Il servizio fotografico prematrimoniale

Scritto da , il 2020-06-27, genere tradimenti

Salve a tutti Buonasera, sono Franco o 50 anni, curiosando e vedendo su internet vari siti ho scoperto questo meraviglioso sito, per raccontarvi la mia storia realmente accaduta.
Come già detto io sono Franco ho 50 anni sono sposato con Enza che di anni ne ha 53. Diciamo che fin da quando eravamo fidanzati ho sempre avuto idee un po' trasgressive, infatti, mi eccitava che altri uomini le guardassero le cosce, spesso quando andavamo a fare rifornimento Nelle stazioni di servizio, cercavo di sollevarle la gonna o il vestitino, per far guardare le sue cosce al benzinaio di turno.
Lei ancora oggi pur avendo 53 anni, è una donna ancora appetibile ben fatta bassina di statura alta 155 Leggermente in carne ma fatta bene belle cosce belle gambe figa pelosa ed a renderla ancora più appetibile e il suo seno prosperoso che ha, infatti ha una quinta misura di seno.
Per essere sincero le ho sempre manifestato le mie voglie trasgressive evidenziando una palese voglia cuckold, Ma lei pur eccitandosi ha sempre denigrato le mie voglie e le mie fantasie dicendomi che ero e sono un porco pervertito.
Pochi giorni prima del matrimonio, essendo lei di un'altra città distante dalla mia circa 100 km avevamo organizzato il tutto per il matrimonio compreso il fotografo che ci avrebbe fatto il servizio fotografico prematrimoniale È matrimoniale.
Contatta Mimmo un fotografo della sua città dovendo ci sposare nel suo comune, il fotografo era un bell'uomo un po' più grande di noi ma ancora uomo appetibile e desiderabile.
Circa tre o quattro giorni prima del matrimonio prefissato, il fotografo ci chiamò per fare il servizio fotografico prematrimoniale, prendemmo appuntamento e ci indico lui dov'è dover fare le foto da mettere poi sul filmino come si usava un tempo.
Andammo a prenderlo verso le 16:30 di pomeriggio Anche perché era il mese di luglio e faceva molto caldo, durante il tragitto notavo che faceva delle battutine su mia moglie all'epoca la mia fidanzata, Io sono un tipo abbastanza scherzoso e solare, per cui scherzavo con lui ma notavo che lui siccome era seduto sul sedile di dietro della mia macchina, guardava continuamente le cosce di mia moglie che era vestita con una gonna corta altezza ginocchio, zeppe alte ed immancabilmente unghia dei piedini smaltate di rosso.
Avevo capito benissimo che a mia moglie quell'uomo non era del tutto indifferente, ma fidandomi ed confidando nella sua buona fede, non mi ponevo nessun problema.
Arrivati al posto prescelto da lui che era un Casolare della fine dell'800 completamente abbandonato in aperta campagna, lui iniziò a scattare delle foto a me ed a mia moglie, ma dopo circa 10 minuti che scattava foto, mi disse Chi è aveva dimenticato nella mia macchina il rullino di scorta per continuare a fare foto mi chiede gentilmente se potevo andare a prenderlo, mentre lui avrebbe continuato a scattare delle foto alla mia mogliettina.
Poiché Avevo parcheggiato la macchina a circa 500 m dal Casolare dove stavamo sporgendo il servizio fotografico, mi recai in macchina per prendere il rullino che lui mi aveva indicato.
Fui abbastanza lesto ad andare alla macchina a prendere il rullino, e mentre tornavo indietro a debita distanza ero circa 200 metri da loro, notai che il fotografo per scattare le foto alla mia mogliettina la faceva mettere in pose piuttosto sexy.
Mi fermai dietro il tronco di un albero a guardare meglio che cosa potesse succedere, da un lato ero attonito per gli atteggiamenti sexy di mia moglie, ma da dall'altro lato ero particolarmente estasiato ed eccitato per come lei si facesse vedere in quelle posizioni.
Il fotografo le aveva chiesto di scoprire le sue cosce sollevando la gonna e di abbassare la camicetta facendo intravedere il suo reggiseno nero. Rimasi per qualche minuto a contemplare quelle scene, quando improvvisamente io nascosto dietro il tronco di un albero, viti il fotografo Avvicinarsi a mia moglie vidi chiaramente che la baciava in bocca mettendo le una mano fra le cosce.
Non sapevo in quel momento cosa fare se intervenire picchiandolo, oppure lasciarlo fare perché la scena mi eccitava tantissimo. Notai c'è mentre lui le accarezzava le cosce, le prese la mano e la porto sul suo cazzo, si sbottono la patta dei pantaloni e lei come una vera tigre si avventò sul suo Arnese legandolo e succhiandolo voracemente.
Cosa feci io?. . .. dietro quell'albero dove ero nascosto, mi segai come un cornuto.
Improvvisamente la fece girare a pecora e glielo puntò sul culo la stava scopando come una troia a pecora in culo.
Lui raggiunse quasi subito l'orgasmo mentre stava per venire glielo diede in bocca facendole bere tutto il suo sperma.
Si ricompose Ro immediatamente io uscì da dietro il tronco dell'albero facendo finta di nulla, Quando arrivai dove erano loro, mia moglie era visibilmente agitata, ed io feci finta di nulla.
A distanza di qualche mese dopo il matrimonio, mentre la scopavo una sera, le chiesi se aveva mai avuto altre storie con altri uomini. ... ovviamente da grande bugiarda mi ha sempre detto che non ha mai avuto altro uomo all'infuori di me. ...
Ne deduco chiaramente che mia moglie è una grande troia ed una grande bugiarda.
Non so se loro quando io non c'ero si siano mai re incontrati, Ma di sicuro so che quella scena che ho visto mi ha aperto del tutto la mente

Questo racconto di è stato letto 7 6 8 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.