Litigio della separazione 2

Scritto da , il 2020-09-22, genere incesti

Non sapevo come avrebbe presa mio fratello che voleva fare sesso in tre lui era disteso sul letto e gli stavo facendo un massaggio sul collo Stefano ma tu non hai mai avuto esperienze sessuali in tre tu un tuo amico e una ragazza e ti piacerebbe come esperienza ,si gira mi guarda e mi dice il mio cazzo non ti basta ? Qualcuno ti batte i pezzi a me devi dire tutto piccolo lo sai che non ci sono segreti .Lo guardo e gli dico non ti arrabbiare altra mattina quando sei andato in facoltà hai lasciato la porta aperta e io ero qui che provavo i vestiti di mamma che una persona è entrato e mi ha visto e mi ha detto che mi aveva fatto le foto e se non facevo sesso con lui le faceva vedere alla famiglia dandomi la colpa della separazione e si è spogliato e lo succhiato sta messo benissimo come te grosso e lungo ma è circonciso mi ha sbattuto due volte mi ha fatto godere tanto ma mi ha chiesto che voleva fare sesso in tre io tu e lui LO conosco ? quanti anni ha ? ZIO franco e ti posso dire che in passato ha avuto esperienze con i maschi e tante ha capito altro sei tu lo facciamo venire e ci divertiamo ? ti va ? gli piace che noi iniziamo e poi subentra lui mando un messaggio e gli dico se vuole noi adesso siamo pronti mi risponde che tra 15 minuti ci raggiunge dobbiamo lasciare la porta socchiusa e verci fare sesso io devo essere più troia e sensuale vogliosa di cazzo mi sono fatto una doccia e abbiamo bevuto un liquore poi stesi nudi a letto io ho cominciato a baciarlo e leccarlo da per tutto scendendo sulla pancia e poi ho leccato il cazzone duro e muovevo il culo abbiamo visto i riflessi della luci della macchina era arrivato abbiamo sentito i passi sulle scale e abbiamo iniziato lo spettacolo abbracciati e ci baciavamo con tanta voglia giravano sul letto stringendomi e aprendomi il culo con forza e mostrando il buchetto rosso voglioso poi piegato con il culo verso la porta ho succhiato il cazzo facendomelo arrivare in gola e si sentivano ansimi e gemeti e mugoli di Stefano mi sono seduto sul bacino e muovevo il culo con il cazzone dietro duro dritto che voleva entrare mi sono bagnato le mani e lo accarezzato e poi alzato e lo fatto entrare scivolava come un burro e io mi muovevo con i fianchi poi mi sono girato al contrario e guardando l a porta toccandomi il corpo salivo e scendevo e muovevo la lingua come se leccassi un cazzo e lui entrato nudo si è avvicinato e salito sul letto mettendomi il suo cazzone davanti la bocca e lo spingeva ti piace troietta e due bei cazzoni li senti cagna poi sono scesi in piedi vicini e io in ginocchio li leccavo a turno e Zio ha iniziato a accarezzare il corpo di Stefano poi tirando la faccia verso di lui lo ha baciato in bocca poi mi ha scansato e lo ha abbracciato strusciando il cazzone con il suo e stringeva le chiappe e voleva farsi stringere le sue poi lo ha succhiato facendoselo andare tutto in gola ci ha fatto stendere a cerchio e ha detto che tutti dovevamo succhiare tutti lui mio fratello io a lui e mio fratello a me e la cosa era eccitante poi io sotto a gambe aperte Zio sopra di me dentro di me e mio fratello dietro Zio e lo doveva scopare e i colpi forti dava mio fratello li sentivo tutti mi stavano aprendo il cazzo dritto strusciava sulla pancia di mio Zio e che voleva che ci baciavamo in bocca insieme slinguando insieme poi si è messo a pecorina io davanti la bocca mi succhiava il cazzo e mio fratello lo inculava mi ha fatto girare sotto di lui e succhiavo il cazzo e vedevo il cazzone entrare e uscire scivolava era tutto bagnato godeva e lo incitava a sfondarlo a spaccarlo poi mio fratello sotto lui sopra e io dietro ha voluto due cazzi nel culo e li ha schizzato godendo e urlando dicendo di riempirlo di sperma e siamo venuti ci siamo rinfresvati eravamo sudati e odore dello sperma era nella stanza abbiamo bevuto e seduti bevendo ci ha raccontato il primo è stato all^ ultimo anno delle medie il padre del suo migliore amico ci becco che ci stavamo toccando a casa sua e ha chiuso la porta a chiave ci ha fatto spogliare e dovevamo toccarci tra noi e lui guardava e ha tirato fuori il cazzone e ci ha costretto a toccarlo poi a baciarlo e succhiarlo dicendo che non avrebbe detto a mio padre quello che avevo fatto e il giorno dopo sono andato ci ha fatto spogliare e ci ha baciato il corpo e il culetto leccato e poi ci ha messo vicino a letto a 90 gradi e messo la crema e con le dita poi a turno ci ha rotto il culo e voleva che noi ci baciavamo in bocca quando la moglie faceva il turno di pomeriggio io dovevo andare e farlo godere poi faceva incontri anche con altri uomini ci siamo eccitati al racconto e lo abbiamo rifatto ma stavolta li ho presi io due cazzoni insieme e era troppo eccitante stavo per svenire sono venuto senza toccarmi adesso spesso facciamo sesso a tre

Questo racconto di è stato letto 3 8 3 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.