Litigio della separazione 1

Scritto da , il 2020-09-22, genere incesti

Urla forti grida parolacce oggetti che si rompono io 17 anni mi spavento e corro in camera di mio fratello più grande Stefano lui 20 anni con le cuffie ascolta la musica e non vuole sentire mi infilo nel suo letto tremando di paura e lo abbraccio mi stringo a lui cerco protezione il suo braccio mi avvinghia e mi attira verso il suo corpo ha solo lo slip io la maglietta e lo slip mi accarezza la testa e mi dice di stare tranquillo tra un po finisce andranno a dormire sentiamo la porta di casa sbattere e silenzio chiedo a mio fratello perché stanno facendo cosi e mi spiega poi mi dice noi possiamo scegliere con chi andare a vivere potremmo separarci se lui sceglie papà io sono minorenne devo stare da mamma non voglio voglio stare con te ti prego non mi lasciare e lo stringo e lo bacio dicendogli che gli voglio troppo bene e non voglio stare solo e mi abbraccia le sue gambe tra le mie lo avvinghio lo stringo e metto la faccia sul suo petto e gioco con la lingua a leccare il capezzolo che si indurisce e sento che ha dei brividi e ride fermo scemotto che fai cosi mi fai eccitare e mi da una sculacciata e io mordo e lui urla e mi stringe le chiappe poi mi pizzica i seni faccio un urletto e gli afferro il pacco e gli dico guarda che stringo forte con una mossa forte e decisa mi gira vado sotto mi sale sopra mi afferra le mani le tiene aperte sulla mia testa e con le ginocchia mi apre le gambe e scende poggiandosi sul mio ventre e sento qualcosa di grande e di duro spinge sul mio pene mi dice fammi vedere come ti liberi o sei una femminuccia senza forza e provo a scavalcarlo ma è più forte e mi dice non vuoi che ti lascio solo vero ? Nooooo ti prego sei la mia vita ti amo troppo la sua faccia si avvicina alla mia siamo rossi e sudati ci guardiamo negli occhi e non ci credo che mi vuoi tanto bene cosa faresti per farmi felice dimmelo e sento che spinge il cazzo duro facendolo scivolare sul mio mi da dei brividi chiudo occhi e ansimo quello che vuoi basta che non mi lasci solo fatti abbracciare ti prego lasciami le braccia e molla la presa e lo abbraccio lo stringo e le nostre bocche si uniscono e apro sulle sue e infila la lingua e mi lascio andare le mani corrono sui corpi e ci giriamo nel letto lui sotto e mi spinge la testa giu sotto verso il bacino baciami tutto cosi bravo fammi godere ti prego e la mia lingua scorre scende e arrivo la cappella grossa e rossa e calda succhiala come un gelato mi poggia la mano sulla testa e mi da il ritmo su e giù ansima e mugola io sono eccitato e struscio il mio cazzo su i suoi piedi lui li unisce intorno al mio cazzo provo a farlo andare in gola e dopo vari tentativi ci riesco e lo ingoio lui trema e si gira a 69 infila la testa tra le mie gambe e mi apre le chiappe e lecca il solco e il buchetto ci passa le dita e sono stretto e gli dico ti prego fai piano mi fai male è la prima volta e mi lecca anche il cazzo facendo scorrere la sua lingua lungo lo scroto mugolo mi muovo e sento che mi sto bagnando sento le sue dita scivolano dentro di me mi lascio andare i muscoli si rilassano lo stendo sul letto lo guardo e afferro il suo cazzone occhi lucidi e vogliosi mi siedo e appoggio la capella e gli dico aprimi le chiappe ti voglio per te tutto e scendo lo sento si fa strada e mi lacera i tessuti ma resisto lui da sotto spinge e io scendo lo sento mi apre in due eccomi ci sono sono seduto sulle sue gambe il cazzone duro dentro mi muovo su e giù tremo lui mi tiene per i fianchi e sta godendo mi dice che sono caldo e sta impazzendo scivolo mi muovo più veloce e mi stendo e lo bacio mi stringe forte e sento il suo cazzone dentro il mio cazzo struscia tra la mia e la sua pelle ho dei forti piaceri sento orgasmo che sale mi gira apre le gambe e le poggia sulle sue spalle e spinge tutto dentro haaaaaaaaa dentro fino alla pancia lo sento sempre più veloce lo vedo che sta godendo gli dico Amore ti prego godi dentro di me quando vuoi sono pronto e mi afferro il cazzo e mi masturbo voglio venire insieme a lui sbatte colpi forti e poi si ferma urla si irrigidisce e da un colpo secco e sento il calore e mi bacia forte e anche io