Casa famiglia 3

Scritto da , il 2020-12-29, genere prime esperienze

Dopo questa spiegazione diventiamo ancora più intimi,non nel sesso ma nella mente ormai Lucia è diventata mia figlia anche se in ogni momento le lecco le tette e figa e culo sono sempre slinguati, lei invece sembra quasi innamorata del mio cazzo e ogni momento è buono per tirarlo fuori accarezzarlo e dargli una bella leccata che spesso include anche i coglioni.
Una mattina dopo colazione Lucia mi viene vicino,infila la mano sotto la tutta e mi accarezza il cazzo floscio
“Mauro sai cosa mi manca??a parte la suora ti dico che a lei piaceva leccarmi la figa dopo che io avevo pisciato,mi chiedeva di farla ma di non pulirmi e lei in ginocchio mi leccava le ultime gocce che avevo tra i peli,mi infilava addirittura la lingua dentro la figa per berne al massimo,tu cosa faresti credi ti piacerebbe leccarmela dopo aver pisciato??”
“Lucia!!!!!davvero ti piacerebbe ne sarei felice quando ti scappa dimmelo che arriverò già con la lingua fuori e poi scusa se ti piace la leccata di figa dopo pisciato pensi che ti piacerebbe leccare il cazzo pisciato??”
“Non lo so ma di sicuro mi piacerà se me lo vuoi dare adesso basta devo lavorare”
Come tutti i giorni riassetta casa lava,stira insomma è mia figlia,teorica,infatti non posso considerarla amante ma solo una ragazza innamorata del sesso.
Verso sera ricevo una telefonata dalla suora che mi chiede se può venire a trovarci,ovviamente dico di sì e ci fissiamo l’ora per andare a prenderla
“Lucia!!!!dove sei vieni ti do una bella notizia questa sera viene a trovarci la tua suora anzi vado io a prenderla sei contenta???”
“Maurooooo siiiii sono strafelice ma cosa dici dobbiamo dirle che siamo amanti? Non vorrei che si offendesse”
“Tranquilla nel tragitto inizierò a dirle cosa facciamo in forma molto leggera e vedrò come la piglia sei contenta???”
E’ talmente felice che mi infila la lingua in bocca e è subito dentro gli slip con il cazzo in mano.
Dopo una carezza e leccata alle sue tette mi vesto e vado a prendere la suora,arrivato alla casa famiglia mi aprono subito e mi accompagnano nello studio della suora.
“Buon giorno sig.Mauro allora come và la mi a protetta si comporta bene??”
Vuole sapere tutto ma non tocca il punto del sesso che io conosco bene
“Bene adesso possiamo andare le va bene??”
“certo suora ma prima vorrei saper altre cose tra lei e Lucia”
Mi alzo e mi avvicino alla suora,mi apro la patta e tiro fuori il cazzo
“Adesso lo pigli in bocca e lo ingoi fino ai coglioni e non fare scene di paura la tua cara Lucia mi ha raccontato tutto forza spalanca la bocca e ingoia”
“Noooo come si permette!!!”
Mi arrabbio e allora le piglio la testa e praticamente le spingo il cazzo in bocca,questa la apre e il cazzo le scivola dentro fino ai coglioni
Di colpo da suora diventa troia,inizia a leccare e a succhiare e inizia anche a menarlo,si stacca e con occhi da porca
“Ahhhh erano mesi che non succhiavo più un cazzo e inoltre con le ragazze non mi diverto sono o troie e timorate,non certo come Lucia e poi da quando è andata via anche il dottore ha diradato le visite e io sono sola e affamata se vuoi sborrami in bocca berrò tutto con piacere”
E si ributta sul cazzo e nel mentre si slaccia la tonaca,sotto è senza intimo e vedo due tettone abbastanza dure e una figa depilata che viene riempita da due dita
“succhia e sbattiti la figa sai cosa vorrei adesso??voglio che ti giri e mi dai il culo,come sai con Lucia a oggi ne figa e ne culo ma il tuo di sicuro sarà una caverna basta girati e fammi vedere il culo!”
La suora si stacca e come invasata si mette a carponi e da sola mi presenta il culo aprendomi le chiappe con le mani
“Dai spaccami sono anni che non ricevo un cazzo nel culo siiiii mi accontento di candele e ortaggi ma un cazzo vero daiiii affondalo tutto godoooooo”
La sbatto per un pò e sfilo il cazzo da quel culo caldo e aperto
“Basta ti lascio con la voglia di una sborrata voglio incularti a casa davanti a Lucia così imparerà e spero mi chieda di sfondarla dai rivestiti e andiamo”
La suora con la voglia dentro accetta e si riveste,saliamo in macchina
“Adesso mentre andiamo a casa mi dici come fa una maiala al tuo livello diventare suora”
