Miele

Scritto da , il 2020-05-02, genere prime esperienze

Con la tua mano esperta, forte e salda ora mi stringi la gamba.
Con l'altra mi afferri il mento e mi giri il viso.
Sono costretta a guardarti, ora.
Il cuore mi pulsa forte e sembra volere uscire dal petto.
Un groviglio di emozioni.
Cerco di contenermi.
Ti guardo. Con gli occhi di chi ha sempre osservato tanto, timidamente, ma mai osato.
Non ho mai assaporato né conosciuto altro.
Sei il mio primo amore.
Mi importuni.
Sono al tuo cospetto.
Ti avvicini sempre di più.
Sento il tuo respiro mischiarsi al mio, chiudo gli occhi.
Mi sfiori le labbra e mi assaggi. Lentamente. Come una danza.
Poi veloce, vorticosamente.
La tua lingua sembra soffocarmi.
Mi arriva in gola.
Sento le mutandine calde inumidirsi.
L'altra mano si sposta su di esse.
Il mio respiro, prima sommesso, si fa affannoso.
I tuoi modi dolci sembrano lasciare posto ad un'altra parte di te, che ancora non conoscevo.
"Sdraiati" mi dici. Lo sguardo deciso. Severo.
Lo faccio, ma non senza prima scambiarti uno sguardo titubante.
Mi apri le gambe.
Ti avvicini al mio fiore delicato, e gli dai un bacino.
Emetto un gemito.
Mi accarezzi.
Inizi a leccarmi le cosce, sopra le parigine rosa. E poi le mutandine.
Sembra un sogno.
Mi fai il solletico.
Arrossisco nonostante l'impulso dell'eccitazione, e sorrido.
Ti sfioro dolcemente i capelli.
Non lo avevo mai fatto.
Mi sorridi anche tu.
Giochi con il fiocchetto rosa degli slip. Passi un dito sopra e li percorri.
Sono tutta bagnata.
Ho i brividi.
Lo avvicini alla mia bocca; è inzuppato e gocciola.
Me lo fai assaggiare.
Sa di miele.
Torni delicatamente giù, passando prima per tutto il corpo.
La tua lingua si alterna a piccoli morsi, che mi fanno sobbalzare.
Sempre più forte.
Gemo e chiudo gli occhi.
Mi mordo il labbro.
Ti fermi e mi guardi. Sembri così impaziente e ora lo sono anche io.
"Sei pronta piccola?"
Il tuo sguardo mi penetra. Sono persa. Non riesco ad opporre più nessuna resistenza.
Sono tua.
Annuisco lievemente, fissandoti.
Sorridi ancora. Maliziosamente, come fai tu.
Mi strappi le mutandine.






Questo racconto di è stato letto 2 6 4 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.