schizzo nella mia mano restiamo abbracciati e ci addormentiamo la mattina stavamo facendo colazione che nostra madre con due borse da viaggio ci ha comunicato che si trasferiva per un po di tempo dalla sua amica e che noi siamo grandi per badare a noi saremmo rimasti soli a viveri li finche le cose non si sarebbero risolto e che nostro padre avrebbe pagato tutte le spese della casa e Mamma il mangiare la sera chiuso le porte nudi per casa ci siamo fatti delle birre e sotto effetto del alcool abbiamo fatto sesso sul divano e poi a letto dei nostri larghi mi ha fatto indossare indumenti intimi di Mamma e mi inculato da per tutto abbiamo goduto tanto .Ero solo mio fratello era uscito io mi stavo provando indumenti di nostra mamma e avevo una parrucca tacchi alti calze di seta e un perizoma reggiseno facevo le prove camminando su e giu per la stanza per fare allenamento equilibrio provavo anche atteggiamenti sexi e provocanti piegandomi e mostravo il culo con il filo in mezzo Bravo il mio nipotino cosi che soffri per la separazione mi giro di scatto e vedo Zio Franco il fratello di Papà 39 anni alto ben messo a muscoli fa imprenditore certo che vestito da donna se uno non ti conoscesse penserebbe saresti una vera donna faccio per togliermi il vestiario Fermo resta cosi ti ho fatto già le foto tranquillo si avvicina e mi viene intorno lo sai che sei proprio bona sembri una vera donna sei solo dove è tuo fratello è tremo e gli dico che fuori e tornera dopo pranzo e lui sa di te scommetto e gli dico si e cosa ti fa fare lo sento addosso tremo e sto fermo le sue mani sul culo mmmmmmm bello liscio e sodo puttanella lo hai già preso il cazzo vero ? dico si e come ti piace il cazzo grosso duro Zio ti prego stavamo solo giocando non dire niente visto il momento si siede sul letto e mi prende per la mano e mi fa avvicinare e cado davanti a lui e lui mi guarda il silenzio ha un prezzo piccola caccia il cazzo dritto bello doppio e grosso e lungo ma circonciso succhialo e sbottona cala indumenti in piedi io inginocchio e lo lecco lo bacio lo lecco succhio e lo faccio scivolare dentro e fuori mi accarezza la testa e lui mi dice fai cosi anche tuo fratello troietta ? Muovo la testa dicendo si altri gli dico no lui è il primo bene resta tutto in famiglia mi afferra e mi getta sul letto nudo si allunga su di me adesso fai godere me come fai godere tuo fratello e poi organizzerai una scopata a tre capito e mi bacia in bocca mi allargo sotto di lui e lui scivola in fondo e passa il viso sul cazzo coperto dall indumento e poi scivola sotto le le natiche e mi lecca tutto il culetto e super pulito faccio le doccine interne e sento la sua lingua mi fa tremare e mi giro e scivolo a succhiargli il cazzo e afferrandolo alle chiappe per spingerlo la mia lingua arriva al suo buco bello aperto ci infilo le dita e lo muove per facilitarmi entrata e arrivo a mettergli la mano e lui gode geme mugola poi mi fa piegare a pecorina sul letto allargo le gambe e mi spinge il cazzone dentro fa fatica ma entra lo spinge tutto in fondo e poi mi cavalca le sue mani mi afferrano le spalle e mi sbatte forte mi eccito mi muovo lo voglio tutto e lo incito e lui mi dice che due cazzi nel culo mi farebbero schizzare ti riempiamo e dovrai urlare di piacere e di goduria e li che si ferma e schizza urlando e gemendo tremando tutto e vengo anche io Sei bravo a letto si vede che ti piace il cazzo si alza va in bagno si rinfresca uscendo ero venuto perché vostra mamma era in pensiero ma gli diro che state alla grande e non c è bisogna di mandare a controllarvi ecco il mio n organizza al più presto mi sono lavato ero felice adesso ho due cazzoni che mi trapano quando ho voglia alle 15 arriva Stefano e abbiamo mangiato e mi sono infilato sotto il tavolo e ho iniziato a leccare e succhiare e poi ho voluto farmi scopare sul tavolo della cucina e doveva schizzarmi in bocca e volevo sentire il sapore della sua sborra e cosi ha fatto si è fermato mi sono inginocchiato aperto la bocca e mi ha scaricato il liquido caldo denso e lo ingoiato era buono lo mischiato con il mio avevo nella mano

Questo racconto di è stato letto 1 0 4 2 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.