Suora laica 6

Scritto da , il 2020-10-26, genere orge

Arriva il giorno della visita io mi sono depilata e mi sono lavata fino dentro figa e culo e così,senza intimo,vado dalla superiora,la trovo pronta mi bacia in bocca e mi dice che è a posto
“Vanda spero che sei senza intimo e ti sei messa della crema nel culo vero?”
“Non ci ho pensato hai ragione aspetta che mi levo mutande e reggiseno e per favore spalmami per bene culo e figa”
A vedere quel culo al vento mi eccito e prima di spalmarle la pomata do una leccata davanti e dietro che Vanda gradisce infatti mi spara in bocca tutti i suoi umori.
Pronte saliamo in macchina e in poco tempo arriviamo davanti alla casa del direttore.
“Anna sono eccitata ma paurosa davvero il suo cazzo è più grosso della candela??
“Stai tranquilla certo che è più grosso ma sei talmente lubrificata che non ci crederà che hai il culo vergine adesso calma che suono alla porta e se viene a aprire la signora non meravigliarti ha una parlata molto scurrile”
Viene ad aprire la moglie in vestaglia mezza aperta con le tette quasi fuori dalla stoffa
“Ahhhh ecco la nostra suora troia e perbacco hai portato anche tua mamma?è troia come te??”
Vanda rimane bloccata ma la donna ci piglia e ci fa entrare in casa e subito caccia le lingua in bocca e le mette le mani sulle tette.
“Cazzo che belle tette morbide e belle grosse dai smettila di fare la ritrosa e fammele vedere le vedi le mie allora cosa aspetti levati questa cazzo di camicia”
Praticamente le strappa la camicetta e subito inizia a leccare le tette a palparle
“Anna cosa aspetti levale la gonna la voglio nuda e devo controllare in che stato sono culo e figa sbrigati e tu non fare complimenti spogliati da sola”
Mentre mi levo i vestiti Lucia,la moglie di Franco,prosegue il leccaggio di tette e di tutto e infila due dita nella figa di Vanda che spalanca le gambe per farsi sditalare meglio
“Anna cazzo ho provato a infilarle due dita nel culo e non ci passano forse è vergine??? Ahhhhh davvero mai preso un cazzo nel culo splendidoooooo vai a chiamare Franco,certo nuda vedrai che subito ti controllerà il tuo culetto se poi gli dici che abbiamo un culo da sverginare vedrai che arriva cazzo in mano e prontissimo a sfondare”
Vado a cercarlo e lo trovo cazzo in mano che stà pisciando
“Ahhhh ecco la mia suorina troia dov’è la superiora? Vieni che ho quasi finito di pisciare così non faccio il bidè ma lo pulisci tu vieni cara”
“La superiora è in salotto ma tua moglie l’ha già messa nuda e la sta scaldando a leccate e ditalini fammelo pulire mi piace il sapore della tua piscia”
Ovviamente mentre gli pulisco il cazzo si leva la tuta e così entrambi nudi andiamo a vedere cosa fanno di bello le due che non hanno perso tempo Vanda stà inculando Lucia con quasi tutta la mano nel culo e ha in bocca una tetta mentre l’altra contraccambia allenandole il buco del culo,infatti vedo già due dita dentro.
“Brava la superiora porca anche lei se mando i miei impiegati in convento sono certo che diventano tutte troie brava staccati dalla tetta e pigliati questo cazzo in gola”
E’ chiaro che Vanda è quella da far sbrodolare anche dal culo e così mentre si ingoia il cazzo di Franco io le lavo le tette e Lucia inizia un leccaggio figa e culo che la fa mugolare dal piacere.
Franco quasi la strozza infilandolo fino ai coglioni,poi lo sfila e si fa leccare culo e coglioni
“Brava lecchi bene sei esperta vero?? Chissà quante verginelle suore hai leccato ma adesso devo controllare il tuo culo che di sicuro sarà bello stretto come piace a me basta mettiti a carponi e voi due una a leccare figa e culo e l’altra a succhiare le tette la voglio non calda ma bollente”
Vanda sotto le nostre leccate e palpate si agita pronta a essere sfondata