“Potrei dirti che a te non te ne deve fregare ma visto che andiamo da Lucia e di sicuro assaggerai figa e culo con la mia amata che guarda sarà meglio che ti racconto come ho fatto a diventare suora”
Inizia a raccontarmi che viveva in una famiglia agiata con cameriera personale che la accudiva in ogni momento e proprio quella cameriera iniziò a parlarle di figa e di cazzi e già dalle medie mi faceva spogliare e mi leccava la figa e mi palpava le tettine che avevo già sviluppate.
Da quel passo a farmi vedere il suo amico con il cazzo fuori fù un attimo,mi piacque subito e così incominciarono le seghe e subito dopo i pompini con ingoio mentre loro mi palpavano da tutte le parti.
Passate le superiori con la prima chiavata che mi riempì e per fortuna non rimasi incinta ma proseguivo a pompini e leccate di figa e di culo con la mia cameriera e il suo amico,io crescevo e loro invecchiavano così vanno in pensione e la famiglia prese altre cameriere.
La cuoca specialmente era una gran porca,un giorno la sorpresi nuda con una zucchina nel culo un cazzo in bocca e uno che le succhiava le tette.
Per farmi stare zitta ordinai che volevo provare anch’io e così oltre alla figa mi aprirono il culo con vegetali,era bellissimo e ovviamente poco dopo volli sentire il cazzo e alla prima inculata quasi svenni dal piacere.
Sapendo che non potevo rimanere incinta se mi riempivano il culo questa fù la mia voglia continua e godevo a essere riempita e poi volevo pulire quel cazzo e così assaporavo il sapore del mio culo che mi eccitava ancor di più. Per farla breve un giorno mentre ero sotto cazzi e fighe entra mio padre,succede di tutto tutti licenziati in tronco e io chiusa in casa aspettando le decisioni che arrivano subito,via da scuola e dentro in convento,e da quel giorno mi diverto con le ragazze e poche volte con il dottore che viene a visitarle.
“E brava la mia suora adesso dopo il tuo racconto ho il cazzo che esce dagli slip,adesso mi fermo e poi mi farai un bel pompino con ingoio aspetta ecco un posto un po’ appartato”
Mi fermo e la suora mi apre la patta e tira fuori il cazzo e si putta a succhiare e a leccare
“Bello uhhhh che voglia dai sborrami in bocca e se vuoi pisciami pure in gola berrò tutto uhhhh lo ingoio fino ai coglioni”
Lo succhia,lo lecca con tale voglia che non resisto e le scarico in gola tutto quello che ho nei coglioni
“Bevi,bevilo tutto a casa ti voglio vedere nuda con Lucia le devi leccare culo e figa e se lei vorrà berrai anche la sua piscia ti và l’idea???”
“Mauro non aspetto altro ho una fame arretrata di figa e di cazzo pensa che vorrei leccarle il culo anche dopo essersi svuotata le budella,siiii sono porca ma non ci posso fare niente”
Pensando a quello che faremo a casa guido con una tetta in mano e finalmente arriviamo
“Luciaaaa amore mio vieni fatti abbracciare”
Le due si attaccano e subito le lingue sono in gola poi sempre abbracciate iniziano a leccarsi
“Cara ma dimmi sotto sei ancora bionda?lo sai che mi facevi impazzire solo a vederla”
“Ma suora c’è Mauro andiamo in camera mia”
“Lucia anche la suora sa che non sei solo la cameriera ma sei la mia amata troietta se vuoi farle vedere la figa bionda fate pure io vi guardo”
Sia Lucia che la suora non aspettavano altro e così tra baci palpate e leccate si ritrovano nude e incomincia una lesbicata da brivido,tutti i punti del piacere vengono palpati leccati e succhiati,la suora specialmente impazzisce per la figa bionda e con la lingua oltre a leccarla tenta quasi di chiavarla con la punta mentre si sbatte la figa o si infila due dita nel culo,Lucia credo che sbrodoli quasi in continuo e la incita a farla godere
Alla fine ansimanti si riposano,io nel mentre ho tirato fuori il cazzo e lo meno sperando in un posto per lui
“Cosa fai Lucia?? Ti rivesti!!!ma no cara rimaniamo così,come vedi al tuo Mauro piace come siamo vedi che cazzo duro ha!!ti piacerebbe riceverlo nel culo o nella figa? Cosa mi dici??”
“Ma non lo so mi piacerebbe ma è tanto grosso,come farà a infilarsi nel mio culo che è piccolo e stretto??”



Questo racconto di è stato letto 6 3 4 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.