foto crude di tutto quello che aveva dovuto subire.
Andarono sul sito del sexy-shop e li avevano già pubblicato il servizio completo , meno male che era a pagamento pensarono.
Scaricarono qualche foto in particolare quelle della sborrata in faccia a 10€ l'una.
Ovviamente quelle non erano censurate la signora Giovanna sborrata come una troia da strada.
Poi il marito volle scaricare anche il video del pompino per vedere come lo aveva eseguito.
Fu rimastò sconcertato per come la moglie avesse ingoiato con facilità il grosso cazzo del tatuatore , aveva sempre pensato fosse una brava pompinara ma non credeva a quei livelli.
Anche gli anelli a capezzoli e figa lo eccitavano , anche se non capiva cosa volesse farne Adolfo.
Ritornò sul sito degli annunci e vide che Adolfo stava postando foto del pompino censurate , gli altri utenti chiedevano di pubblicarne almeno una senza censura.
Adolfo scrisse "vedo che è entrata la coppia ClaudioeGiovanna chiedete a loro" , io rimasi allibito e mi arrivò in quel momento un whatsapp di Adolfo "se non lo pubblichi la metto sborrata in faccia senza censura , fai te".
Fui costretto mio malgrado a pubblicare una foto scaricata dall' altro sito a pagamento del pompino senza censura.
Oramai se volevo foto nuove della troia di mia moglie dovevo pagarle a caro prezzo.
Altro messaggio di Whatsapp "lasciala 10 minuti" e così oramai in trance obbedii all' ordine.
Mia moglie si era addormentata e per fortuna non si era accorta della pubblicazione.
Non vi dico i commenti , le richieste d'amicizia e i cazzi in tiro pubblicati in suo onore.

Questo racconto di è stato letto 3 6 1 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.