Belle, giovani e sposate 5

Scritto da , il 2020-10-26, genere etero

La mattina seguente appena entrai in ufficio mi parve di udire qualche rumore sospetto. Nel senso che mi pareva di percepire una serie di gemiti soffocati, il mio orecchio era esercitato, non mi potevo sbagliare. E infatti non mi sbagliavo…..la porta dell’ufficio di Cesare era socchiusa e sbirciando dentro vidi lo schienale della poltrona del mio collega, sopra la quale si vedeva la sua nuca. E dietro la quale c’era la faccia di Tilde. Si vedeva anche che lui era impegnato in un profondissimo lingua in bocca con lei, evidentemente seduta sopra di lui.

Cazzo….si stavano slinguando come disperati, non avevano certo perso tempo. Ma la mia esperienza e sensibilità mi dissero che c’era qualcos’altro…..non capivo bene ma decisi di verificare. Allora disinvoltamente entrai nello studio salutandoli con cordialità…..

---------- ehi, ragazzi…….vedo che vi date da fare di prima mattina….accidenti che ardore……allora, come………-----------

La parola mi si strozzò in gola……ero arrivato al centro della stanza ed ora potevo osservare la scena dal davanti. Tilde era seduta sopra Cesare e lo stava bellamente slinguazzando….il fatto è che la situazione nella parte inferiore dei corpi era assai più…..birichina…..

Cesare aveva i pantaloni alle ginocchia e Tilde aveva la gonnellina arrotolata sui fianchi e sotto….più nulla…..cosa confermata anche dalle mutandine a terra vicino alla poltrona.
Tilde sembrava eseguire una specie di danza erotica dimenando lentamente il suo culo nudo e facendolo saltellare su e giù……col cazzo di Cesare completamente conficcato nella sua figa……

----------- ok, ragazzi….mi dispiace….non avevo visto bene…..vi lascio alle vostre occupazioni…..--------------

La risposta consistette solo in qualche mugolio un po’ più accentuato…..ma nessuno dei due accennò a smettere la goduriosa danza saltellante con lingua….. e neppure a rallentarla.

Ero già seduto alla mia scrivania a consultare sul computer l’agenda della giornata quando udii prima un acutissimo strillo di Tilde e dopo un minuto il ruggito bestiale di Cesare…… che cosa le avesse scaricato nella figa si poteva ben immaginare. La quantità era solo vagamente ipotizzabile…..ma propendevo per una dose da cavallo. Una spremitura completa di coglioni. Una scodellata di sborra munta con la figa e risucchiata dentro completamente. Allora afferrai il telefono.

------------ pronto…Cesare…..sento che hai ancora voce per rispondere, bravissimo …….ti volevo chiedere una cosa, per mia curiosità…. stasera quando vai a letto con la mogliettina, che cosa le racconti?....che hai una forte emicrania?........-----------
E poi scoppiai in una risata che poteva sembrare…ed era….piuttosto canzonatoria. Riattaccai.

La risposta non si fece attendere, ma arrivò con un sms.
“ Avrò anche qualche anno più di te, ma ti comunico che nel pomeriggio ho in programma un secondo round. Considerati invitato. Per tua informazione, il mio programma non prevede di rimandare, questa sera, il diligente assolvimento dei miei doveri coniugali “

La mia risposta fu doverosa ed immediata….

“ Mi arrendo al potere supremo del cazzo e mi scuso profondamente per aver osato dubitare…..mi dichiaro comunque disponibile ad offrire il mio modestissimo aiuto nel caso in cui il veemente ardore della femmina si presentasse arduo da dominare e da spegnere”

Appena dopo pranzo ebbi occasione di parlare in privato con Tilde.

---------- ho visto che sei già entrata molto in confidenza con Cesare….brava, in tre ci possiamo divertire parecchio -----------

------------ si, non è stato difficile…..ha ceduto di schianto al primo colpo…..comunque è dolce e carino, molto educato….e ben attrezzato, direi…..-----------

------------ vieni qui mia bella e giovane puttanella….fatti baciare questa bocca incantevole….e fammi accarezzare le tue belle cosce…………..mi fai eccitare ogni volta che ti vedo…..ma dimmi, cosa ti fa il tuo fidanzato?....anche lui è pazzo di te?....---------

---------- oh, si…..lui è l’ultimo di una serie di tre….ma mi piace perché è tanto affezionato….mi ama alla follia e dice che non può più vivere senza di me….io gliel’ho detto che non può pretendere la fedeltà assoluta…. sono troppo giovane , non posso comportarmi come una moglie, come fossi di sua proprietà….
Allora lui dice che mi capisce e che è disposto a tollerare qualche scappatella, purchè io rimanga con lui. Io gli voglio molto bene, mi piace anche…..ha 24 anni ed è un ragazzo tranquillo….è il mio supporto, mi sono abituata alla sua compagnia. Lui mi desidera tantissimo, dice che sono la sua dea in terra…..vorrebbe sempre fare all’amore….per lui sono come una droga ------------