“Cazzoooo mi fai morire cosa aspetti impalami lo voglio dentro fino ai coglioni siiiii lo sento mi stai aprendo pianooooo uhhhhh mi apri in due la cappella è dentro ahhhh che dolore ma mi piace dai sfondamiiii”
Franco non aspettava altro e con un colpo affonda il cazzo fino ai coglioni e inizia a pomparla e in breve le riempie le budella di sborra bollente e dopo essersi svuotato lo sfila e lo dà a me per pulirlo a vedere quel culo aperto mi fa godere non avevo mai visto un culo aperto e che lentamente si richiudeva
“Vanda adesso hai un culo che sembra una galleria vedrai che fra poco riuscirò a infilarti la mano come a quella troia di Lucia dai lascialo aperto voglio bere tutto quello che esce”
Mentre eravamo in un groviglio pieno di leccate e infilate non mi accorgo che in piedi c’è Pino con un suo compagno che ci guardano
“cosa ti avevo detto vedi abbiamo una massa di troie affamate di cazzi,mio padre è solo allora cosa aspettiamo!!!!dai facciamo vedere che anche noi abbiamo sotto dei bei cazzi,state calme che arriviamo ahhh guarda quella che si stà massaggiando il culo è nuova e allora le provo il culo subito”
Praticamente mentre si spogliano io ho già un cazzo in bocca e Vanda riceve la seconda inculata
“Bastaaa mi avete rotto il culo mi brucia smettila”
“stai ferma che più ti agiti e più ti fa male beccati questo cazzo e stai zitta e tu mamma cosa aspetti a lubrificare tutti con le tue memorabili pisciate dai fammi vedere come le lavi queste due”
Non fa in tempo a finire che Lucia si apre la figa e inizia a lavare il gruppo di piscia bollente io con il cazzo in bocca ricevo una lavata alle tette mentre Vanda ancora sotto inculata apre la blocca per dire basta ma viene sommersa da getti di piscia e è costretta a bere.
Vanda riceve la seconda sborrata nel culo mentre io bi bevo un fiume di sborra e sfiancate ci accasciamo a terra.
“le abbiamo sfiancate ma non basta cara il culo ormai è sfondato ma una passata alla figa devo farla dai apri le gambe ;Vanda ormai è succube di quei cazzi e apre le gambe aspettando la chiavata ma non basta l’amico di Pino le presenta il cazzo davanti alla faccia
“Dai prendilo in mano e fatti un pompino mentre lo seghi”
Con quei due cazzi addosso Vanda mugola dal piacere ma non è finita io mi attacco alle sue tette Lucia mi lecca figa e culo e suo figlio si diverte a incularla infilandole la mano dentro.
Il gruppo dura a lungo ma alla fine Vanda viene riempita
“Bastaaaa via avete distrutta non ne posso più Anna dai rivestiti che andiamo via,vi ringrazio di quello che mi avete fatto ma ora non ne posso più”
Quasi in trance ci rimettiamo i vestiti e con un ultima slinguata in gola usciamo e risaliamo in macchina
“Anna mi hanno distrutta ho il culo che brucia e la figa che mi fa male che ammucchiata,al pensiero mi bagno ancora uhhh fermati in un posto un po’ nascosto devo liberarmi di quello che mi hanno infilato dentro siiii sbrigati non resisto uhhhhh ecco dai questo posto và benissimo”
Spalanca la portiera e si accovaccia sollevandosi la gonna vedo che oltre il davanti si stà svuotando anche il dietro con schizzi di sborra e altro,per fortuna ho dei fazzolettini così riesce a pulirsi e ripartiamo.
Per due giorni rimango in ufficio per sbrigare le pratiche per il prestito e solo una sera mi faccio Suor Carla tutta la notte con tutte le lesbicate possibili,la mattina le chiedo di farmi vedere come piscia,all’inizio non vuole ma poi accetta e così mi lavo le tette e mi bevo un paio di sorsi di piscia.
La mattina vado a trovare la superiora entro e chiudo la porta
“Vanda come và tutto bene?”
“Uhhh ho il culo che è ancora dolorante ma ho un altro problema,oggi viene frate Anselmo per la confessione cosa gli dico??che mi sono fatta sfondare culo e figa oppure mento,non si può cosa mi dici di fare!!!”

Questo racconto di è stato letto 3 5 9 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.