La comunista e il liberale...

Scritto da , il 2020-07-02, genere tradimenti

Carla ha 32 anni, è una sociologa ed è politicamente molto orientata a sinistra. Ha un fidanzato di 34 anni, si chiama Franco, ed anche lui è di sinistra. Carla ha sempre fatto della militanza politica un elemento imprescindibile e preponderante in tutte le sue scelte di vita...anche in quelle di letto. Non ha mai scopato con uno di destra o di centro, nemmeno con un riformista. Carla è di estrema sinistra, frequenta i centri sociali, è una femminista convinta, ed è molto, molto selettiva nello scegliere amici o fidanzati. A letto, come nella vita, è fiera e indipendente. Comanda lei sotto le lenzuola, le piace stare sopra e dominare. Ci sono donne che si fanno scopare e donne che scopano: Carla è una che scopa. Franco la adora e la asseconda, ma ha da tempo una fantasia molto particolare. Lo ecciterebbe da matti sapere di una scappatella di Carla con un uomo di destra, anche con un moderato. L'idea di saperla tra le braccia di qualcuno molto distante dalle sue idee politiche lo fa impazzire. Gliene parla una sera, dopo che hanno fatto l'amore. Le confessa di avere tendenze cuck e che questa fantasia gli toglie il sonno. Carla rimane dapprima perplessa ma poi la curiosità prende il sopravvento. L'idea di tradire e sperimentare l'intimità con un uomo che la pensa in modo opposto rispetto a lei la intriga. Proprio lei, che mette la passione politica al primo posto...che non si perde mai un corteo o una manifestazione. Dopo giorni di riflessione, Carla decide di accettare, convinta da una irrefrenabile curiosità e anche dal fatto che, in fondo, il concetto di coppia aperta è molto progressista. Lei e Franco mettono un annuncio su un sito e ricevono molte risposte. Alla fine scelgono Enrico, un 42enne di orientamento politico moderato, di centrodestra. Un liberale, di quelli sempre con la battuta pronta contro i "comunisti". Il giorno dell'incontro Carla e Franco vanno a casa di Enrico pieni di emozione e curiosità. Carla in genere veste in maniera poco femminile ma, per una volta, mette la gonna e i tacchi. Ha delle belle gambe, e quando Enrico la vede gliele nota subito. Gliele guarda compiaciuto, con lo sguardo tipico del marpione allupato. Il tipo di sguardo che in genere fa girare le scatole a una femminista come Carla. In quella circostanza, però, lei prova un brivido di piacere nel sentirsi guardata in quel modo. Come da accordi presi, Franco potrà solo sbirciare dalla serratura, senza entrare in camera. Dopo aver sorseggiato un caffè, Carla ed Enrico entrano in camera da letto. Lui le guarda le gambe e sorride...lei gli dice "in genere la gonna non la metto mai. Preferisco i pantaloni". Enrico le poggia una mano sulla coscia e dice "stai bene con la gonna invece...e secondo me stai anche meglio senza...". Carla ride e Franco, dietro la porta, sente un sussulto tra le gambe. La sua compagna sta ridendo per un apprezzamento maschilista...lei, la femminista. Enrico le dice "alzati la gonna". Carla rimane sorpresa, non è abituata a sentire certe frasi, quasi impartite come fossero un ordine. Enrico continua "su, alzati la gonna...fammi vedere come stai messa". Carla sorride senza capire come mai quella frase così maschilista le piaccia. Ha lottato una vita intera per dimostrare che il cervello e le idee vengono prima della figa, ma ora si sta eccitando nel sentire un porco che le dice "fammi vedere come stai messa". Si alza la gonna, ed Enrico sorride. "Belle cosce, complimenti. Belle anche le mutandine rosa. Sappi che tornerai a casa senza di loro, perchè saranno il mio trofeo". Lui e Carla iniziano a baciarsi con passione...e fanno sesso. E quando fanno sesso, Carla non sta mai sopra (come fa sempre con Franco), ma sta prima sotto (a lungo) e poi a pecora. Per una volta non scopa, ma si fa scopare. E le piace. Gode parecchio e Franco, dietro la porta, si tocca come un matto. Ad un certo punto, nel bel mezzo dell'eccitazione, Enrico dice "godi come una cagna in calore" e ride. Poco dopo, vengono entrambi. Enrico è stato importante per Carla: le ha fatto capire che a letto gli opposti possono attrarsi. Carla e Franco continuano ad amarsi, ma le mutandine di Carla sono rimaste a casa di Enrico. Sono il suo trofeo.

Questo racconto di è stato letto 3 6 9 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.