----------- e dove ti scopa?....in macchina?....------------

--------- di solito si, ma anche dove capita….a lui piace farlo nei posti più strani….peccato che alla prima viene subito….bisogna aspettare la seconda perché anch’io riesca a venire…. certo che la sua macchina è piuttosto scomoda….allora una volta si è fatto prestare la macchinona di suo zio. E abbiamo combinato un disastro, macchiando tutto il sedile….suo zio se n’è accorto, ma non ha detto niente….però qualche giorno dopo sedendosi vicino a me a tavola ha allungato le mani….io non volevo creare un casino e allora l’ho lasciato fare. Ha passato tutto il tempo della cena con la mano sulle mie mutande….poi l’ha tirato fuori sotto il tavolo e me l’ha messo in mano….così si è fatto una sega da solo con la mia mano intorno al cazzo e alla fine me l’ha bagnata tutta. Prima che andassimo via poi con una scusa mi ha fatta entrare con lui in bagno e mi ha voluto slinguazzare. E’ davvero un gran porco. Mi ha anche detto che se gliela dò mi paga. Che maiale….
Qualcuna delle mie amiche ci va con gli uomini più grandi per soldi….. dicono che è solo sesso e non c’è niente di male….io però penso che se cominci va a finire che perdi il controllo della situazione e diventi una puttana -----------

---------- ma dimmi, il tuo ragazzo sa che noi……insomma….si è accorto che scopiamo?.....---------

----------- io non l’ho mai ammesso, ma credo che se ne sia accorto……ormai mi conosce bene e osserva tutti i piccoli dettagli….il viso, gli atteggiamenti, i vestiti, il mio umore……poi credo che senta anche gli odori…sul collo, nella bocca….in mezzo alle gambe…..però non mi dice nulla, così non sono costretta a negare…... anzi, se vuoi la mia opinione, ci sta anche prendendo gusto……sono convinta che gli piaccia essere cornificato…..alle volte mi fa delle domande su di te mentre mi sta scopando…..io gli rispondo e magari lui percepisce che mi eccito pensando a te….forse capisce anche che immagino di avere il tuo cazzo dentro…..allora la sua libidine si scatena, sento che scatta qualcosa nel suo cervello e mi scopa furiosamente, come una puttana da strada….. devo dire che la cosa non mi dispiace….-----------

----------- quando ti ha scopata l’ultima volta?.....-----------

---------- l’altro ieri sera, sul lettone di sua mamma mentre lei era in cucina a far da mangiare….. ma un’ora fa siamo andati a mangiare un panino assieme….poi in macchina mi ha accompagnata qui….si è fermato nel parcheggio per baciarmi….io sono convinta che abbia sentito l’odore di Cesare….sai, per quella ingroppata di stamattina…..il fatto è che ha voluto farselo succhiare in macchina e me l’ha infilato in gola fino a farmi soffocare…..quasi con rabbia…..ma non era rabbia, era libidine repressa….mi ha spruzzato in gola tenendomi la testa immobilizzata, finchè ho mandato giù tutto….-------------

------------- come?....così?....-----------

Mentre Tilde parlava avevo liberato il cazzo che ormai stava per scoppiare…..glielo sbattei in bocca fino ai coglioni artigliando la sua testa con ambo le mani e tenendola schiacciata sul mio pube.

---------- succhia….succhia puttana….troia……fai scorrere le tue belle labbra da pompini sul mio cazzo duro……me l’hai fatto tirare fino all’esasperazione, piccola troia.......adesso devi fare il tuo dovere….fammi vedere….fammi sentire quanto sei vacca…..fa bene il tuo fidanzato a trattarti da puttana….--------------

Menre Tilde mi pompava ardentemente il cazzo, mi scatenai sul suo corpo, infilando le mani tra le sue tette giovani e sode, strizzandole e impastandole piuttosto rudemente……poi le tirai su la gonnellina e mi divertii a schiaffaggiare le sue natiche piene e rotonde….cacciai una mano fin sotto il culo arrivando sulla figa e sentii che si stava bagnando…….
Fu proprio in quel momento che entrò Cesare……

Aprì la bocca ed io mi aspettavo che dicesse qualcosa, invece rimase muto con la bocca aperta. La scena che era di fronte ai suoi occhi increduli possedeva un alto grado di erotismo…..Io seduto in poltrona col cazzo in bocca a Tilde, la quale in ginocchio muoveva la testa su e giù, esibendo a Cesare un culo a dir poco favoloso, rotondo e perfetto, in cima alle sue belle, lunghe gambe di superfiga diciottenne.

Lanciai a Cesare un sorriso di complicità, ma lui restò impassibile. Dopo qualche minuto di attenta osservazione, iniziò a spogliarsi e in un attimo fu nudo col cazzo duro, in posizione d’attacco…… allora si mosse, venendo a posizionarsi dietro il culo di Tilde. Con grande delicatezza le scostò lo slippino, tirandolo fin sopra una natica, quindi in ginocchio appoggiò con cura la cappella all’imboccatura della vagina, ci sputò sopra e lentamente effettuò l’inserimento, arrivando sino a fine corsa.

-----------ooooohhh….Temy…..mi hanno messo un cazzo dentro…..oooohhhh……è molto lungo…..mi ha riempita completamente….---------

----------- si, si, stai tranquilla….è solo Cesare…..cosa volevi?...che se lo menasse rimanendo a guardare?.....ormai ci ha preso gusto e vuole intingere il cornetto nel cappuccino…..ma tu non farci caso….lascia che si diverta….pensa a me….---------------

Tilde continuò amorevolmente il pompino iniziato, con ritmo piuttosto lento…..credo che volesse dare tempo a Cesare di godersi la chiavata con calma.
Cesare infatti stava pompando la ragazza da dietro….come dire?.....con delicatezza…era chiaro che non voleva disturbare, voleva solo soddisfare la sua libidine senza interferire col lavoro di bocca che Tilde stava diligentemente effettuando sul mio cazzo. La vista della sua testa che ritmicamente si inchinava per accogliere il mio membro fino in gola certo rendeva più erotica ed eccitante la sua monta. Osservando il suo viso un po’ stravolto, pensai che stesse godendo molto e che la sua azione così rispettosa e attenta fosse finalizzata non solo a mantenere il delicato equilibrio della doppia ingroppata, ma anche a cercare di resistere il più a lungo possibile prima di sbottare e sbrodolare in quella fantastica e giovane figa.

La prima a venire fu Tilde……aiutandosi con un leggero smanettamento venne mugolando il suo piacere, senza togliersi di bocca il mio cazzo. Ma ebbe un lungo fremito di goduria che percorse tutto il suo corpo facendolo vibrare…..capii che anche Cesare l’aveva percepito chiaramente ed istintivamente l’aveva fatto rallentare…..il ritmo delle sue spinte diminuì, per dar modo alla ragazza di riprendersi dall’orgasmo e di rilassarsi. Ma ora che Tilde aveva goduto, Cesare si sentì più libero di puntare con sicurezza al traguardo….infatti pian piano aumentò di nuovo il ritmo, arrivando in breve ad un vero e proprio galoppo, sferrando colpi di cazzo profondi e ravvicinati che facevano rimbalzare la carne soda delle natiche di Tilde….l’effetto visivo era notevole….anch’io potevo godermelo, sia pur da un altro punto di vista. Vedevo l’azione del maschio sulla figa nell’ultima fase, la più erotica….quando l’uomo sta per raggiungere il supremo godimento che lo porta ad inseminare la femmina conficcandosi fino in fondo alla sua imtimità. In quel preciso istante, mentre viene rempita dal seme, la femmina rimane bloccata, immobilizzata…….deve solo stare ferma e ricevere la calda sborra maschile, aprendo la porta del suo utero.

Decisi che avrei tentato di godere anch’io in quell’istante, mi erotizzava l’idea che Tilde venisse riempita davanti e dietro in contemporanea…..si sarebbe ritrovata colma di sborra il bocca e in figa, come una vera troia….come si addice a una bella vacca da monta……

Allorchè Cesare con un urlo rabbioso scaricò tutta la sua semenza bloccando con le mani le belle natiche di Tilde, io serrai la testa della ragazza tra le mie braccia premendola contro il mio inguine…….sentii i fiotti di sborra che irroravano la sua gola ed allora gridai con parole sconnesse tutto il mio piacere, mentre Tilde beveva a lunghe sorsate il mio caldo liquido.


---------- vai pure a lavarti, Tilde….e fatti una bella sciacquata alla bocca…---------------

------------ non ci penso nemmeno, Temy……voglio restare così……mi infilo le mutande e basta…….tra poco esco e il mio fidanzato mi aspetta, non voglio negargli il piacere di trovermi in queste condizioni…….sono certa che vorrà portarmi subito a scopare….così mi potrà baciare con la lingua e sentire tutto il sapore forte dello sperma nella mia bocca…….poi infilerà il suo cazzo duro come il marmo nella mia fighetta allagata……credo che si ecciterà molto a sciacquarselo nella sbroda di qualcun altro……così al sorbetto aggiungerà la sua panna…….e senza chiedermi niente….-------------------



FINE

Questo racconto di è stato letto 4 2 2 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.